gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Le cose per cui non vale la pena litigare con i bambini

/pictures/20160205/le-cose-per-cui-non-vale-la-pena-litigare-con-i-bambini-869481123[977]x[407]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Per sopravvivere devi imparare a NON combattere alcune battaglie con i bambini. Ecco per cosa non vale la pena litigare con i bambini

Per cosa non vale la pena litigare con i bambini

Una delle skills più importanti di una neomamma è saper scegliere le proprie battaglie. Non si può litigare su tutto, e in certi casi è bene cercare un compromesso o cedere del tutto le armi. Sì perché talvolta ti guardi dall’esterno e pensi: davvero quella sono io? L’isterica urlatrice del campo giochi? “È la milionesima volta che ti dico di non salire sullo scivolo al contrario” non è un’iperbole, purtroppo: magari è davvero la milionesima volta, ma questo non ti fa onore. In fondo, il fatto che ci salga al contrario è davvero così grave? Non è solo una questione di principio, è che anche e soprattutto questione di una mamma ha il diritto/dovere di sopravvivere. E per sopravvivere devi imparare a NON combattere alcune battaglie.

  • "Non salire sullo scivolo al contrario"

Apri gli occhi; tutti i bambini, dal primo all’ultimo, salgono sullo scivolo al contrario. Per una persona adulta e pensante, è inconcepibile fare tutta quella fatica quando esiste un’apposita scaletta deputata all’uso, ma che ci vuoi fare, evidentemente tuo figlio ama complicarsi la vita (mai quanto te che ti sei fatta mettere incinta, comunque.) Lui si diverte così, e i giochi sono per divertirsi. Se non sta disturbando altri bambini, nulla ti vieta di sederti sulla panchina a guardare le sfilate sullo smartphone.

Come sgridare i bambini
  • "Perché diavolo non mangi seduto?"

Chiunque ama mangiare seduto un pasto caldo e saporito preparato con amore, no? No. Il bambino medio prende un boccone e poi schizza via per battere il record mondiale sulla distanza sala-ingresso. Dieci volte. Ti senti esausta solo a vederlo. Certo, è giusto insegnargli a mangiare seduto e composto per una questione di galateo, ma non prima che tu abbia finito il tuo piatto. Rinuncia a trovare delle motivazioni recondite al suo comportamento: a lui piace mangiare in corsa. Quindi limitati ad obbligarl… ehm… educarlo (la minaccia di saltare il dessert è un grande classico che funziona).

  • "Non colorarti le mani"

E perché? Ora i pennarelli per bambini sono formulati con materiali super-atossici, anallergici, lavabili, praticamente potresti usarli come grissini colorati per tagliare il tonno. Vuole fare body painting su se stesso? Nessun problema. Questo lo terrà impegnato giusto quei 20 minuti che ti servono a metterti lo smalto.

  • "Non tirare fuori tutto"

Tipico dei bambini alla ricerca di un tale giocattolo, spargere tutti quelli esistenti in giro per la camera, un po’ come fanno i mariti quando cercano proprio quella t-shirt che sta in fondo al cassetto. Come spezzare la catena? L'anello debole sono le mamme dei mariti che non solo gliele rimettevano a posto, le t-shirt, ma magari gliele ri-stiravano pure. Quando accenderai l’aspirapolvere roboante annunciando che è ora di pulire e disgraziatamente tutti i giochi che sono per terra subiranno una morte orribile, è molto probabile che i vostri figli si diano un gran daffare per rimettere tutto a posto. Potrebbe funzionare anche i mariti.

  • "Non puoi andare a scuola così!"

Di solito una delle battaglie più insensate delle mamme si gioca sulla moda bambini. La mamma vorrebbe che i figli andassero sempre a scuola puliti e in ordine, i figli vorrebbero andarci sporchi, con i pantaloni del pigiama e la loro maglietta preferita che è taglia 18 mesi (ora sono alle elementari). Chi. Se. Ne. Frega. Gli altri genitori e le maestre giudicheranno? Forse, solo il fatto ovvio che siete più intelligenti.

Quali sono le battaglie che avete scelto di non combattere con i vostri figli?
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0