gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

In barca a vela con i bimbi

Volete provare una vacanza in barca a vela con i bambini? Ecco cosa portare, quando partire e le mete più belle da visitare

VACANZE IN BARCA A VELA CON I BAMBINI - La vacanza in barca a vela con i bambini è presa in considerazione ancora da pochi, forse per l’abitudine di molte famiglie di optare per le classiche vacanze in spiaggia, o di rivolgersi agli alberghi attrezzati per una vacanza rilassante e forse per paura.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Vacanze in bici con i bambini

Ma la vacanza in barca a vela può rivelarsi la soluzione ideale per tutta la famiglia, piccolissimi compresi, perché soddisfa le esigenze di tutti: il relax dei grandi e il gioco dei piccoli, perché divertimento ed avventura sono ingredienti che si possono trovare a bordo, a volte solo con un po’ di fantasia.
Per chi adora il mare, il sole, la pace e la tranquillità la vacanze in barca a vela rappresentano il modo ideale per godersi le vacanze. Una volta a bordo ci si possono dimenticare le chiavi dell’auto, e basta un asciugamano e un costume per trascorrere le giornate. Questo aspetto per le mamme è molto importante perché non devono portarsi in giro tutto l’occorrente per i loro piccoli: in barca si ha tutto il necessario per mangiare, dormire, vestirsi, unito al vantaggio di galleggiare sul mare e quindi di poter giocare con l’acqua in ogni momento.

VACANZE IN BARCA A VELA CON I BAMBINI

vacanze-in-barca-a-vela-con-bambini



I bambini a bordo durante la navigazione staranno in sicurezza con i propri genitori o, se saranno nel momento della nanna, verranno piacevolmente cullati. Un compito che avranno i più grandi, sarà quello di controllare prima della partenza, che tutti gli oggetti a bordo siano riposti negli appositi spazi, perché durante la navigazione nulla dovrà rotolare per la barca.
Questo compito, come tanti altri, sarà molto importante anche dal punto di vista educativo e sarà una buona abitudine che si porteranno anche a terra.


LEGGI ANCHE: I migliori campi estivi 2014 per bambini e ragazzi

In molti si chiedono  quale sia l’età migliore per portare i bambini in barca a vela. A dire il vero non c’è una “età migliore”, molto dipende da come sono i vostri bambini e da quanto voi siete ansiosi. In generale però, più i bambini sono piccoli e più è facile gestirli.

VACANZE IN BARCA A VELA, COSA PORTARE

Cosa non può mancare in barca: costumi, creme solari ad altissima protezione, cappellino, occhiali per il sole (tutto il giorno sotto al sole diretto e al riverbero può dar noia), ciabattine, crema per le punture di insetti e meduse. Per il giorno ci occorre un abbigliamento comodo e facile da lavare (t-shirt, canottiere, pantaloncini, vestitini), mentre per la sera dobbiamo portarci qualcosa di più pesante, una felpa, qualche t-shirt di cotone con le maniche lunghe e delle tute. Le serate in barca possono essere umide, è meglio coprire un po’ i bambini. Durante la fase di crociera in barca in mezzo al mare (se siete fortunati) tira un po’ vento e quindi è il caso di portare un kway.

Si consiglia anche di comprare un paio di braccialetti (anti-vomito, si acquistano in farmacia) nel caso in cui il mare sia agitato e avete timore che vostro figlio possa soffrire il mal di mare. Un’altra cosa importante è organizzare la spesa. In barca non hai sempre la possibilità di scendere e comprare quello vi serve, magari si trova una bella caletta e decidi di rimanere li per 2 o 3 giorni quindi: occhio all’acqua e ai generi alimentari di prima necessità, soprattutto per i bambini.

LEGGI ANCHE Campi avventura e naturalistici 2014

Sappiate inoltre che in barca si può cadere, le scivolate sono all’ordine del giorno per cui è bene avere sempre a portata di mano: cerotti, disinfettante, cicatrizzante, pomata all’arnica, quelle bustine con il gel blu che vanno tenute in frigo. Se i vostri figli sono piccoli o volete sentirvi più sicuri, ricordatevi di chiedere all’agenzia dalla quale affitterete la barca, di montarvi la rete di protezione su tutto il perimetro.

Per non far annoiare i bambini durante gli spostamenti vi conviene pianificarli in orari strategici. Partire durante il riposino pomeridiano sarebbe l’ideale per godervi la veleggiata senza starvi troppo a preoccupare. Se non riuscite a farli addormentare dovete trovare dei giochi da fargli fare. Ricordatevi che i bambini adorano giocare con l’acqua e fortunatamente il mare ne è pieno quindi portatevi secchielli, contenitori, barattoli e pupazzetti ai quali possono fare il bagno.

VACANZE IN BARCA A VELA CON I BAMBINI, DOVE ANDARE


Alcune delle mete più entusiasmanti per chi ama questo genere di viaggio sono la Grecia e la Croazia. Le isole della Grecia Ionica sono un paradiso per chi naviga a vela grazie alle favorevoli condizioni climatiche e alla possibilità di scoprire innumerevoli baie con l'acqua cristallina. I villaggi dei pescatori offrono la caratteristica ospitalità greca: accoglienza amichevole e una cucina famosa nel mondo.

LEGGI ANCHE Campi estivi 2014 per imparare l'inglese


Accompagnati da un leggero vento di maestrale si naviga su un mare limpidissimo, tra paesaggi variopinti e odorosi di macchia mediterranea, ripercorrendo le rotte di Ulisse verso l'amata Itaca, Corfù, Paxos, Anti-Paxos, Lefkas, Skorpios, Kalamos, Kastos, Atoko, Itaca e Cefalonia, sono tra le isole più amate.

Altro itinerario affascinante è sicuramente la Croazia che, considerata  il paradiso della vela, con un corollario di 1.160 isole, è uno degli arcipelaghi più vasti del mondo ed il più vasto del Mediterraneo. Il clima mite e la lunghezza della stagione primaverile - estiva, ne fanno un luogo ideale per una vacanza in barca a vela. Per la sua posizione nel cuore dell'Europa è una meta ricca di storia, cultura e natura incontaminata, ancora tutta da scoprire

a cura di Elisa Santaniello

BAMBINI AL MARE


gpt native-middle-foglia-bambino

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0