gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Come essere un esempio positivo per i bambini

Come dare il giusto esempio ai propri figli e gestire questa grande responsabilità?

Non so come'è per voi, ma una delle cose che mi ha sempre spaventato di più nel diventare mamma è proprio questa. Tutto d'un tratto ti ritrovi a vivere ogni tua giornata con una piccola persona per cui sei l'Esempio per eccellenza; un esserino che assorbe tutto come una spugna, che diventa nervoso se sei nervosa, triste se sei triste, e registra tutti i tuoi comportamenti, azioni o reazioni. Ecco, questa sì che è una cosa che spaventa, molto più delle urla notturne o dei pannolini da cambiare; ma è anche una bella opportunità, una sfida per migliorare anche noi stessi sulla scorta delle nuove responsabilità.

Ecco qualche spunto per iniziare.

  • L'alimentazione

Durante lo svezzamento è cruciale il ruolo dei genitori nel trasmettere una buona educazione alimentare. Non possiamo certo pretendere che il bimbo si abbuffi di frutta e verdura quando di tutto l'universo degli ortaggi noi contempliamo solo la famigerata oliva nel Martini. E anche l'esercizio fisico, l'abitudine a non prendere la macchina per percorrere solo pochi metri, è qualcosa per cui sarebbe bene dare l'esempio. Chissà che questo non ci aiuti anche a smaltire i maledetti chili della gravidanza.

  • La sicurezza

A volte stare tutto il giorno in casa con un bambino ci porta a smarrire il senso della realtà. Così, a volte, ignorando totalmente il suo sguardo fisso e implacabile, ci lasciamo sfuggire commenti carichi di disgusto al cospetto della nostra deprimente immagine in mutande e reggiseno davanti allo specchio. Ok, gravidanza e allattamento ci hanno lasciato qualche regalino poco gradito, come i temutissimi seni a orecchia di cocker e smagliature formato famiglia.  Ma è meglio tenere per noi questi pensieri negativi: i bambini imparano molto da noi, dai nostri atteggiamenti. Non possiamo certo sentirci bene a comando, ma limitiamo perlomeno le esternazioni. C'è sempre un'altra persona che ci guarda.

  • La generosità

Cerchiamo di trasmettere qualcosa anche in termini di generosità verso il prossimo. Non c'è bisogno di trasformarci in un san Francesco in gonnella e accogliere in casa una mezza dozzina di senzatetto, bastano piccoli gesti, come dare in beneficenza giocattoli e vestiti ormai in disuso. In questo modo insegniamo anche il valore dei soldi.

  • La verità

Evitiamo di dire le bugie: anche se il nostro bambino ha un anno o poco più, e sa dire si e no 15 parole probabilmente capirà. Siamo sinceri e lasciamo parlare le azioni.

  • L'altruismo

Imparare la tolleranza farà stare molto meglio anche noi, oltre a costituire un buon esempio per i nostri figli. Anche se la signora che ci è passata davanti in fila dal panettiere ci messo addosso un velo di nervosismo poi esploso con un'importuna telefonata di nostra suocera, anche se siamo stanche per la privazione del sonno e provate dall'allattamento, facciamo una pausa e… respiriamo. Questo non significa farci trattare da tutti come zerbini, ma solo mantenere la calma, il che conviene prima di tutto a noi stesse. Con alcune persone i contrasti si possono risolvere in modo civile, su altre cose si può passare sopra, ma passare sopra davvero. Non vorremo farci rovinare la giornata da due anziane malefiche, no?

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0