gpt
gpt
gpt
1 5

Gite con i bambini: visitare Terni, la città di san Valentino

/pictures/20150203/gite-con-i-bambini-visitare-terni-la-citta-di-san-valentino-471737814[3700]x[1541]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-ros-0

Natura, archeologia, avventura: Terni è una città adatta per una gita di San Valentino con i bambini. Breve guida per un weekend di san Valentino da vivere in famiglia

Gita di San Valentino con i bambini

Lo sapete che Terni è una città piena di bambini? Lo so perché la conosco bene, per motivi personali ci vado spesso, ma soprattutto lo leggo sul sito istituzionale del Comune che ricorda come i dati relativi al tasso di natalità del 2010 siano davvero impressionanti.

Insomma a Terni nascono sempre più bambini, con una media decisamente superiore al resto di’Italia. Questo perché, lo dico per esperienza, Terni è una città a misura di bambino. Ha un centro storico per larga parte pedonalizzato, ha numerosi servizi per i bambini, tanti spazi verdi a loro dedicati e vive un momento di benessere economico.

gpt native-middle-foglia-ros-0


Quindi se non siete mai stati a Terni perché non cogliete l’occasione di una gita per festeggiare un San Valentino un po’ speciale insieme ai vostri bambini? Se non lo sapete, infatti, san Valentino  è il patrono di Terni e proprio nella città umbra, nella Basilica di San Valentino, sono esposte le spoglie del Santo. Ogni anno, da ogni parte d’Italia, giovani innamorati, neosposini o coppie che festeggiano le nozze d’argento o d’oro vanno a Terni per ricevere una benedizione o per accendere una candela al Santo protettore degli innamorati.

Festa di San Valentino: origini e leggende

Ma, come dicevo, Terni è una città adatta a una gita con i bambini: vediamo quali sono le principali attrattive.

Innanzitutto il bel centro storico: tante viuzze dalle strade a ciottoli piene di negozi, bar, gelaterie e cortili di antichi palazzi che possono essere esplorati. I bambini possono passeggiare liberamente grazie all’assenza delle auto, mentre voi potete dare un’occhiata alle piccole botteghe.

Vi consiglio di non perdere l’occasione di entrare nelle cioccolaterie del centro (vi consiglio Malù e l'antica cioccolateria Fani): potete assaggiare tanti tipi di cioccolata,dolci, bere una tazza di cioccolata calda e tornare a casa carichi di golosi souvenir.
Durante il vostro giro per il centro fate un salto alla Biblioteca comunale: ha uno spazio bimbi e tanti appuntamenti per i teenager e per i bimbi 0-6 anni.

Se i bambini sono grandicelli potete vivere l’esperienza di una interessante visita all’area delle Carsulae, la zona archeologica di Terni, che si trova sul ramo occidentale della via Flaminia, che attraversa la città in senso nord – sud e coincide con il suo cardo maximus. Il tratto urbano della strada è pavimentato con basoli e, all’altezza dell’ingresso al foro, incrocia il decumanus maximus, percorso con orientamento est – ovest, che conduce agli edifici per spettacoli.

Presso il centro Visita e Documentazione "U. Ciotti" potete prenotare una visita guidata o lasciare che i bambini giochino nell’area attrezzata esclusivamente per loro mentre voi potete riposarvi al bar.

Non posso dimenticare di consigliarvi un giro alle Cascate delle Marmore. Dichiarate Patrimonio Mondiale dall’Unesco, le Cascate sono un luogo davvero magico e altamente spettacolare. I bambini rimarranno senza fiato sin dall’area parcheggio da dove si gode una magnifica vista sulle cascate. Potete fare un’escursione libera tutti insieme, oppure dividervi. Voi genitori potete passeggiare e lasciarvi bagnare dall’acqua fino a raggiungere il Balcone degli Innamorati, un balconcino che si trova alla fine del Tunnel degli Innamorati incastonato nella roccia di travertino e teatro di una delle tante leggende che riguardano san Valentino (la storia racconta che il santo per dimostrare la purezza della bella Nerina, messa in dubbio dal suo compagno, abbia percosso la rupe con il bastone pastorale facendo scaturire un getto d’acqua capace di creare uno spettacolare velo da sposa).

I bambini, invece, possono partecipare ai tanti itinerari e laboratori come la Fantapasseggiata con il Gnefro, il folletto che vive nei sentieri e nelle grotte, oppure l’Acque..rello, il laboratorio di pittura per piccoli artisti che, muniti di tavolozza, colori e cavalletto, possono provare a riprodurre lo spettacolo dell’acqua e dei suoi colori.

Vi consiglio anche una gita fuori porta. A pochi chilometri da Terni c’è l’incantevole borgo stile presepe di Arrone, ai suoi piedi c’è un vero e proprio parco avventura dove i bambini possono vivere l’ebbrezza di fare qualche acrobazia, visitare gli allevamenti degli alpaca e scoprire i segreti della fattoria e poi da lì proseguite fino al Lago di Piediluco, un posto davvero incantevole. Pranzate in uno dei ristoranti tipici che si affacciano sul lago: molti hanno anche ampi spazi verdi e attrezzati per far giocare i bambini se il clima lo consente.
Terni diventa la città dell’amore per eccellenza a febbraio. La città si riempie di eventi, musica, festival e appuntamenti che compongono il Calendario degli eventi valentiniani che è consultabile qui.
Un evento per ogni gusto!

gpt native-bottom-foglia-ros-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt