gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Le tipiche fasi del rispondere al telefono quando c'è un neonato

/pictures/20150918/le-tipiche-fasi-del-rispondere-al-telefono-quando-c-e-un-neonato-1919042478[5331]x[2220]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Una telefonata è sempre un motivo di enorme stress per una mamma che deve tenere a bada un neonato. Ecco le tipiche fasi del rispondere al telefono...

Mamma e telefono quando c'è un neonato

Finché sono neonati, nessun problema: basta concentrare tutte le telefonate nel momento in cui li porti fuori, e nella maggior parte dei casi, se badi di mantenere un ritmo di marcia sostenuto, il tuo interlocutore al telefono forse potrà giusto un minimo insospettirsi per il fiatone. Ma quando iniziano ad avere uno o due anni, un’attività semplice come rispondere al telefono può rivelarsi al di sopra delle tue possibilità.

Ma prima di passare alle tipiche fasi del rispondere a una telefonata coi bambini, è necessaria una doverosa premessa rivolta alle persone malvagie che decidono di contattare in questo modo una povera e anziana madre di famiglia. Primo: se è sana di mente, o un minimo rodata, non risponderà. Le mamme hanno quasi sempre il cellulare in modalità silenziosa, e hanno disattivato il fisso, per il semplice motivo che a prescindere dal giorno e dall’orario, una telefonata è per loro sempre motivo di enorme stress. E quelli che chiamano a “ore pasti” sono in cima alla lista delle persone a cui vorrebbero volentieri togliere il saluto. Suvvia, siamo nel 2015; potete contattarci in almeno mezza dozzina di modi diversi, tra skype, mail, messaggi e via dicendo.

gpt native-middle-foglia-famiglia

Vi imploriamo: NON telefonate. Se decidete di farlo, sappiate che questo è ciò che state mettendo in moto:

  • Prima fase

Il telefono vibra, e naturalmente, è impossibile trovarlo. Urli a tutti di tacere in modo da seguire il ronzio impercettibile fino al cesto della biancheria sporca dove “qualcuno” l’ha sistemato ben nascosto sotto una pila di indumenti puzzolenti. Fai per rispondere e leggi negli occhi dei bambini uno sguardo carico di velate minacce.

  • Seconda fase

Li ignori e decidi di rispondere dopo che hai visto che è una telefonata di vitale importanza, ma prima ti assicuri di corromperli con una cena a base di caramelle gommose. Davanti alla tv. Seguita dalla restituzione di tutti i giocattoli sequestrati perché usati come armi contundenti. In cambio, cinque minuti di telefonata tranquilla. Li guardi: sei nelle loro mani, e non è una bella sensazione.

La maternità nei disegni di una neomamma
  • Terza fase

“Pronto? Certo, nessun disturbo! Dica pure.” Passa forse mezzo secondo prima che qualcuno debba fare, inappellabilmente e subito, la cacca, un altro si metta a chiamare il tuo nome urlando come se lo stessero strappando dalle tue braccia per portarlo a vivere in una famiglia di narcotrafficanti colombiani, e nel mentre si ode un inequivocabile frastuono di cocci rotti e tu hai già la fronte madida di sudore.

  • Quarta fase

Decidi che è una questione di principio, insomma, non esiste che non puoi fare nemmeno una telefonata di cinque minuti, così ti chiudi in una stanza ignorando deliberatamente i pugni battuti sulla porta e il grido “Ho trovato la scorta dei succhi di frutta!”. E subito dopo “Ho trovato la scorta dei cioccolatini al liquore!”

  • Quinta fase

Dopo che le informazioni più vitali della telefonata sono state recepite, e che hai perso 10 anni di vita e due chili di liquidi, scusandoti dici al tuo interlocutore che ora devi andare. Mentre riapri la porta felicitandoti perché non sembrano esserci chiazze di sangue sui muri, ti auguri con tutto il cuore di non commettere mai più l’errore di rispondere al telefono in presenza dei bambini.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0