gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

In cosa la maternità ti rende una donna migliore

/pictures/20150922/in-cosa-la-maternita-ti-rende-una-donna-migliore-1559081756[2686]x[1120]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Ci vuole molta forza a resistere all'impatto di un bambino nella vita di una persona, ma nonostante la fatica, le ore di sonno perse, le arrabbiature, diventare mamma ci rende migliori

Diventare mamma, rende donne migliori

Niente esprime bene il diventare madri come la parola resilienza. A me piace nella sua prima accezione, quella della metallurgia: resiliente è infatti un metallo che riesce ad assorbire un urto particolarmente potente senza rompersi. Anche le mamme non sono fatte della stessa sostanza? Ci vuole molta forza a resistere all'impatto di un bambino nella vita di una persona. E' un essere minuto, fragile, che dipende da noi in tutto ma che si fa spazio nelle esistenze con la potenza di un gigante: è per questo che – nonostante la fatica, le ore di sonno perse, le arrabbiature - diventare mamma ci rende migliori.

Diventare mamma ti cambia la vita: ecco cosa vuol dire

Pensiamoci un po': prima di avere figli come lo impiegavamo il nostro tempo? Probabilmente ne perdevamo molto, non è vero? Certo, qualcuna potrà obiettare che ci si poteva dedicare molto di più a se stesse, ma ad un certo punto – e lo sappiamo tutte– arriva il momento in cui tutte le cose che ci piacevano di più come l' estestista, il parrucchiere, andare al cinema e a cena fuori non hanno più avuto la stessa importanza, perché mancava sempre qualcosa, un piccolo vuoto a cui non sapevamo dare una definizione.

  • Pronte ad accogliere

Ecco: è da lì che abbiamo incominciato a ragionare da madri, anche se ancora non lo sapevamo. Siamo diventate pronte ad accogliere.

  • Avere più cura di noi stesse

Quando finalmente anche il nostro ventre è diventato un luogo caldo in cui crescere, essere incinte ci ha portato ad avere più cura di noi stesse: abbiamo incominciato a renderci conto di non essere più sole. Allora abbiamo iniziato a mangiare con più attenzione, abbiamo smesso di fumare, abbiamo persino incominciato a fare un po' di esercizio se prima eravamo pigre. Abbiamo accarezzato per ore il pancione, gli abbiamo parlato, lo abbiamo sognato sempre più grande. Madre Teresa di Calcutta diceva:

È nel momento in cui si accetta, in cui si fa il dono di sé, che si è sicuri della fede

Noi mamme possiamo dire:

E' nel momento in cui si si fa dono di sé che si è sicuri dell'amore

  • L'amore ti mette alla prova

L'amore tra mamma e bambino, il mistero più grande. E una volta che il nostro bimbo è nato, che lo guardiamo negli occhi e lui anche se ancora non vede bene sa – non si sa come ma sa – che tu sei l'unica mamma che può avere, perché ti ha riconosciuta, allora ti rendi conto che sei davvero pronta a camminare insieme. Non significa che la strada sarà semplice perché l'amore – esattamente come la fede – ti mette alla prova e ci saranno dei momenti in cui saremo stanche e non ne potremo più e allora ci torneranno alla mente l'estetista e il parrucchiere e le cene fuori e il cinema. Ma se fosse un amore facile allora non sarebbe amore.

I dieci momenti capitali della maternità
  • I figli insegnano a vivere

I nostri figli diventano il punto di vista sul mondo. Non smetteremo più di chiederci se siamo sulla strada giusta, se crescono sereni. Loro sono i nostri capi, i nostri giudici, i nostri barometri emozionali. Se non stanno bene anche noi non staremo bene; quando ci sorridono mangiando una pesca dicendoci che è la cosa più buona che abbiano mai mangiato, sappiamo che ad insegnarci a vivere sono loro, non noi.  Diventiamo migliori come esseri umani grazie ad una piccola persona che sgambetta felice per il profumo dei fiori e l'odore della pioggia.

  • Facciamo i conti con noi stesse

Quando diventiamo madri dobbiamo fare i conti con noi stesse: impariamo dai nostri figli che qualora avessimo dei limiti possiamo superarli (chi prima di averne pensava che sarebbe stata in grado di reggere anche un mese di fila dormendo al massimo due ore?), che il nostro rapporto è un labor limae, un lavoro di limatura, come dicevano gli antichi. Smussare gli angoli per capire, provare, non capire e riprovare che cosa si può fare quando non dormono o fanno i capricci.

  • Aumenta la nostra autostima

Anche dal punto di vista lavorativo – nonostante ciò che pensano molti capi – essere madri è un valore aggiunto. Ci permette di ottimizzare i tempi, di organizzare meglio, di essere flessibili, tutte competenze che impariamo a sviluppare con i nostri bambini. Ci stupiamo di quanto possiamo essere in gamba, perché essere madri ci aiuta a sviluppare la nostra autostima. In fondo se impariamo a gestire un bimbo in fasce, possiamo conquistare anche un amministratore delegato.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0