gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Le tipiche situazioni in cui i nostri bambini ci vedono come una mamma-mostro

/pictures/20160516/le-tipiche-situazioni-in-cui-i-nostri-bambini-ci-vedono-come-una-mamma-mostro-1953241577[4076]x[1697]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Le mamme mostro: da angeli amorevoli che si prendono cura dei bambini a streghe cattive e crudeli. Ecco come ci vedono i nostri figli...

Mamme mostro

Vedere la vita attraverso gli occhi dei nostri figli a volte significa anche constatare che certe scelte o azioni (magari atte a proteggerli!) per loro ci rendono una mamma mostro, una strega cattiva e crudele che, per fortuna, ben presto lascerà il posto all’angelo amorevole che si prende cura di loro!

  • Quando si dice tarpare le ali

Piove a dirotto; vai a prenderlo a scuola spingendo con una mano il passeggino dove giace il piccolo imbacuccato e urlante, con l’altra reggendo un ombrello che sembra sul punto di spezzarsi all’ennesima folata di vento. Dopo quelle che ti sembrano ore di agonia (il piccolo piange ininterrottamente, il grande non riesce a stare sotto l’ombrello, ma solo a ficcartelo in un occhio) riesci in qualche modo a raggiungere l’abitazione con entrambi i bambini semi-asciutti (mentre tu ovviamente sei fradicia) e lui esclama “Ma mamma! Mi avevi promesso che dopo la scuola andavamo a comprare le figurine!” “Ma tesoro! Non vedi che diluvia e la tua sorellina/fratellino deve mangiare/dormire, e l’edicola è dall’altra parte della città?!?!” Magari non replica. Ma il suo sguardo sta dicendo “vergognati”.

  • Abuso di potere

Non si possono mangiare le caramelle fuori pasto. Non si può scegliere nulla di buono al supermercato. Non si possono ricevere giocattoli degni di questo nome se non è il tuo compleanno. E se usi un tuo gioco come arma contundente verso i fratelli minori, ti viene confiscato. La dittatura delle madri è una piaga della nostra società.

  • Sfacciata ipocrisia

Tu puoi usare il cellulare come e quanto vuoi; sì, ti vedono che rispondi ogni volta che squilla, che controlli le mail sulla panchina del parco e che scambi messaggi con le amiche in uno dei “rari” momenti di calma. A loro, non è concesso nemmeno toccarlo. Solo perché una volta è accidentalmente caduto del water.

  • Prepotenze a non finire

A titolo esemplificativo e non esaustivo: obbligare, anche con urla e minacce, a sottoporsi al cambio del pannolino ad ogni odore sospetto; invitare amici vostri al SUO compleanno; decidere che questo è il momento di fare il sonnellino, quell’altro del pasto e, beninteso, MAI che ci sia un pasto senza odiosi pezzetti verdi ovunque.

  • Spudorate bugie

Se mangi le polpette diventi più forte. Se impari a condividere i tuoi giocattoli avrai più amici. Non puoi bere lo sciroppo al lampone se non sei malato. Si, tra dieci minuti andiamo a dormire anche noi. Quando si dice vivere nella menzogna.

Le bugie più assurde e divertenti che raccontiamo ai bambini
  • Soluzioni di comodo

Come comprare un peluche a forma di pinguino in sostituzione del pinguino vero che era stato richiesto. Rifiutare di invitare a cena i cinque amichetti del playdate con i loro genitori e fratelli solo perché “non mi sono organizzata”. Tirare fuori i vestiti la sera prima di modo che il giorno dopo non ci sia posibilità di scelta. E a questo proposito…

  • Ma come ti vesti???

Il cattivo gusto della mamma-mostro è ben noto. Basta guardarla quando si aggira nei negozi zeppi di ogni tesoro (abiti da principesse, cufie da spiderman, borse a forma di unicorno di peluches) e dopo ore di oculata riflessione, ne esce con due tristissimi completi leggings e maglietta. La Tristezza.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0