gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Viaggiare in camper con i bambini

/pictures/20160721/viaggiare-in-camper-con-i-bambini-4196677074[1648]x[687]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Viaggiare in camper con i bambini può essere molto divertente e aumentano le famiglie che scelgono questo tipo di vacanza. Come organizzarsi?

Viaggiare in camper con i bambini

Il viaggio itinerante in camper è un modo economico e divertente per viaggiare anche con i bambini, all'insegna della libertà, del contatto con la natura e del comfort. I camper ormai sono, infatti, sempre più sofisticati e dotati di tutte le comodità.

Come organizzare una vacanza in camper

Innanzitutto se non avete mai viaggiato in camper è consigliabile non lanciarsi subito, dalla prima volta, in una vacanza lunga, ma noleggiare il camper per un weekend e fare qualche fine settimana per allenarsi a questo nuovo concetto di viaggio.

Spazi ridotti, massima organizzazione, itinerari: viaggiare in camper necessita di spirito di adattamento e flessibilità.

Il camper è una casetta in miniatura e va attrezzata con ogni cosa che potrebbe essere utile durante il viaggio: una cassetta del pronto soccorso, un kit di farmaci potenzialmente utili per tutta la famiglia, e le medicine per il mal di macchina.

Fate un bagaglio leggero: nei campeggi ci sono grandi lavatrici a disposizione dei camperisti e non è necessario portare con sè l'intero guardaroba, e poi volete mettere la soddisfazione di asciugare il bucato sotto i raggi del sole e il soffio del vento?

Vanno benissimo qualche t-shirt, pantaloncini, felpe per la sera, costumi se si è diretti al mare o al lago, un k-way per proteggersi dal vento e scarpe comode, anzi comodissime (infradito, ma anche un paio di scarpe chiuse per le escursioni nella natura).

Fate una spesa "furba": tanti alimenti in scatola, a lunga scadenza, da poter usare pian piano. Latte a lunga conservazione, conserve, legumi, pacchi di pasta, sughi. Nei campeggi ci sono dei piccoli market dove si possono trovare prodotti freschi o congelati, ma spesso i costi sono davvero elevati, quindi è meglio uscire in paese e cercare un supermercato conveniente dove comprare alimenti freschi come la carne o i formaggi.

Non rinunciate al piacere di un barbecue: il bello della vacanza in camper è proprio quello di stare a contatto con la natura, all'aria aperta, di sentirsi liberi, e una cena a base di carne o pesce cotti sulla griglia è davvero impagabile.

La sicurezza al primo posto: spiegate subito ai bambini quali sono i confini che non vanno superati, la sbarra che chiude il campeggio, il bordo del lago, le piscine. La vacanza in campeggio è straordinaria per la sensazione di massima libertà che provano anche i più piccoli, ma è indispensabile stare tranquilli e sapere che non corrono rischi inutili.

In tal senso se avete bambini molto piccoli e quindi curiosi e un po' incoscienti è meglio scegliere una destinazione che sia più adatta a loro, un campeggio piccolo, con aree attrezzate per i più piccoli, magari non a strapiombo sul mare.

Come organizzare una vacanza in campeggio con i bambini

Organizzare il viaggio stabilendo delle tappe. Con i bambini è impensabile fare 10 ore di viaggio, perché già dopo un'ora (se siete fortunati!) vi chiederanno "quando si arriva?", "devo andare in bagno", "venite dietro?" etc...

Programmate tante tappe perché il bello del viaggio è "andare" e non "arrivare". Stabilite un itinerario insieme ai piccoli, leggete le guide per sapere quali sono le attrazioni che possono far piacere anche ai bambini. Programmate di svegliarvi molto presto al mattino, così vi metterete in moto alle prime luci dell'alba quando i piccoli dormono ancora.

Non dimenticate giochi da viaggio, colori, fogli e album per disegnare, libri e consolle di videogiochi, qualche dvd da vedere tutti insieme la sera sul portatile, ma anche giochi da fare all'aria aperta nel campeggio, come biciclette o monopattini.

Il camper ideale per chi viaggia con i bambini è quello con la mansarda, sopra la cabina si realizza un vero e proprio nido che i bambini adoreranno e sceglieranno come posto ideale per dormire. Ciò regalerà anche un po' di intimità alla coppia di genitori.

Ricordate di portare con voi tutti i documenti necessari per l'espatrio dei bambini. Quest'estate per andare all'estero i bambini dovranno avere un loro passaporto personale e non sono più validi i passaporti dei genitori con l'iscrizione dei minori.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0