gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Vacanze in famiglia: Trentino Alto Adige per bambini

Come conciliare le vacanze di tutte la famiglia scegliendo una meta italiana: il Trentino Alto Adige raccontato da una mamma

di Chiara Saffioti

Da quando sono diventata mamma mi sono resa conto che non è semplice conciliare le vacanze e le non poche esigenze del bimbo, quasi mai gli orari di pappa e nanna del piccolo Matteo coincidono con quelli dell'albergo; trovare una località adatta a me (LEGGI), appassionata di trekking e di cultura, adatta anche al piccino ed il tutto a prezzi onesti era quasi la ricerca del Santo Graal poi, dopo infinite ricerche, forum e passaparola, la scelta cade sul Trentino e precisamente su Fai della Paganella, sull'omonimo altopiano, a pochi km da Trento, tante località da visitare con, piacevole sorpresa, molte attrezzature per i bimbi e tanti sentieri poco impegnativi.
Scartata subito l'opzione albergo, ragioni come sopra, la scelta cade sull'affitto di un appartamento trovato tramite un sito di locazioni: www.homelidays.com. Scelta azzeccatissima, un appartamento molto bello al secondo piano di una villetta, silenzioso e panoramico, tutti i comfort ed uno splendido balcone dove rilassarsi quando il piccolo, stanco di succhiare sangue ed energie, si fosse addormentato ed il tutto per 563 euro, quindici giorni
Ed ora la vacanza vera e propria.


LEGGI ANCHE: Gita nelle valli piemontesi


Tutti i giorni una sosta obbligatoria al parco giochi situato sotto casa quindi un salto alla fattoria, dove Matteo ha visto per la prima volta mucche e vitellini, per comprare il latte quindi una passeggiata rilassante; in particolare c'è un bel sentiero vita in mezzo al bosco, fornito lungo il percorso di attrezzature per fare diversi esercizi, facile ma non percorribile in passeggino, alla fine una deviazione porta agli scavi archeologici, dotati di pannelli descrittivi, interessanti.
Vi è un'altra passeggiata, questa fattibile con il passeggino, un anello che parte dal parco giochi, il consiglio è di farla di sera, vi sono pochi punti d'ombra. Poi tante escursioni, ogni giorno un posto diverso.
Nelle vicinanze di Fai c'è Andalo, un paese piccolo ma carino, molto turistico e perciò fornito di tutti i servizi, si può fare il giro del paese in trenino e vi si trova il Disney Fun, un parco giochi dotato anche di piscina e maneggio, con dei pony; consigliata la passeggiata intorno al laghetto, con passeggino, breve, un ora circa, ma rilassante. Nella piazza c'è la cabinovia che porta all'altopiano, in cima tanti sentieri, sconsigliato il passeggino, e tante malghe dove poter mangiare;
anche qui un consiglio: la Malga Zambana, vista superlativa, prezzi onesti e tanti giochi per i bimbi.


LEGGI ANCHE: Vacanze in famiglia, Budapest con i bambini


Superata Andalo si arriva a Molveno.
Assolutamente da non perdere l'escursione in bidonvia per arrivare alla Malga Tovre, fate tutta la salita con gli impianti; arrivati tanti animali, tanti bambini, la malga è famosa per l'accoglienza ai piccoli, e tanti giocattoli a disposizione. Sull'altopiano c'è il Parco Avventura Forest Park, per i più grandicelli. Per il pranzo si può andare alla Baita Montanara, vista incredibile e (viva il Trentino) anche qui tanti giochi dove Matteo si è scatenato. Anche Molveno ha il suo lago con una passeggiata e deviazioni per i fortini napoleonici, da evitare: poche pietre senza nessun interesse, poi all'altezza del campeggio un'antica segheria visitabile.



Lasciando l'altopiano si può andare a Spormaggiore per la visita al parco degli Orsi, difficile vederli ma ci sono, al bellissimo lago Tovel, giro del lago fattibile in passeggino; da visitare il Santuario di San Romedio e da fare l'escursione nel canyon che parte dal Lago Smeraldo: il primo tratto è gratuito e godibile con i bambini, il secondo a pagamento e, seppur interessante, sconsigliato perchè impegnativo.
Non si può dimenticare Trento ed lo storico castello del Buonconsiglio (concilio di Trento e prigione di Francesco Baracca), Merano ed i bellissimi giardini del castello Trauttmandorf, da visitare in giornate non troppo calde, poi il castello di Stennico, il lago di Tenno e le impressionanti cascate Varone quindi le piramidi di Segonzano, un pò faticosa la salita ma merita, e la val di Cembra.


Se apprezzate il buon vino trovate molte cantine fra cui Rotary, Lavis, Ferrari; per i piccini c'è lo spaccio della Melinda (da provare i biscotti alla mela).
Un ultimo suggerimento: se avete tempo percorrete, con prudenza, la Gardesana e fermatevi a Gardone Riviera per una visita al Vittoriale, la casa museo, ma definirlo così è riduttivo, di Gabriele d'Annunzio
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0