gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

10 cose che una mamma non dovrebbe mai dire alla sua bambina

/pictures/20150120/10-cose-che-una-mamma-non-dovrebbe-mai-dire-alla-sua-bambina-2652906625[4349]x[1810]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Una mamma rappresenta l’intero universo per la sua bambina piccola: niente conta di più di quello che pensa o dice di lei

Frasi da non dire a una bambina

Persino da adulte le critiche delle nostre madri ci demoralizzano, o ci fanno infuriare, o comunque provocano in noi reazioni forti: è difficile restare completamente insensibili al giudizio di chi ci ha dato alla luce. Figuriamoci per le nostre bambine: noi siamo il loro mondo.

Quindi, niente scivoloni: talvolta per distrazione, superficialità o cattivi esempi, ce ne usciamo con frasi o idee inopportune.

gpt native-middle-foglia-famiglia

“Sii femminile.”

Ci sono molti modi per esprimere un concetto che è sbagliato, e anche piuttosto retrogrado: dall’accusare la piccola di “essere un maschiaccio” con tono dispregiativo, allo sgridarla per comportamenti fisici e chiassosi tirando in ballo la storia della femminilità come valore supremo. E’ solo una bambina; magari vuole semplicemente divertirsi, sperimentare, oppure è davvero “un maschiaccio” e lo sarà sempre. In entrambi i casi, è un suo diritto esprimere se’ stessa nei limiti della civiltà e della buona educazione.

Rapporto fusionale tra madre e figlia: cos'è e quali sono i rischi

“Non puoi.”

Qualsiasi ambizione della bambina va sempre incoraggiata: Marie Curie, Margaret Tatcher, Margherita Hack e la regina Elisabetta sono solo alcune delle grandi donne della storia che si sono distinte in mestieri "da maschi".

“Non sei bella.”

Probabilmente nessuna mamma direbbe esplicitamente alla propria figlia che è brutta, ma bisogna anche fare attenzione a mezze frasi, gesti e atteggiamenti che potrebbero farle pensare di non essere abbastanza; che non la consideriamo bella come la sorellina, la cuginetta, l’amichetta del parco, etc. Anche per una bambina di pochi anni, si possono creare ferite difficili da rimarginare.

“Non ce la farai mai.”

A volte diciamo qualcosa del genere a fin di bene, per evitare alla bambina frustrazione e delusioni mentre la vediamo alla prese con un’incombenza che non è alla sua portata. Ma subire un insuccesso è il male minore: partire col preconcetto di non potercela fare crea un modello di pensiero negativo nella sua mente. Ben presto capirà che ci sono molte cose che non riuscirà “mai” a fare, e un giorno, forse, smetterà di provarci.

“Questo ti farà ingrassare.”

Coi bambini bisogna fare grande attenzione all’argomento cibo in tutti i suoi aspetti, ma una dieta sana risolve la stragrande maggioranza dei problemi. Una bambina può mangiare quanto vuole, fino alla completa sazietà, se in tavola ci sono solo cibi sani, leggeri e nutrienti. Il risultato estetico è solo dettaglio: insegnamo loro che mangiare bene è una questione di salute, non di giovita.

10 cose che un papà di una figlia deve sapere

“Questo non si dice.”

A parte le parolacce e la maleducazione, una bambina deve essere libera di esprimere la sua opinione, qualunque essa sia: raccontarle che certe cose “non si dicono” è come orientarla a non avere un parere.

“Non ti sporcare.”

Un divieto del genere è particolarmente ingiusto se non vale per il fratellino o per gli amichetti maschi. Ai bambini deve essere concesso sperimentare: se ci pensiamo, tra i ricordi più belli che tutti abbiamo della nostra infanzia ci sono quasi immancabilmente i salti nelle pozzanghere o la pittura con le dita! Vestiamola in modo adeguato e lasciamola vivere.

“Cosa penseranno le altre bambine?”

La bambina va incoraggiata a prendere le sue decisioni sulla base di ciò che pensa lei, non gli altri, e ad affrontare a testa alta le eventuali conseguenze del suo anticonformismo.

“Non fare quella faccia.”

“Arrivano gli ospiti, sorridi!” “Non ti vorrai far vedere da tuo padre con quella brutta faccia!” “Farai proprio la figura della bambina capricciosa.” Essere costretti a nascondere i propri sentimenti perché la situazione lo richiede, è un aspetto parecchio deprimente della vita adulta: lo sappiamo tutti che occultare un dolore o un’arrabbiatura dietro un falso sorriso fa sentire solo peggio. Almeno da bambine, lasciamole libere di esprimere il loro disagio.

La lettera di un papà alla propria figlia

“Non essere scortese.”

Non è che una donna (o una piccola donna) debba essere sempre dolce e gentile in qualsiasi circostanza, anche se ad esempio ha appena subito un torto da parte di una coetanea. A volte è la vita stessa che ci chiede di essere scortesi, per non essere sopraffatte. Almeno tra amichette della stessa età, lasciamo che se la vedano da sole.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0