gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Come permettersi di diventare una “mamma a tempo pieno”

Desideri essere una mamma a tempo pieno? Ecco qualche consiglio per fare il punto della situazione e decidere cosa è meglio fare

Mamma a tempo pieno

Fare la mamma a tempo pieno non è una possibilità da scartare a priori perché, apparentemente, non ci sono i presupposti.

Se il nostro desiderio è restare a casa ad occuparci dei bambini, forse è possibile realizzare questo sogno mettendo a frutto creatività e risorse.

  • Trovare un lavoro da svolgere da casa

La prima possibilità è quella di svolgere la nostra professione da casa o, se ciò è impraticabile, trovare un altro lavoro adatto allo scopo, come fare la rappresentante di prodotti, essere consulente virtuale, reinventarsi in uno dei tanti lavori che internet offre o ancora far assistenza all’infanzia all'interno della propria abitazione.

  • Iniziare a tagliare una spesa importante

Da mamme casalinghe, quanto sarà necessario avere un’auto nostra? La macchina rappresenta una spesa non indifferente nel budget familiare, tra costi fissi, benzina, riparazioni… Forse è possibile arrangiarsi con una sola auto in famiglia oppure cambiare la nostra con un modello meno costoso in termini di valore e consumi.

Mamma casalinga VS mamma che lavora
  • Darci dentro con l’handmade

Questa può essere una buona occasione per imparare a cucinare in modo sano (ed economico) evitando cibi d’asporto o pasti pronti, partendo dalle materie prime e centellinando pranzi e cene fuori. Questo a tutto vantaggio della salute e del portafogli.

  • La spesa

Restando a casa avremo molto più tempo per “curare” le offerte speciali dei vari supermercati, utilizzare i coupon e in generale fare una spesa oculata, organizzandoci settimana per settimana con un menu che tenga conto delle promozioni in corso. Avremo anche modo di scoprire quali sono i prodotti non di marca effettivamente buoni quanto quelli più blasonati, e di sperimentare mille modi per creare detergenti per la casa economicissimi e ecologici.

 

  • No ai lussi (leggi sprechi)

Quanto è importante per noi restare a casa a fare le mamme? E’ giusto valutare se saremo in grado di sacrificare piccoli e grandi lussi e sfizi: lo shopping prima di tutto, ma anche la colazione al bar, l’estetista, etc. C’è anche da considerare che, senza andare al lavoro ogni giorno, non avremo bisogno di tanti abiti nuovi, prodotti per la bellezza, etc. Tutto sta a capire se il gioco vale la candela, il che è una scelta del tutto personale.

  • Fare un conto economico

A questo punto, armiamoci di pazienza e facciamo un calcolo approssimativo di quanto costerebbe alla nostra famiglia la rinuncia alla professione fuori casa. Prendiamo il nostro ultimo stipendio e sottraiamo i costi di nido e baby sitter. Sottraiamo anche i costi di pranzi e spuntini fuori, abbigliamento, benzina e quant’altro, comprese eventuali entrate da un lavoro da svolgere da casa. Potremmo scoprire che la cifra che rimane non è poi così alta come pensavamo.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0