gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Il Natale..quello vero, di ogni mamma

Quando si pensa al Natale vengono in mente quelle immagini patinate delle riviste, ma le mamme sanno bene che la realtà è ben diversa dalla fantasia

Il Natale delle mamme

Quando si pensa al Natale vengono in mente quelle immagini patinate delle riviste in cui in una grande casa, perfettamente ordinata, la famiglia si riunisce attorno al focolare domestico per festeggiare l'arrivo dei doni. Di solito su questi magazine la mamma è un'abile creativa, le palle sull'albero alto due metri sono state create personalmente da lei andando a Burano a soffiare il vetro, mentre le decorazioni sono degne della Cappella Sistina. Per non parlare poi dei figli: quasi sempre biondi, pettinati e vestiti con gusto (senza macchie su golf e pantaloni).

Alt. Fermi tutti !  Noi genitori sappiamo che la realtà è ben diversa: per quanto ci si immagini un Natale almeno lontanamente simile a quello che vediamo su giornali e internet, inevitabilmente dobbiamo scontrarci con la verità. E qual è questa verità? La verità è che noi facciamo il possibile, sospesi in un equilibrio precario tra tutto ciò di cui dobbiamo occuparci.

Il Natale di una mamma comune e "imperfetta"
  • L'albero di Natale

Prendiamo ad esempio l'albero di Natale: ogni volta che ce lo immaginiamo alto e maestoso, con decorazioni cromaticamente abbinate al pavimento e alle pareti, apriamo gli occhi e vediamo il nostro. Mezzo storto, con palle e addobbi raffazzonati negli anni tutti di colori e forma diversa.

  • Le decorazioni di Natale

Se poi si hanno dei bambini piccoli che si affacciano ora nel favoloso mondo del gattonamento o del camminare, le decorazioni natalizie saranno una deliziosa attrattiva: tireranno finché nella migliore delle ipotesi non si staccherà qualche palla, nella cattiva un rumore sinistro vi avvertirà che tutto sta per cadere.

  • I biscotti di Natale

Si sa poi che le mamme vogliono accontentare i propri figli: anche se in cucina il loro grado di conoscenza è quello di far bollire l'acqua e cucinare una pasta in bianco, puntualmente provano a realizzare i biscotti fatti in casa. Ma non quelli di semplice pasta frolla, no: per Natale bisogna provare la casetta di pan di zenzero da costruire come se si fosse degli architetti. Il risultato? L'abitazione commestibile ha il tetto al posto delle fondamenta e i muri sono tutti storti. Non solo: il gusto non è quello del pan di zenzero, ma di cartone bruciato.

  • Il pranzo di Natale

Accade inoltre che i progetti che si hanno in mente per Natale possano andare in fumo e così al posto di un buon pranzetto succulento si festeggia a casa con il brodino. Niente è più attraente dei bambini per le varie malattie.

E' la Legge di Murphy: tutto ciò che può accadere accadrà. E di solito ciò ha il nome di varicella, gastroenterite, febbre. Ovviamente passate le festività i nani salteranno di qua e di là sul divano tutti felici senza ombra di virus, mentre voi sarete k.o.nel letto in preda ai brividi.

Il primo Natale con tuo figlio
  • I vestiti di Natale per bambini

Un'altra cosa che spesso fa scatenare soprattutto le madri di giubilo e gioia è poter far indossare ai propri bambini – soprattutto se sono ancora in fasce – delle tutine o dei vestiti con la scritta “Il mio primo Natale”. Quando si è neo mamme si è un po' ingenue e non si fanno i conti con la potenza della super cacca: proprio prima di uscire il neonato presenta una strana puzza e quando si cambierà il pannolino si scoprirà che la produzione intestinale del vostro bimbo avrà imbrattato calze, body, capelli e piedi. Porterà anche fortuna, ma per il pranzo natalizio una tuta e via.

E a proposito di idee che fanno scatenare gioia e giubilo: che non vi venga in mente di sottoporre i vostri figli alla foto con Babbo Natale. Se va bene ci sarà un labbro tremens, nel peggiore dei casi pianti inconsolabili e attacchi di convulsioni. Per il resto...Buon Natale a tutti.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0