gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Bambini in viaggio: i documenti necessari

Una delle prime cose da fare per organizzare un viaggio con i nostri figli è preparare i documenti necessari a seconda della destinazione prescelta

bimbo-vacanza_1Programmare un viaggio con un bimbo piccolo può essere motivo di ansia per i genitori che temono di trovarsi impreparati nel caso in cui accada qualcosa di imprevisto. Prima di partire è fisiologico avere un pò di paura ed apprensione soprattutto se si tratta del primo viaggio ma al di là di questi comprensibili timori basta un po’ di organizzazione per superare gli eventuali piccoli inconvenienti. Viaggiare con “cucciolo al seguito” è una delle esperienze più belle da vivere in famiglia e al contrario di quello che solitamente si è portati a pensare, non rappresenta una limitazione a patto che il viaggio venga inteso come conoscenza, cultura e godimento della natura e della diversità e piacere di stare insieme.

Una delle prime cose da fare per organizzare un viaggio con i nostri figli è preparare i documenti necessari a seconda della destinazione prescelta. Esistono due principali tipi di documenti che consentono l’espatrio di un minore: il tesserino per l’espatrio di minori, chiamato anche carta bianca, e il passaporto ordinario individuale per minori di 10 anni. Ecco le loro caratteristiche:

Tesserino per espatrio di minori (Carta bianca)

A cosa serve: è il documento di riconoscimento necessario ai minori di 15 anni per espatriare nei casi previsti dalla legge.
Dove può essere utilizzato: di norma, per entrare in tutti quei Paesi in cui è possibile espatriare con la sola Carta di Identità.
Cosa presentare per il rilascio del documento: un apposito modello, compilato in tutte le sue parti, che può essere ritirato presso la questura o il commissariato competente per territorio o presso le stazioni dei Carabinieri di zona; il certificato di nascita o il certificato estratto di nascita; 2 foto tessere identiche e recenti. La domanda di rilascio dovrà essere accompagnata dall'assenso dei genitori o dal nulla osta del giudice tutelare.
Validità: la Carta Bianca ha validità 5 anni o fino al compimento del 15° anno di età del minore.

Passaporto ordinario individuale per minori di 10 anni

A cosa serve: per espatriare in tutti quei Paesi i cui governi sono riconosciuti dallo Stato Italiano, salvo limitazioni previste dalla legge.
Dove può essere rilasciato: presso la questura del luogo di residenza o, nei Comuni medio grandi, presso il commissariato di P.S. competente per circoscrizione. In assenza di questi uffici, è possibile richiedere il passaporto anche presso il locale comando dei Carabinieri o presso il proprio Comune di residenza. A Roma il passaporto viene rinnovato o rilasciato anche presso alcuni Uffici Postali
Cosa presentare per il rilascio del documento: 2 foto formato tessera identiche di cui una autenticata (anche dal personale dello stesso ufficio di polizia); una marca di concessioni governative di € 40,29 per passaporto; un'attestazione di versamento di € 5,92 per il libretto di 32 pagine o di € 7,23 per il libretto di 48 pagine sul C.C.P. intestato alla questura competente; un documento di riconoscimento in corso di validità; l'assenso dei genitori o il nulla osta del giudice tutelare.
Modalità di utilizzo: per i minori di 10 anni l'utilizzo del passaporto individuale è subordinato alla condizione che viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci. In caso contrario, è necessario compilare una dichiarazione di accompagno che non necessita di marca da bollo.
Validità: il passaporto ha validità 10 anni.
 
In generale è importante sapere che fino all’età di 15 anni il minore può viaggiare anche con un semplice lasciapassare, ossia con il certificato o estratto di nascita che viene rilasciato dal comune di residenza del minore e deve essere vidimato dalla questura perché diventi un documento valido a tutti gli effetti.
Se il minore ha meno di 16 anni può essere iscritto sul passaporto dei genitori o del tutore; in questo caso l’iscrizione è valida come documento di viaggio sostitutivo mentre con il compimento del 16° anno di età diventa obbligatorio il passaporto individuale.

Per iscrivere un bambino di età inferiore ai 10 anni sul passaporto di uno dei genitori è sufficiente una dichiarazione di consenso da parte del coniuge/convivente; se il bambino ha più di 10 anni  e meno di 16 sono necessarie anche 2 foto tessera identiche di cui una autenticata. In entrambi i casi al momento della presentazione della domanda il giovane deve essere presente.

Se il viaggio avrà come destinazione uno dei paesi dell’Unione europea è sufficiente che il bambino possegga la carta d’identità valida per l’espatrio che anche in questo caso viene rilasciata dal comune di residenza. Infine bisogna prestare particolare attenzione se ci si vuole recare negli Stati Uniti; infatti dal 26 ottobre 2004 coloro che entreranno negli Stati Uniti dovranno essere muniti di passaporto a lettura ottica (lo sono tutti i documenti emessi a partire dal 15 aprile 1998).
La vera novità riguarda proprio i bambini: dal 26 ottobre 2004, infatti, anche i minorenni, compresi i neonati, dovranno essere in possesso di un passaporto individuale a lettura ottica. Coloro i quali decidessero di continuare a utilizzare il vecchio passaporto dovranno fare richiesta di visto di ingresso

Beatrice Spinelli

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0