gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Essere mamma: i primi e indimenticabili momenti

/pictures/20161103/essere-mamma-i-primi-e-indimenticabili-momenti-2278000996[2074]x[863]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Dal primo bagnetto al primo sorriso: essere mamma significa vivere tanti ed indimenticabili istanti da ricordare. Ecco tutti i momenti speciali che, dalla nascita del neonato, vogliamo ricordare per sempre

Momenti indimenticabili dell'essere mamma

E' arrivato un bebè e la casa si colora di emozione, gioia e amore. E abbiamo la macchina fotografica sempre a portata di mano per scattare decine di fotografie e per fissare nella memoria i momenti speciali, quelli che vanno assolutamente ricordati. I primi e magici momenti. Qualcosa di speciale per ogni mamma.

Le emozioni e l'orgoglio di essere mamma in 10 parole

E per le più nostalgiche c'è anche il cassetto dei ricordi: un cassetto o una scatola in cui ogni anno, o nei casi delle più nostalgiche ogni mese, viene conservato un oggetto legato ad un momento importante della sua vita. E quando arriva il giorno in cui si decide di aprire quella scatola o quel cassetto, riaffiorano emozioni, sorrisi, lacrime, e come in un film passano davanti agli occhi le scene più belle che avevamo dimenticato di aver vissuto. I nostri cassetti raccontano la nostra storia.

Il primo bagnetto

Il momento in cui si fa il primo bagnetto è molto emozionante per i genitori e per il piccolino. In genere si consiglia di aspettare che il moncone ombelicale sia caduto prima di fare il bagnetto al neonato a casa. Questo perché il moncone ombelicale si deve seccare e bagnandolo ci vuole più tempo prima che cada. Le ostetriche in ospedale riescono a far il bagnetto senza bagnare la parte intorno all'ombelico, ma per una mamma alla prima esperienza può non essere così semplice. Ma quando arriva il momento del primo bagnetto, sarete sicuramente pronte... anche con macchinetta fotografica o videocamera per riprendere questo istante.

Il primo incontro con il cagnolino

Per tutte le coppie che hanno un animale domestico, il momento in cui il cucciolo incontra il bebè è fondamentale. Anche con i cagnolini bisogna fare attenzione, per evitare qualsiasi gelosia nei confronti del nuovo arrivato. Ma con le attenzioni giuste, l'incontro tra il bambino ed il cagnolino potrà sicuramente essere speciale. E crescendo insieme al cagnolino, il nostro bimbo potrà avere un amico a 4 zampe che non lo abbandonerà mai.

Il primo sorriso

Il primo sorriso del nostro bambino può farci "sciogliere". Davanti ad un sorriso tutta la stanchezza si dimentica. Anche se la notte non ci fa dormire, anche se il giorno vorrebbe sempre stare in braccio, anche se non abbiamo nemmeno il tempo di fare una doccia lunga e rilassante, basta un semplice sorriso per farci dimenticare tutto. Dicono che i primi sorrisi, fatti con consapevolezza, non ci siano prima dei 2 mesi, ma a chi non è mai capitato di intravedere un sorriso del proprio bambino dopo poche settimane? Poco importa se, per gli esperti, sia solo un riflesso involontario, per la mamma è la cosa più bella del mondo.

Il suo sguardo adorante

Come ci guarda il nostro bambino, non ci guarda nessuno. Noi siamo le prime a guardare i neonati con uno sguardo adorante e vedere che loro ci ricambiano è un'emozione unica. Dopo la nascita il neonato ancora non vede distintamente il mondo che lo circonda. E' come se fosse miope e riesce a vedere chiaramente solo a una distanza di circa 20/25 cm dal suo viso. Ma questo basta, perché è la distanza che c'è tra il suo viso e quello della mamma che lo sta allattando. Quindi il neonato vede bene la mamma ed il suo sguardo adorante è proprio vero.

12 cose che non vogliamo i nostri figli dimentichino

Il vestitino preferito

Prima della nascita avete comprato decine e decine di vestitini? Capita (quasi) a tutte! Il problema è che crescono così in fretta che magari riusciremo a metterli solo una o due volte. Però pensate che bello poter vestire la bimba o il bimbo con il vestitino che abbiamo sempre sognato di fargli indossare! E ovviamente avranno una foto con ogni vestitino... per non dimenticare quanto erano piccoli. E, soprattutto se avete delle bambine, sbrigatevi a far indossare i vostri abitini preferiti, perché già quando avranno 2 anni, vorranno scegliere da sole cosa indossare.

