gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Le ricerche più assurde che le neomamme fanno su internet

/pictures/20150512/le-ricerche-piu-assurde-che-le-neomamme-fanno-su-internet-1869268492[3508]x[1461]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Una mamma, soprattutto alle prime armi, vive attanagliata dai dubbi e il Web costituisce una ghiottissima miniera di informazioni e rassicurazioni

Cosa cercano le mamme sul web

Non hai mai (o quasi) bisogno di cancellare la cronologia di internet finchè non diventi mamma: a fine giornata, se un perfetto sconosciuto si prendesse la briga di controllare le nostre ricerche probabilmente resterebbe piuttosto perplesso. Una mamma, soprattutto alle prime armi, vive attanagliata dai dubbi: non importa quanti libri hai letto e quanti corsi preparto hai frequentato, quasi ogni giorno si trovi a gestire almeno una situazione che ti coglie del tutto impreparata, e il World Wide Web costituisce in questo senso una ghiottissima miniera di informazioni e rassicurazioni.

  • "Beve acqua bagnetto cosa fare"

Purtroppo nemmeno internet sa rispondere a questo amletico dubbio di tutte le mamme. Forse lavarlo a secco?

Cosa cercano le mamme che navigano online?
  • "Ore di sonno necessarie per sopravvivere"

Ha solo sei mesi e inizi a fantasticare sul giorno non troppo lontano in cui il tuo lui tornando dal lavoro ti troverà riversa sul fasciatoio senza vita, non prima di aver cambiato diligentemente il tuo ultimo pannolino “La ricorderemo così…”

  • "Neonato può soffocare con un capezzolo"

Un dubbio che sorge spontaneo se il capezzolo è (diventato) parecchio più grosso della sua bocca, il seno circa il doppio della sua testa.

  • "Cacca gialla neonato"

Vanno forte tra le neomamme le ricerche di ambito scatologico. Cacca gialla, cacca verde e persino cacca rosa. "A cosa deve assomigliare cacca bambino" "Quando cacca neonato diventa normale" etc. etc. La sua naturale regolarità è ormai diventato il pilastro della nostra esistenza.

  • "Perché neonato non smette di piangere"

E’ la domanda che vorremmo rivolgere a chiunque ci stia vicino in questo momento, dopo che da ore vaghiamo per la casa con lui in braccio che rifiuta il seno, rifiuta il ciuccio e pare indifferente ad un repertorio canoro che va da Lady Oscar a tutte le sue canzoncine preferite. Purtroppo, non c’è nessuno accanto a noi, tranne il nostro fedele amico Google.

  • "Commozione cerebrale sintomi"

Sembrava così avvinto dai suoi cubi di gomma che andando in bagno da sola hai pensato “Avrò pur il diritto di fare almeno la pipì in pace”. Ti sbagliavi.

  • "Cibi che non sporcano i vestiti"

Vestirli con gli abiti eleganti per il pranzo domenicale di famiglia sapendo che i suddetti abiti avranno la peggio o optare per la tenuta da asilo ANCHE la domenica? Possibile che non si possa trovare un compromesso che non sia avvolgerli nel cellophan prima di mangiare?

  • "Bambino mangia 6 banane cosa fare"

Quando ai bambini piace un determinato cibo, riescono ad ingerirne quantità mostruose, quasi incredibili, soprattutto in proporzione alla loro stazza. Insomma, sei banane formano un volume pari al suo intero busto. Sicuri che sopravviverà?

  • "Bambino mangia sasso cosa fare"

La situazione è tipica: ti stai godendo un momenti bucolico col tuo frugoletto di otto mesi, adagiati su una coperta in un prato fiorito, lui degusta felice i tuoi biscottini, ti giri a prendere qualcosa nella borsetta e con la coda dell’occhio lo vedi che, velocissimo, sposta la coperta, afferra un sassolino, se lo mette in bocca e lo butta giù, così, con nonchalance. Le prime volte è panico puro, finché non interiorizzi uno dei principi chiave per la sanità mentale della neomamma “Quel che non strozza ingrassa.”

  • "Bambino mangia pelo gatto cosa fare"

Idem come sopra. Se non fosse per un vago senso di disgusto, sarebbe sempre interessante esaminare il contenuto dei pannolini dei bambini.

  • "Bambino usa ciuccio per sempre rischi"

E’ vero, non conosciamo nessun quarantenne che ha ancora il vizio del ciuccio ma c’è sempre una prima volta…

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0