gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Gite di inizio autunno: Parco Sigurtà e Valeggio sul Mincio

Due suggestive mete per delle gite d'autunno, tra laghetti, giardini e castelli

di Chiara Zambelli

Nonostante l’autunno (LEGGI) sia già arrivato, sembra che quest’anno il caldo non abbia ancora deciso di abbandonarci, perciò è ancora possibile organizzare una bella gita fuori porta con i nostri cari. Il luogo di cui oggi vi vorrei parlare si trova a pochi passi dal Lago di Garda, immerso tra lussureggianti colline ed alberi maestosi. Valeggio sul Mincio è facilmente raggiungibile sia con l’auto (autostrada A4 uscita di Desenzano), sia con il treno (LEGGI) (fermata alla stazione di Desenzano o di Peschiera). In questo piccolo paese in provincia di Verona è possibile passare una giornata davvero indimenticabile. Il parco Giardino Sigurtà sarà la nostra prima meta e si estende per circa 560.000 metri quadrati posizionati tra le colline moreniche ed il Lago di Garda, venne aperto al pubblico nel 1978 e da allora incanta centinaia di visitatori ogni anno, diventando uno dei parchi italiani più famosi anche all’estero.


LEGGI ANCHE: Viaggi con i bambini, Fuerteventura


Basta entrare nel parcheggio e già ci si sente catapultati in uno scenario da fiaba: prati all’inglese punteggiati di fiori che si dipanano a vista d’occhio, alberi maestosi sulle cui fronde piccoli scoiattoli saltano felici, laghetti con le ninfee, il viale delle rose, quello delle ortensie.% Se siete amanti dei giardini non potete davvero perdervelo, soprattutto in questa stagione dove i visitatori sono pochi ma il parco mantiene intatta tutta la sua bellezza. Per i più piccoli è stata allestita una fattoria didattica (LEGGI) dove è possibile vedere pecore, caprette, galline ed altri animali da cortile, il tutto sorseggiando una coca-cola comprata al bar, oppure un bel gelato. Il parco mette a disposizione dei suoi ospiti delle aree pic-nic, dei piccoli chioschi dove è possibile pranzare o prendere un caffè, ci sono alcuni bagni sparsi per il parco ed è consentito stendere le proprie coperte per terra per potersi rilassare o per riprendere fiato, mentre i vostri bimbi corrono liberi sull’erba o si divertono ad osservare i daini del parco che scorrazzano indisturbati in un’area recintata completamente dedicata a loro.



L’interno del parco non è accessibile alle auto, ci sono dei trenini che portano a spasso gli ospiti stufi di camminare e percorrono quello che viene definito l’”itinerario degli incanti” della durata di 35 minuti dove vengono mostrate le zone più suggestive, oppure si possono noleggiare biciclette (LEGGI) e piccole golf cart. Il mio consiglio però e quello di procedere a piedi, con calma, sui tanti vialetti costeggiati di fiori lasciandosi accarezzare dal leggero vento autunnale, sedendosi sulle panchine ai lati dei laghetti ed esplorando il labirinto inaugurato proprio quest’anno. L’ingresso è gratuito per tutti i bimbi fino ai 4 anni, mentre per i più grandicelli (fino ai 14 anni) si paga una tariffa di 6 euro a testa ed è possibile entrare al mattino presto e rimanere lì tutto il giorno fino all’orario di chiusura. Il parco ha organizzato un’iniziativa a mio avviso molto carina per festeggiare Halloween, il 26 ottobre sono attesi tutti i bambini che potranno incontrare le simpatiche streghe degli incanti, che gli aiuteranno a realizzare simpatici travestimenti e a svelare i misteri del giardino. Il laboratorio con le streghe è indirizzato ai bimbi tra i 6 e i 10 anni, gratuito, previa iscrizione la mattina stessa alla biglietteria del parco.


LEGGI ANCHE: Famiglia in vacanza, i bagagli per ogni occasione


A qualche centinaio di metri, leggermente in salita, si trovano i resti dell’antico castello scaligero edificato nel XIII e rimaneggiato nei secoli successivi, non c’è molto da visitare ma se i vostri figli sono amanti dei castelli e voi amate godere di un bel panorama, fateci un salto e magari salite sulla torre da cui si ha la possibilità di guardare i meravigliosi territori circostanti da un’altezza singolare. Valeggio sul Mincio è anche meta di parecchi buongustai che amano i tortellini, serviti con burro fuso e formaggio sono adatti anche ai palati più delicati, una vera prelibatezza che è possibile assaporare nei bellissimi ristorantini posizionati sulle vicinanze del fiume Mincio in località Borghetto che con i suoi canali, i suoi bellissimi mulini ad acqua è stata inserita tra i Borghi (LEGGI) più belli d’Italia ed è incantevole sia d’estate, con i cigni bianchi che si spostano lenti nelle acque del fiume, sia d’inverno, quando la neve ricopre i tetti delle case e rende la scena un paesaggio quasi fiabesco.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0