La passeggiata col fratellino

E' arrivato un fratellino o una sorellina e si tratta di un momento molto delicato per il nostro primogenito. Per nove mesi avete temuto la reazione del primogenito, lo avete coinvolto nell'attesa e nell'organizzazione della casa per accogliere il nuovo nato, eppure non siete affatto sicure che tutto andrà per il meglio e che il primogenito sarà in grado di accogliere la novità nel modo migliore. E allora ecco che la prima volta che li vedrete dormire vicini, insieme, in armonia, oppure la prima volta che il primogenito lo bacerà in modo spontaneo senza che glielo chiediate, oppure la prima volta che il bambino spingerà il passeggino con il fratellino più piccolo: ecco quelli sono momenti indimenticabili che proverete a fissare con la fotocamera.

La prima foto di famiglia

Arriva un bambino e la famiglia si allarga. E' il momento giusto per fare la prima foto insieme. Per nove mesi abbiamo atteso l'arrivo del bebè, insieme al papà, con mille paure e mille dubbi: come sarà la nostra nuova vita? In che modo questo bambino entrerà nel nostro mondo? Ci unirà oppure ci allontanerà? E alla fine, in un attimo le paure sembrano sciogliersi quando siamo tutti insieme in un abbraccio d'amore e scattiamo la nostra prima fotografia di famiglia. Molti decidono di rivolgersi ad un fotografo professionista per qualche scatto indimenticabile da stampare e appendere sul muro oppure da conservare in un album dei ricordi. La prima foto insieme si può fare dopo qualche mese o in occasione di un evento speciale, come il battesimo. In questo modo avrete un ricordo bellissimo, che segna l'inizio di una nuova vita.

La prima passeggiata in macchina

La prima uscita in macchina, in realtà, arriva nel momento in cui tornerete a casa dall'ospedale. Ed è già emozionante, perché finalmente potrete portare a casa il vostro bambino. Navicella o ovetto? Come trasportare il piccolo in macchina? L'importante è che il bambino venga trasportato su un seggiolino o una navicella omologata, per garantire la sua sicurezza in auto.

La prima volta che si copre da solo

I primi tempi, il bambino non si muove molto da solo nel lettino. Spesso rimane nella posizione in cui lo mettiamo noi a dormire. Ma quando inizia a girarsi, si copre o si scopre da solo, ogni mamma capisce all'istante che il suo piccolo sta crescendo. E sale l'emozione. I primi mesi i bambini dovrebbero dormire a pancia in su. Poi arriva il momento in cui li ritroviamo a dormire a pancia in giù e le neomamme si spaventano e vorrebbero rimanere sveglie a controllarli. Ma state tranquille: molti pediatri dicono che nel momento in cui un bambino riesce a girarsi da solo, non c'è pericolo. E possiamo lasciarli fare senza preoccupazioni.

La sua nanna

Il bambino dorme e noi rimaniamo incantate ad osservare ogni suo piccolo respiro. Chi non l'ha mai fatto nei primi giorni a casa? Riusciamo a restare ore intere accanto alla sua culla a guardarlo senza annoiarci. Vedere questo piccolo bambino che dorme e sapere che è nostro è una delle prime emozioni per una mamma. Un vero e proprio miracolo della vita che si è realizzato. E non abbiamo voglia di perderlo di vista nemmeno per un istante, anche quando dorme.

Le mani che si toccano

Il bambino è nato da poco. Lo teniamo in braccio e lo accarezziamo. Lui (o lei) ci stringe un dito con tutta la sua piccola manina. Un semplice gesto che per noi diventa il momento più bello da quando siamo diventate mamme. Un gesto pieno di significato per noi e pieno di affetto. In quel movimento è rappresentato tutto l'amore che ci lega al bambino e tutta la sua fiducia nei nostri confronti. Il nostro bebè è diventato tutto il nostro mondo e noi siamo il suo mondo. Emozioni che non si dimenticano e che si rimpiangeranno quando cresceranno e magari non vorranno mostrare questi gesti di affetto per non sembrare piccoli.

 

 
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0