gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Le “vacanze” dei neogenitori

/pictures/20150304/le-vacanze-dei-neogenitori-3448252764[3660]x[1528]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Quando diventi genitore, scopri l'amore incondizionato e forse la vera felicità; ma, sotto un altro punto di vista, impari ad accontentarti di poco e semplici attività quotidiane, un tempo considerate normali e anche un po’ noiose, ora risultano gradevoli come delle piccole vacanze

Il tempo libero dei neogenitori

Il concetto di “tempo libero” si ridimensiona drasticamente una volta che diventi genitore. Serate con le amiche e in coppia senza figli, giocoforza si riducono a poche volte l’anno. In compenso, tutta una serie di incombenze ordinarie diventano momenti preziosissimi di quiete e solitudine.

  • Il dentista

Mezz’oretta canonica di ritardo da trascorrere su un comodo divanetto a leggere riviste o controllare la posta elettronica in silenzio. A seguire, un appuntamento con una persona che non si aspetta che tu parli o ti trasformi in un clown per intrattenerlo. Praticamente la mattinata perfetta.

gpt native-middle-foglia-famiglia

  • Il lavoro

C’è una ragione per il fatto che improvvisamente a lavoro siamo le prime ad arrivare e le ultime ad andare via. E non c’entra nulla con la produttività.

Come guadagnare nel tempo libero
  • Le undici di sera

Dormire o guardare la tv in pace o mangiare le patatine senza seminare il panico tra gli altri abitanti della casa? Oh dolce dilemma!

  • La palestra

Mai state così costanti con la palestra; la cosa incredibile è che rassodare i glutei e bruciare calorie costituiscono forse il 10% della nostra carica motivazionale.

  • Fare il bucato (nel weekend)

Meravigliose sessioni di mezz’ora nella lavanderia a piegare e stirare tutto il bucato della settimana la domenica pomeriggio, ascoltando musica con gli auricolari - anche allo scopo di isolarci acusticamente dal resto della famiglia.

  • Il pendolarismo

Il viaggio per raggiungere il luogo di lavoro improvvisamente cessa di essere una seccatura e diventa il nostro piccolo momento di pace per ascoltare la radio, la musica o decomprimere.

  • La doccia

Una doccia non la si nega a nessuno, no? E nessun maschio, per quanto pigro e refrattario all’idea di restare da solo con i bambini, negherebbe mai alla propria compagna il diritto a lavarsi, non foss’altro per il fatto che poche ore dopo ci dormirà insieme. Il momento in cui chiudiamo a chiave la porta del bagno, la felicità più assoluta si impadronisce di noi: non importa se l’acqua è fredda e se abbiamo finito il bagnoschiuma, siamo SOLE e lo scroscio dell’acqua copre le urla.

  • La spesa della settimana

Per gli amici senza figli dover fare la spesa della settimana il sabato mattina è pari ad una catastrofe naturale. Per la mamma che “non vorrai mica portarli dietro per la spesa grossa, no? Vado da sola, ci metto un attimo” è un modo piacevole di iniziare il weekend - e se c’è coda alla cassa, ancora meglio.

I segnali che ci dicono che abbiamo bisogno di più tempo libero
  • La degenza in ospedale per l’arrivo di un fratellino

Pochi giorni in cui altre persone si occupano di pulire la tua stanza, portarti da mangiare, badare a tuo figlio, mentre amici e parenti ti vengono a trovare carichi di regali, deliziosi dolcetti e chiacchiere interessanti. Un piccolo paradiso prima del “si ricomincia!”

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0