gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

La maternità attraverso Facebook

Su Facebook tutti sembrano più belli, in una parola perfetti: e chi non ha ancora figli potrebbe trarne una visione della maternità un tantino distorta. Ecco alcuni dei casi più tipici

ESSERE MAMMA SU FACEBOOK - Su Facebook tutti sembrano più belli, giovani, brillanti, in una parola perfetti: e chi non ha ancora figli potrebbe trarne una visione della maternità un tantino distorta. Ecco alcuni dei casi più tipici.
E mi riferisco alle moltitudini di mamme che, a cadenza settimanale, postano una frase del tipo “sono cinque anni che non dormo di notte”.

  • Mamme mutanti
    I figli delle mamme Facebook-addicted non fanno la cacca. O forse la fanno profumata, come suggerirebbero le foto che ritraggono genitrici intente a baciare con affetto i sederini immacolati dei loro figli, privi di naturale regolarità.
  • La cacca? Non pervenuta
    Altrettanto tipiche le scene poetico-bucoliche del bambino ai giardini, in beata fusione con la natura. Finchè un altro bambino non gli porta via il pallone e il tutto si conclude con una rissa da antologia (anche tra le rispettive mamme.)
  • Glamour lifestyle ai giardini
    Ma che carino il bimbo di un anno che prova a mangiare da solo e combina un disastro. Peccato che ci si dimentica sempre di postare la mamma sciatta e sudata che scrosta le stelline dal seggiolone per tutto il pomeriggio.
  • La pappa sbrodolata è divertente
    Il parto e la degenza all’ospedale sembrano più salutari della beauty farm: nella selfie scattata il giorno della dimissione la nostra eroina sembra ringiovanita di vent’anni, ha avuto il tempo di truccarsi e di vestirsi all’ultima moda. A vederla, chiunque avrebbe voglia di farsi ingravidare ASAP!

 

  • Vacanze!
    Nel periodo estivo, spopolano su Facebook le foto delle vacanze; bambini allegri in spiaggia che costruiscono elaborati manieri di sabbia o nuotano felici con i loro braccioli, mentre le mamme li immortalano standosene comodamente sdraiate sui loro lettini. In realtà, autorevoli statistiche hanno stimato che il tempo medio di permanenza sul lettino di una mamma con figli è di 18 secondi al giorno.
  • Celestiale allattamento
    Su Facebook sono implicitamente proibite espressioni come “ragadi” “mastite” o “bambino che col primo dentino pensa bene di azzannarmi una tetta.”
  • Piccoli artisti crescono
    Le mamme più avanti non postano le foto dei bambini, ma quelle dei loro capolavori, come fogli a due piazze zeppi di piedini e manine colorati. Non postano invece la foto del secchio della vernice rovesciato sul parquet, da pulire con il bambino urlante attaccato alla gamba.
Le 10 cose più noiose che fanno le mamme su Facebook
  • Adorabili papà
    Su Facebook ci sono papà così cool da cambiare persino il pannolino (una o due volte all’anno, quindi ci sta anche lo scatto ricordo). La foto mancante è quella che ritrae il bambino in una pozzanghera marrone dopo che il pannolino gli è stato messo al contrario e/o slacciato.


Per voi quali sono le cose più improbabili e inverosimili postate su Facebook dalle neomamme?

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0