gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Perché fare la mamma non è un lavoro

/pictures/20141103/perche-fare-la-mamma-non-e-un-lavoro-3714194498[3888]x[1619]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Ma siamo sicuri che fare la mamma può essere davvero definito un lavoro? Forse è la definizione stessa di "lavoro" ad essere sbagliata o quantomeno poco calzante.

FARE LA MAMMA NON E' UN MESTIERE - Si dice che fare la mamma sia il mestiere più duro al mondo. Ma forse è la definizione stessa di "lavoro" ad essere sbagliata o quantomeno poco calzante.

Probabilmente migliaia di mamme nel mondo si sono commosse nel vedere questo video. Un’agenzia pubblicitaria aveva pubblicato falsi annunci di lavoro, per poi proporre ai candidati, durante i colloqui in videochat, una professione dove l’orario è 24/24, non ci si può sedere, ne’ mangiare, etc. La parte divertente sta nelle reazioni scioccate dei candidati, fino ad arrivare alla "rivelazione" finale. 

  • Ma siamo sicuri che fare la mamma può essere davvero definito un lavoro?

Per fare le mamme non si viene pagate; il primo requisito affinchè un mestiere venga considerato tale, nel caso delle mamme, viene meno: non si percepisce uno stipendio. Certo, a parole viene forse riconosciuto dai nostri famigliari il fatto oggettivo che la mamma full-time permette di risparmiare su alcuni costi significativi nel menage familiare (tata, asilo, etc.) a fronte di un valore aggiunto più alto ma… Quel fatto che tu in fondo “non lavori”, che “sei mantenuta” aleggia nell’aria, e alcune persone, la percezione che tu trascorra le giornate nell’ozio ce l’hanno eccome.

Una mamma si dimette dal suo lavoro di casalinga. Il video parodia di Brenna
  • Gli orari delle mamme sono disumani

Il fatto che NON lavori poi funge da presupposto per tutta una serie di comportamenti che rendono il tuo ipotetico “orario di (non) lavoro” un qualcosa di disumano. Sei tu a fare le notti, senza eccezioni. Sei tu a stare in piedi a imboccare e servire mentre gli altri mangiano. Difficilmente hai diritto a un aiuto per le faccende domestiche. E se tutta la famiglia va a pranzo la domenica, indovina chi è la sola che mangia col bambino in braccio, o che si alza a rincorrerlo, o addirittura resta fuori a scarpinare col passeggino?

  • Il tempo libero è un'incognita

Rispetto a quanto descritto al punto precedente, le mamme che lavorano fuori casa potrebbero obbiettare che le mamme a tempo pieno hanno ad esempio la possibilità di fare una bella passeggiata, o shopping, anche durante i giorni feriali, per dire. Giusto? Dipende. Se ami il rischio, l’idea di andarti a provare quella maglia che desideri da tre settimane può essere un’idea. Realizzare che non ti sta bene nel momento stesso in cui lui ci rigurgita sopra, è un attimo.

  • Il capo è minorenne e psicopatico

Sul fatto che sia il capo si può discutere. Di fatto sei tu che dai le regole e i ritmi, ma stringi stringi il coltello dalla parte del manico ce l’ha lui. Difficile infatti sentire di avere il controllo quando sei in fila in posta da 40 minuti, arriva il tuo turno e lui inizia all’istante a urlare disperato, impedendoti persino di sentire la tua voce, mentre l’impiegata ti fissa interdetta e insieme alle folle di anziani frequentatori abituali del luogo, probabilmente all’unico scopo di scuotere la testa di fronte a scene del genere (“Ah, ai miei tempi…” I bambini nascevano senza audio, probabilmente.)

Figlio mio, ecco perchè lavoro
  • Essere presentabili è fuori discussione

Difficile trovare una professione dove potrebbe essere accettato il look a strati di pile e pantaloni del pigiama con annesse macchie diversificate e di dubbia provenienza. Il brutto è che dopo qualche anno inizi a pensare di essere veramente quella donna tristemente sciatta che vedi nello specchio.

Chi esce ogni giorno indossando un minimo di trucco e dignità non può capire. Per voi essere mamme può essere considerato un lavoro? O ci sono alcune differenze insormontabili?

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0