Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Cosa non dire ad una madre sull’orlo di una crisi di nervi

Quali sono i commenti e le frasi che amici, conoscenti ed anche perfetti estranei dispensano a piene mani proprio quando non dovrebbero?

I periodi negativi, quelli dove ci sembra di vedere tutto nero, capitano a tutti, a maggior ragione se si fa la mamma. Vuoi perché tuo figlio la notte preferisce stare alzato a tirare calci ad un pallone, vuoi perché il tuo capo è isterico ed urla ogni 5 minuti e appena giungi a casa trovi ad accoglierti il tuo amato frugoletto che cerca di imitare l’urlo di Tarzan nel bel mezzo del salotto, vuoi perché hai 10.000 cose da fare e nessuno che ti da una mano, insomma, siamo oneste, capita a tutte noi di essere stanche, spossate, con i nervi a fior di pelle. In questi attimi bui, dove vorremmo rinchiuderci nello sgabuzzino delle scope per una decina di minuti, nel silenzio assoluto per riprendere fiato, cosa ci infastidisce maggiormente? Quali sono i commenti e le frasi che amici, conoscenti ed anche perfetti estranei dispensano a piene mani?

Eccone una piccola carrellata:

Ti vedo sciupata, avresti bisogno di una bella dormita\di un nuovo taglio di capelli\di un restyling completo Sì, oggettivamente la persona in questione ha perfettamente ragione, ormai non dormite da una settimana e le vostre occhiaie vi fanno assomigliare ad un panda e nemmeno il migliore dei fondotinta riesce a sistemare la situazione, perché rincarare la dose? Anche a voi piacerebbe tanto poter andare una settimana in una spa e rigenerarvi completamente, ma dato che non potete farlo, dato che vostro marito dorme come un ghiro e non sente il bimbo che grida, la notte toccherà alzarvi ancora a voi, e magari gli unici attimi liberi che avete preferite sfruttarli gettandovi a peso morto sul divano (addormentandovi immediatamente), piuttosto che farvi la ceretta o una bella piega casalinga.

Perché non fai un altro figlio? Io posso capire che in Italia la natalità sia in calo, però, ammettiamolo, quando si hanno i “5 minuti” non si ha nessuna voglia di discutere di pianificazione famigliare con un perfetto estraneo. Magari il secondo figlio lo cercate, ma non arriva, e tutti i mesi siete lì con stick, termometro e rapporti sessuali mirati, sì, vorreste gridare, io il secondo figlio lo voglio, ma se non resto incinta? Oppure, il caso opposto, la cicogna è lì che bussa alla vostra porta ma voi non le volete assolutamente aprire, state benissimo così, non desiderate una nuova gravidanza, vuoi perché avete un nuovo lavoro, oppure perché non basterebbero i soldi, o più semplicemente perché il vostro piccolino è ancora piccolo e desiderate dedicare a lui tutte le vostre energie.
Dovresti metterti a dieta, questa frase è molto pericolosa per chi la pronuncia, si rischia davvero di beccarsi un pugno in faccia, una neo mamma è normale che sia ancora un po’ burrosa, è normale che magari non riesca più  ad essere tonica come prima della gravidanza, insomma, ci vuole un po’ di tempo e nessuna di noi ha a casa personal trainer, dietologi e massaggiatrici che possono seguire ogni nostro passo sulla via della tonicità e dell’assenza di cellulite, e poi, diciamolo pure, quando piacciamo a noi stesse e al nostro uomo, siamo già più che soddisfatte.

Dovresti prendertela più con calma
, in realtà è vero, lo sapete pure voi che la strada che state percorrendo vi condurrà all’esaurimento nervoso o vi verrà una bella gastrite, ma che dovete farci se in questo preciso momento avete tantissime cose da fare? Non è certo colpa vostra se in una settimana vostro figlio ha beccato la varicella, vostro marito s’è rotto il polso, vostra suocera si è autoinvitata a casa vostra, la macchina si è rotta e voi dovete girare come una trottola per far funzionare il tutto.

Tu si che hai tempo, come facciano poi a sapere quanto tempo avete a vostra disposizione è un vero mistero, o vi seguono e vi spiano in casa, e allora dovreste preoccuparti, oppure chi avete davanti sta parlando solo per dare aria alla bocca. Essere madri, magari casalinghe o con un part-time, non significa non fare nulla tutto il giorni, anzi, con un bimbo piccolo c’è sempre qualche incombenza a cui far fronte e capita spesso che la mamma non abbia nemmeno 5 minuti per sedersi a riposare.


Fortuna che c’è tua mamma\suocera\zia a darti una mano, nel 99% dei casi quando sentite questa frase vi viene l’orticaria, perché probabilmente non avete nessuno che vi dia una mano, altrimenti non sareste sull’orlo di una “crisi di nervi”, i cari parenti che con la nascita di un pupo vengono a trovarvi spesso, non solo non alzano un dito per dare una mano, ma pretendono pure di sedersi, sorseggiare un caffè e fare conversazione brillante, non importa se voi avete ancora il letto da rifare, avreste bisogno di una doccia e il vostro frigorifero contiene solo latte in polvere e omogeneizzati, dovrete arrangiarvi da sole.

Perché non ti cerchi o non cambi lavoro? Ecco, forse lei cara signora non lo sa, ma la mamma in questione vorrebbe davvero trovarlo un lavoro, anche semplicemente per guadagnare due soldini e per far valere il tanto sudato titolo di studio, eppure, non so se l’ha notato, c’è la crisi, e trovare un impiego che si adatti alle esigenze di una mamma è un’impresa titanica. Vuoi perché appena ti presenti per un colloquio di lavoro, prima ancora di controllare le tue credenziali, ti squadrano da capo a piedi e poi scatta la domanda “Lei ha figli?”, e tu sei lì che ammicchi e non sai che rispondere e allora abbozzi la fatidica frase, che 9 volte su 10 ti preclude l’assunzione “Beh, sì, ho un figlio….”
Eccolo, lo vedete arrivare è il classico sorrisetto di circostanza che la persona davanti a voi vi sta rivolgendo, poi vi congeda con un “Le faremo sapere”, da lì in poi, il nulla. Non importa che voi abbiate un diploma, la laurea o che sappiate parlare 3 o 4 lingue, per una mamma trovare un nuovo lavoro non è semplice e nessuno deve farvelo pesare, siete già abbastanza irritate per conto vostro.

Chiara Zambelli