gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Lista semiseria delle piccole cose che solo un genitore può apprezzare

Piccolo elenco delle cose che scopriamo essere gratificanti solo dopo essere diventate mamme

Essere genitori ci insegna ad apprezzare infinitamente alcune piccole cose. In certi momenti una provvidenziale salvietta umidificata per neonati ci risulta più gradita che una borsa firmata; e un sonnellino imprevisto e fuori orario ci riempie di pace e di gratitudine come un tempo nemmeno un viaggio alle Maldive. Abbiamo raccolto da alcuni forum le piccole cose più apprezzate dai neogenitori.

Le salviettine umidificate
Come si diceva, le salviette umide e igienizzanti sono un dispositivo di emergenza che non si apprezza veramente finchè non si diventa genitori. Servono a pulire mani, naso, ciuccio, biberon, ma anche trucco colato della mamma in preda a una crisi isterica.

La cacca
Presto o tardi anche noi ci ritroviamo a nutrire le schiere dei celebranti della cacca dei propri figli. All'inizio cerchiamo di distinguerci e darci un tono ("ridicole quelle che diventate mamme non parlano d'altro che di cacca e creme per il sedere!"), ma poi, dopo il primo episodio di stitichezza o di malattia, ci ritroviamo a vantare pubblicamente la ritrovata regolarità intestinale del nostro pupo, con tanto di dettagli su colore, odore e consistenza del prodotto.

I ristoranti rumorosi
Certo, per due innamorati o una coppia di amiche in vena di confidenze è molto meglio il locale silenzioso. Ma aggiungiamo uno o due pargoli e già la scelta cambia drasticamente: più c'è baccano in partenza, più nessuno potrà lamentarsi di quello prodotto da noi!
E poi, rumore o no, l'idea di non dover spignattare (preparando magari 10 cose diverse per accontentare tutti) e lavare poi montagne di piatti ci riempie di gioia a prescindere, anche se si tratta di una cena ipercalorica in un fast food o di un tedioso pranzo con i parenti, a cui solo pochi anni fa non avremmo preso parte nemmeno sotto tortura.

Mangiare seduti
…e, anche senza andare al ristorante, è meraviglioso ogni tanto poter mangiare seduti e con calma. Perché dopo aver lungamente imboccato il pargolo e prima di iniziare le lunghe operazioni di pulizia spesso optiamo per sostituire un pasto degno di questo nome con il veloce ingerimento di avanzi a casaccio.

La mamma saccente
La nostra mamma diventata nonna non cessa di essere l'adorabile rompiscatole che da' consigli su tutto, ma questo difetto è ampiamente compensato dal fatto che senza di lei in alcuni momenti avremmo rischiato l'esaurimento nervoso; è l'unica persona che non ci vergogniamo a chiamare quando ci ritroviamo esauste e in lacrime, con il bambino urlante e una tonnellata di bucato da stirare.

Il venerdì sera a casa
Se ogni tanto ci sforziamo di trascinarci fuori con le amiche il venerdì sera al grido di "Sono mamma ma non per questo rinuncio ad una vita sociale!", la volta che decidiamo di restare a casa e alle nove di sera siamo già in ciabatte e pigiama davanti alla televisione, tutto il nostro essere trasuda sonnolenta gratitudine.

Il piatto pulito
Nonostante tutti i libri letti e gli esperti consultati, non riusciamo proprio a non godere immensamente quando il nostro bambino finisce con gusto tutto quello che ha nel piatto.

I giocattoli rumorosi
Le insopportabili musichette dei giochi per bambini ora sono diventate celestiali melodie, se ci permettono qualche breve minuto di libertà mentre il pupo si diverte a percuotere in sequenza tutti i pulsanti.

E per voi quali sono le piccole cose che la maternità fa apprezzare?

Laura Losito

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0