gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Le cose che i nostri bambini non sanno di noi

/pictures/20160909/le-cose-che-i-nostri-bambini-non-sanno-di-noi-1039012953[1628]x[680]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

"Cosa vorrei che mio figlio sapesse..." : perché ci sono alcune cose che vorremmo poter spiegare ai nostri figli, soprattutto quando abbiamo l'impressione che non ci capiscano

Cosa vorrei che mio figlio sapesse...

Non si capisce veramente cosa significa essere mamma finché non lo diventiamo noi stesse, e la genitorialità non ci cambia nel profondo e per sempre; nessuna sorpresa, quindi, se a volte abbiamo l’impressione che i nostri bambini non ci capiscano. Tuttavia, ci sono alcune cose che vorremmo tanto poter spiegare loro.

  • Li amiamo più di quanto possiamo esprimere...

... E spesso, più di quanto riusciamo a dimostrare; la genitorialità è navigare a vista in acque turbolente, pensando ogni giorno di poter fare di meglio, e sbagliando spessissimo: l’unica volta in cui sei convinta di sapere tutto sui bambini è prima di averne. Loro non sanno chi eravamo prima, non sanno quali sono le cose che amavamo fare e che per scelta abbiamo accantonato senza nemmeno pensarci, perché sapevamo di dover essere lì per loro: da un momento all’altro sono diventati la cosa più importante e più bella, e il primo e ultimo pensiero di ogni giornata.

L'alfabeto della mamma
  • Li amiamo anche se non sono perfetti

“Mamma, sono stato cattivo?” Chissà se si rendono conto appieno che questo, in fondo, non fa alcuna differenza. Li sgridiamo e impartiamo punizioni per questioni educative, o di sicurezza fisica, o di salute o per mille altri motivi. Ma qualsiasi cosa abbiano fatto, restano sempre i nostri bambini.

  • Sappiamo di non essere AFFATTO perfette

Ogni volta che sono “cattivi” pensiamo che è colpa nostra. Non solo sappiamo bene di non essere mamme perfette, ma aspiriamo drammaticamente ad esserlo, ogni giorno di più. Siamo le nostre critiche più spietate e forse i nostri bambini non sapranno mai dei tragitti in macchina dall’asilo al lavoro fatti piangendo per aver alzato la voce anche stamattina. Ma ogni giorno sappiamo anche che dobbiamo perdonarci per andare avanti.

  • Li guardiamo mentre dormono

A loro sembra che non vediamo l’ora di metterli a letto per levarceli di torno, e in parte, ammettiamolo, è proprio così. Ma amiamo anche molto osservarli mente dormono angelici: sembrano tornati ad essere i neonati che stringevamo tra le braccia, tanti anni fa che sembrano passati da un secondo.

  • Vorremmo solo essere al loro posto quando sono malati

Il bambino a casa malato genera un sacco di problemi pratici, ma la cosa che più ci manda fuori di testa è vederlo triste, abbattuto, sofferente. Daremmo qualsiasi cosa per fare cambio, anche se noi da malate continuiamo ad andare al lavoro e tutto il resto.

  • Abbiamo una paura tremenda del passare del tempo

Oggi, quando ci capita qualcosa di brutto ci basta prendere i nostri bambini tra le braccia e assaporarne il calore e l’odore che ci calmano come niente al mondo. Ma un domani diventeranno adulti e se ne andranno; noi saremo anziane signore con le rughe e non vorremo mai diventare come quelle madri che tarpano le ali ai figli, diventando un peso e incatenandoli con i sensi di colpa. Ma sarà dura abituarsi a non averli più intorno.

Quali sono le cose che vorreste che i vostri bambini sapessero di voi e capissero?
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0