gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Gite: visitare Genova con i bambini

Dall'Acquario alla Città dei Bambini: guida alla visita delle bellezze di Genova. Da visitare in uno o due giorni

Genova è diventata da qualche anno la meta preferita di molte famiglie, infatti l'Acquario e la Città dei Bambini, due delle attrazioni dell'Acquario Village, offrono la possibilità di trascorrere qualche ora piacevole con i nostri piccoli e se avete solo un giorno a disposizione è anche possibile assaggiare una piccola parte di quello che offre Genova.
Il mio consiglio è di dedicare alla visita almeno 2 giorni, privilegiando gli alberghi in centro, visto che vi si trovano la maggior parte delle attrazioni turistiche. Navigando su Internet vi accorgerete che ci sono molti Hotel che fanno pacchetti soggiorno convenienti per le famiglie, comprensivi di pernottamento ed ingressi alle attrazioni e considerando il costo di quest'ultimi, può risultare una soluzione conveniente per il budget.

Ma vediamo che cosa poter fare con i nostri bambini se si ha disposizione una giornata intera.
Quasi tutte le attrazioni sono nell'area expo ed un piccolo problema potrebbe essere quello di parcheggiare l'auto, in zona non esistono parcheggi liberi ma l'Acquario ha una convenzione per i suoi visitatori, per cui vi consiglio di cominciare l'itinerario proprio da lì, così non dovreste avere problemi di parcheggio.

Che cosa visitare

L'Acquario di Genova, il più grande acquario italiano e il quarto d'Europa, una visita che appassiona i bambini, il mio Matteo rimane tutte le volte incantato davanti la vasca di Nemo e dei suoi amici, complice il film, e le specie marine che si possono ammirare sono moltissime tra le quali delfini, pinguini e squali, assolutamente da non perdere se avete in programma una visita nel capoluogo ligure.

Il Bigo, il nome viene dalla gru di bordo delle vecchie navi mercantili, è un ascensore panoramico dal quale si gode una vista spettacolare sulla città.

Galata Museo, il museo del mare di Genova, con la riproduzione di una galea genovese nelle dimensioni originali e la riproduzione del ponte di comando di una nave, con tanto di timone e simulatore di navigazione, si può provare il brivido di navigare ed attraccare ad una banchina nel porto; attraccato vicino al Galata c'è il sommergibile Nazario Sauro, un vero sottomarino costruito attorno al 1980 e visitabile.

La Città dei Bambini per le famiglie è un appuntamento irrinunciabile. All'ingresso verrete accolti da un'operatrice che vi spiegherà come si svolgono le attività all'interno delle aree gioco, che si possono riassumere così: ci sono diverse aree suddivise per fasce d'età, i bimbi più piccoli possono fruire di quelle riservate ai bambini più grandi ma non viceversa. La prima sala è quella dei bambini fino agli 8 anni, dove è stato ricostruito un cantiere con gru, carrucole e mattoni di gommapiuma, alla sinistra l'area per i bimbi più piccoli, fino ai 3 anni, che assomiglia ad un piccolo bosco con una casetta dove scatenarsi; divertenti anche i giochi con l'acqua, vi consiglio di portarvi un cambio perché, nonostante la struttura metta a disposizione dei grembiulini plastificati, i bambini sono bravissimi a bagnarsi ma non voglio aggiungere altro e lasciarvi scoprire assieme ai vostri piccoli tutte le cose che sono presenti in questa bellissima ludoteca. La visita dura circa un paio d'ore, dipende dalla resistenza dei vostri figli, terminata la quale potrete rilassarvi con un libro alla biblioteca De Amicis (al piano superiore, ingresso gratuito) specializzata in libri per l'infanzia che mette a disposizione un'area relax con cuscini e moquette per le letture con i più piccoli ed una sezione di fumetti che i bimbi di una volta apprezzeranno molto.

Il Galeone Neptune, è stato costruito nel 1986 come set del film di Roman Polansky “Pirati”. Il galeone è perfettamente funzionante e regolarmente immatricolato, anche se finite le riprese del film non si è mai spostato dal molo.

Se avete a disposizione qualche giorno in più potete cominciare a pensare a qualche escursione o completare la visita della città.

Come sempre sarò molto schematica, privilegiando in questo percorso gli itinerari per le famiglie:
Castello D'Albertis: domina la città dall'alto, la sua storia è legata alla figura di un uomo davvero unico, il capitano Enrico Alberto D'Albertis, un personaggio che non avrebbe sfigurato in un libro di Salgari.Che dirvi di lui?
Fu scrittore, viaggiatore, esploratore, cacciatore ed avventuriero, insomma uno spirito libero, fece 3 volte il giro del mondo e una volta il periplo dell'Africa, utilizzando diversi mezzi di trasporto come la nave e il cavallo. Durante questi viaggi raccolse davvero una quantità impressionante di materiali che donò alla sua morte al Comune di Genova. La storia del capitano può essere appassionante non solo per i piccini ma anche per i grandi, per cui vi consiglio d'inserirlo nel vostro itinerario alla scoperta di Genova.

Nella bella stagione e' possibile fare un'escursione via mare in alcune località molto belle della riviera, come Riomaggiore, Vernazza (due delle Cinque Terre) Porto Venere e Portofino; i battelli partono dai moli dell'Expo, per gli orari e informazioni vi rimando a questo link .
Sempre via mare è davvero molto interessante il Whale Watching, l'attività di osservazione dei cetacei nel loro ambiente naturale. L'area marina tra Liguria e Corsica è stata definita infatti santuario dei cetacei e nel periodo estivo è possibile salire a bordo di moderne imbarcazioni per dedicarsi a questa attività, se sarete fortunati potrete incontrare capodogli e delfini.

Villa Durazzo Pallavicino (Pegli), progettata dall'architetto Stefano Canzio come fossero quinte di uno spettacolo, unico in Europa nel suo Genere, ospita al suo interno il museo di archeologia ligure ed un orto botanico; la villa si raggiunge facilmente con il servizio navebus che parte dal porto antico, e lo collega a Pegli, una bellissima delegazione nel comune di Genova, come bellissima è la delegazione di Nervi, celeberrima per i suoi parchi ed il roseto, raggiungibile con i mezzi pubblici, dove bambini possono giocare nell'ampio parco giochi o dar da mangiare agli scoiattoli che senza paura si avvicinano per prendere le noci.
Infine potete partecipare a una delle numerose manifestazioni che si tengono in città come il Salone Nautico o il prossimo Festival della Scienza, di questo vi parlerò in un secondo tempo.

Chiara Saffioti
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0