gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Consigli utili per non perdere i bambini in vacanza

/pictures/20160707/consigli-utili-per-non-smarrire-i-bambini-in-vacanza-4210187206[979]x[409]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come evitare di perdere i bambini in vacanza? Dal braccialetto antismarrimento alle regole da impartire, ecco cosa fare

Come evitare di perdere i bambini in vacanza

Quando si va in vacanza, al mare o in una città d'arte, una delle principali preoccupazioni dei genitori è impedire che il bambino si perda. Può capitare, soprattutto in luoghi affollati, non conosciuti; i piccoli non hanno grande senso dell'orientamento.

La paura di perdere i propri figli in luoghi di vacanza sembra essere davvero comune e diffusa tra i genitori. Lo conferma il successo di un post pubblicato su Facebook dalla polizia di Clovis, California, che è stato condiviso decine di migliaia di volte.

I poliziotti americani danno qualche consiglio ai genitori, per aiutarli a tenere sotto controllo l'ansia e mettere in atto qualche utile accorgimento per evitare che i figli si smarriscano in vacanza.

E allora ecco cosa suggerisce la polizia:

  • se vi trovate in un luogo affollato scrivete il vostro numero di telefono sul braccio del bambino e per evitare che la scritta si sbiadisca applicatevi sopra un cerotto liquido;
  • scattate una foto ai bambini prima di arrivare in un luogo affollato. In questo modo se dovessero smarrirsi sarà facile ricordare come erano vestiti e riuscire a ritrovarli.

Non stupisce che la spiaggia in estate sia il posto dove maggiormente si perdono i bambini. Una lunga striscia di sabbia invasa da ombrelloni tutti uguali e migliaia di persone.

Noi siamo spesso al mare, su una spiaggia affollata e molto lunga. Sin da quando mio figlio era piccolo gli ho spiegato come fare se si fosse perso:

  • girarsi verso la montagna con il faro e proseguire in quella direzione (questo è il nostro punto di riferimento, voi trovatene uno adatto alla situazione)
  • rivolgersi a mamme con bambini per chiedere aiuto
  • memorizzare i numero di telefono di mamma o papà
  • salire lungo la spiaggia e andare al bar del primo stabilimento che si trova e dire il nome del lido in cui ci troviamo noi
Pericolo estranei, insegnare la sicurezza ai bambini

Consigli utili per la spiaggia, e ve ne aggiungo altri che ho trovato qua e là.

Dotate il bambino di braccialetti identificativi dove avrete scritto il numero di telefono. Potete costruirlo voi artigianalmente con le vostre mani, oppure potete comprarlo online: se ne trovano di ogni foggia. Questi di Ludilabel: sono braccialetti antismarrimento sui quale annotare i recapiti telefonici della persona da chiamare nel caso in cui il bimbo si perda. Hanno un sistema di chiusura a prova di bambino. Esistono anche apposite scarpe che contengono un localizzatore GPS, per sapere subito dove si trova il bambino.

Insegnate ai bambini di avvertirvi di qualsiasi spostamento: se vanno al bar, se vanno a giocare in riva al mare o sotto l'ombrellone di un amichetto devono abituarsi a comunicarvi ogni passo in modo da non farvi venire un colpo ogni volta che non li vedete più.

Dite ai bambini di gridare nel caso si sentissero in pericolo o venissero portati via a forza da un estraneo. Insegnategli frasi chiave, del tipo “Aiuto, mi stanno portando via”, in modo tale da attirare l'attenzione degli altri.

L'idea di dotare i bambini di un braccialetto identificativo antismarrimento è molto utile anche se vi trovate in visita in una città d'arte: in questo caso ditegli di rivolgersi a poliziotti o forze dell'ordine se dovessero perdersi.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0