gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Domande stupide da non fare mai ai neo genitori

Alcune domande sono da evitare nella maniera più assoluta se volete essere d'aiuto agli spaesati genitori

DOMANDE DA NON FARE A UNA NEOMAMMA - Quando nascono una nuova mamma e un nuovo papà, le persone che li circondano – più spesso le rispettive madri, ma anche le amiche, i vicini di casa, il giornalaio o chiunque abiti vicino a loro nel raggio di qualche chilometro – si scoprono improvvisamente ricche di consigli da elargire, anche se questi non sempre sono richiesti (diciamoci la verità).

Il “caso” peggiore è però quello di coloro che non hanno figli e che, appunto, pur non avendo esperienza diretta, si sentono comunque liberi di dare il proprio parere con assoluta certezza. Alcune domande sono comunque da evitare nella maniera più assoluta se volete essere d'aiuto agli spaesati genitori: ecco quindi quello che non si deve mai pronunciare, pena il rischio di vedersi tirare qualche scarpa in pieno viso. 

Le domande da non fare ovvero: Di nuovo incinta?
  • “Sembrate stanchi, perché non vi fate una bella dormita stasera?”

Come se fosse semplice! I neonati non hanno assolutamente idea di quale sia il ritmo sonno-veglia, per il fatto che nel ventre materno potevano fare quello che volevano quando volevano. I primi tempi tendono a riprodurre questa modalità anche fuori dall'utero e così possono avere fame o le coliche anche ogni 2 ore: non importa se sono le 3 del mattino e voi vi addormentereste all'istante.

Le frasi da non dire ad una neomamma che dorme con te
  •  “Cos'è quella macchia sul tuo maglione?”

E' rigurgito. Probabilmente ci sarà anche domani, magari non sulla maglietta, ma sui pantaloni. I primi tempi non si può pretendere di essere madri con la messa in piega perfetta, perché il rigurgito potrebbe rovinare pure quella.

  • “Il bambino piange molto?”

A meno che non si abbia a che fare con un neonato da manuale, ebbene sì, purtroppo piange. Piange perché non sa dire “oddio, mamma cambiami perché ho fatto la cacca” e l'unico modo per comunicarlo è il pianto. Piange perché ha fame, perché ha mal di pancia, perché ha sonno e non riesce a dormire. A volte anche i genitori piangono perché non sanno per quale motivo il loro piccolo batuffolo li sta tenendo in piedi da ore nonostante sia cambiato, abbia mangiato e stia ricevendo le coccole.

10 frasi da non dire a una mamma
  • “Pensate che sarà il vostro unico bambino?”

Porre questa domanda a due genitori che non dormono magari da un mese di fila potrebbe istigarli a lanciare all'amico incauto la famosa scarpa in fronte (armata di chiodini però).

  •  “Ho appena preso un cucciolo: so che cosa provi!”

Sebbene non sia tecnicamente una domanda, è una frase da non dire mai a dei genitori. Con tutto il rispetto per la creatura a quattro zampe, prendersi cura di un neonato non è esattamente la stessa cosa. Ad esempio un cane non ha bisogno di bere e di mangiare con l'aiuto di qualcuno, puoi insegnargli ad essere indipendente e ad obbedirti. Per fare ciò con un bambino bisogna aspettare che cresca qualche anno e nel frattempo si vive l'avventura dell'essere diventati genitori facendo del proprio meglio (a volte cercando di sopravvivere).

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0