NAVIGA IL SITO

Wonderlife: il ricatto della pipì

Avete già spannolinato i vostri bambini, o siete ancora nella fase training? Io ho concluso la missione con successo (o quasi, aehm) ma ho sottovalutato il risvolto della medaglia della conquista-vasino

Testo alternativo Vedi le foto:

Avete presente quanto impegno ci mettete nell’insegnare al vostro più-o-meno duenne l’importanza di ‘avvertire quando ti scappa’?
Bene. Ora vi svelerò un segreto: quest’informazione potrà essere usata contro di voi.
Ho un’amica che ha due gemelli che all’inizio guardavano il vasino con la stessa simpatia con cui io guarderei un capello nella minestra. Loro odiavano il vasino. E odiavano anche il pannolino: la facevano direttamente per terra per la gioia dei genitori, ormai abituati a planare su laghi apparsi all’improvviso sul parquet.
“Quando ti scappa devi dirmelo!” si raccomandava la mamma.
“Tu dillo e noi troviamo subito un bagno!” rincarava la dose il papà. Vedi le foto: Il pannolino negli anni: 50 anni di sederini asciutti
A forza di ripeterlo, e ripeterlo, e ripeterlo ancora, i gemelli hanno finalmente interiorizzato il concetto e fatto amicizia col vasino.
O almeno, così sembrava.
Hanno iniziato ad usare la frase ‘mi scappa la pipì’ come diversivo, in situazioni di noia.
Lunghi viaggi in macchina?
“Mamma ci fermiamo?”
“Amore, ma è passata solo mezz’ora!”
“Ma MI SCAPPA LA PIPI’!”
Questo ripetuto ogni mezz’ora. Per gemello. E non nello stesso momento.
“Abbiamo fatto otto soste” mi ha confessato “e la pipì l’hanno fatta una volta.”
Per i gemelli, grande successo del mi scappa nelle situazioni più assurde.
Tipo: in coda al supermercato, con dieci sconosciuti che ti guardano malissimo.
Oppure al matrimonio della cugina, durante il momento dell’offertorio, ad un volume udibile anche dal nonno ultranovantenne sordo.
Durante la scena clou del vostro film preferito.
Morale della favola: gli insegniamo che tutto si può interrompere per un impellente bisogno fisiologico, e loro ci prendono in parola. Peggio: imparano ad usare la pipì come alibi per svicolare dalla noia.

Hai trovato interessante questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

1
Commenti

sara venerdì, 29 luglio 2011

..non so se sia peggio ma...

... durante una passeggiata al parco, dopo cena, passando davanti ad una panchina dove erano seduti due giovincelli impegnati ad amoreggiare... occhi languidi e voci dolci... il mio nanerottolo esclama "mammaaaa ho fatto una scoreggia!!!"... ecco... se quei due avessero voluto che quel momento restasse nella memoria come la magia del primo bacio... mio figlio gli ha sicuramente guastato l'atmosfera!!!

n° 1
Chiudi
Aggiungi un commento a Wonderlife: il ricatto della pipì...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori