gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Seggiolini: nuove norme e consigli di sicurezza a bordo

/pictures/2017/06/01/seggiolini-nuove-norme-e-consigli-di-sicurezza-a-bordo-100258790[2121]x[883]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Cosa prevedono le nuove norme? Quali sono le precauzioni che ogni genitore può prendere per garantire la massima sicurezza possibile in auto ai propri figli? Abbiamo approfondito il tema durante un incontro organizzato da eBay, con la consulenza di Aci

Seggiolini, evento Aci e Ebay

Il tema della sicurezza dei bambini in auto merita un’attenzione particolare. Ecco perché abbiamo partecipato volentieri a un incontro promosso da eBay, presso il Centro Guida Sicura ACI SARA di Lainate, dedicato proprio alla promozione del corretto utilizzo dei seggiolini per i nostri figli.

Sono tante le accortezze che tutti noi genitori possiamo prendere, semplicemente informandoci correttamente sui dispositivi e le norme in vigore, per ridurre il più possibile i rischi cui i piccoli passeggeri possono essere esposti durante i tragitti che quotidianamente facciamo. Ecco un piccolo vademecum da tenere sempre presente.

Sicurezza dei bambini in auto: la situazione in Italia

Un dato interessante che ci ha fornito Irina Pavlova (resp. comunicazione eBay Italia), è che da gennaio 2017, quando è entrato in vigore l’aggiornamento della normativa UN ECE R44, relativa i sistemi di sicurezza in auto per bambini, la vendita di seggiolini ha registrato sul loro portale un aumento del 65% nelle vendite (nei primi 4 mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2016). Un segno sicuramente positivo, che dimostra come il livello di attenzione verso questo tema si stia alzando, innescando un meccanismo virtuoso. (Su ebay si trova anche una sezione interamente dedicata).

Un dato meno confortante è, invece, quello fornito dall’ultimo rapporto Ulisse dell’ISS* (luglio 2016), secondo cui solo il 41,2% dei genitori italiani utilizzerebbe regolarmente i seggiolini auto. Una percentuale cui si aggiunge un altro dato poco incoraggiante: secondo quanto riportatoci da un istruttore guida sicura ACI, negli ultimi anni la percentuale di incidentalità dei minori sarebbe aumentata del 13%, con l’80% dei casi dovuti all’errato fissaggio dei seggiolini. Dedicare più tempo e attenzione nel seguire le istruzioni corrette durante la fase di montaggio si conferma, dunque, un dettaglio da non trascurare mai. Spesso però, noi genitori sappiamo bene che, fissare correttamente il seggiolino è solo la prima e forse la minore delle difficoltà.

Gli errori più frequenti che i genitori fanno in auto

A darci quotidianamente filo da torcere durante la nostra missione di messa sicurezza dei nostri bambini, infatti, sono proprio loro, che, insofferenti a cinghie e imbragature, si oppongono con tutta la loro forza all’ancoraggio. A confermarlo una ricerca Altroconsumo (riportata al convegno Vai sul sicuro di Cercaseggiolini), che ha individuato proprio nei “capricci” una delle cause che spingono i genitori a rinunciare alla sicurezza in auto. Altre motivazioni dichiarate sono: “il tragitto è breve” o “la velocità è moderata”. Leggerezze che possono, purtroppo, mettere i bambini in serio pericolo.

Nuove norme e consigli pratici

Per garantire la massima tutela possibile, come ormai noto, anche le normative internazionali (la UN ECE R44 e la ECE R129) si vanno via via modificando, con standard di sicurezza. Senza entrare nei tecnicismi, cui dovranno invece accuratamente dedicarsi i produttori, a noi genitori basti sapere che d’ora in poi il seggiolino dovrà essere scelto, non solo in base al peso, ma soprattutto in base all’altezza. La novità principale è che fino ai 125 cm di altezza tutti i bambini dovranno viaggiare con rialzi dotati di schienale. Non più solo semplici rialzi come accadeva prima. Dai 125 cm fino ai 150 cm invece sarà possibile utilizzare i rialzi senza schienale. Come già previsto, inoltre, sopra i 150 cm il bambino deve utilizzare la cintura di sicurezza dell’automobile, ma fino ai 12 anni deve comunque viaggiare sul sedile posteriore.

Nota importante: queste nuove regole valgono per i nuovi seggiolini che d’ora in poi arriveranno sul mercato. Ciò significa che non è obbligatorio rottamare i seggiolini che già possediamo o che possiamo ancora trovare in circolazione (anche nei contesti della vendita dell’usato per esempio).

A fare fede è l’etichetta del seggiolino stesso, che riporta l’anno di produzione. Fino a data da destinarsi si potranno ancora utilizzare, quindi, i rialzi (la legge prevedeva dai 22 kg di peso), senza incorrere in sanzioni pecuniarie o di perdita punti della patente, come previsto dall’articolo 172 del Codice della strada. Ovviamente, al di là dell’obbligatorietà o meno del rispettare le nuove norme, c’è il buon senso di volersi o meno adeguare a nuovi e più evoluti standard di sicurezza. Al posto di un nuovo giocattolo potrebbe essere un prezioso regalo per i nostri bambini un seggiolino più sicuro.

Una modifica a cui potremo facilmente adeguarci è quella che prevede l’obbligo di posizionare in senso contrario di marcia i bambini fino ai 15 mesi. Questa posizione è più sicura di quella frontale in caso di tamponamento, perché la sproporzione tra il peso della testa e quello del corpo e i muscoli del collo ancora non ben formati potrebbero provocare lesioni gravi. Qualora si montasse il seggiolino sul sedile anteriore fronte marcia è inoltre importante ricordarsi anche di disattivare l’airbag.

Il posto più sicuro per un bambino in auto?

Su seggiolino posizionato al centro dei sedili posteriori, al riparo dagli urti laterali. Qui avevamo riportato le novità delle normative.

Consigli di guida sicura

Oltre alla scelta e all’utilizzo corretto dei seggiolini, ci sono tanti modi per aumentare il livello di scurezza a bordo di tutti i passeggeri.

  • Il primo è l’attenzione del conducente. Nel 90% dei casi gli incidenti sono infatti provocati dalla distrazione di chi guida. Una percentuale spaventosa e oggi largamente dovuta all’uso degli smartphone. Per quanto “difficile” noi mamme dovremmo essere le prime a costringerci a lasciarli chiusi in borsetta quando siamo al volante. Un piccolissimo sacrificio che varrebbe davvero la pena fare. A confermare questa necessità di aumentare la nostra attenzione al volante è il dato secondo cui negli ultimi quindici anni il numero degli incidenti sulle nostre strade non è diminuito. Il dato positivo è invece che nello stesso arco di tempo la mortalità sulle strade italiane è dimezzata. Ciò significa che, quanto meno, oggi guidiamo macchine più sicure e che la tecnologia viene in nostro aiuto (ma non basta!).
  • Assicurarci di guidare macchine sicure e in regola con tutti i controlli è, dunque, un altro aspetto fondamentale. Un’accortezza che l’istruttore di guida sicura Aci ha tenuto a sottolineare è quello del controllo degli pneumatici che, più di ogni altro dispositivo, sono fondamentali per una guida sicura. Se il battistrada minimo consentito dalla legge è di 1,6 mm, quello minimo consigliato per un’aderenza adeguata alla strada è di 3.0 mm.
  • Controllare la pressione delle gomme è un altro consiglio importante. Tanti piccoli accorgimenti che possono fare una grande differenza.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0