gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Urliamo troppo ai nostri figli (perchè siamo stressati)

Il New York Times ha paragonato le urla di rimprovero verso i figli alle vecchie sculacciate e gli esperti sentenziano: urlare ai propri figli provoca danni psicologici e un sottile e costante senso di colpa nei genitori che vi ricorrono

Il New York Times, in questo recente articolo ha paragonato le urla di rimprovero verso i figli alle vecchie sculacciate e gli esperti sentenziano: urlare ai propri figli provoca danni psicologici e un sottile e costante senso di colpa nei genitori che vi ricorrono.

LEGGI ANCHE:  Come non urlare con i figli

Secondo il New York Times, nelle famiglie oggi si urla molto più di ieri quando invece volavano molti più ceffoni. Oggi il ceffone e la tirata d'orecchie sono quindi visti come politicamente scorretti ma non si rinuncia alla punizione e quindi si urla l'impossibile nelle orecchie dei nostri figli. Stando all'inchiesta americana, una volta su dieci i genitori si rivolgono ai figli urlando. In genere accade la sera, quando si è più stanchi e incapaci di gestire i capricci con lucidità.

Negli Stati Uniti è nata un'associazione, "Positive Parents Solutions", che ha lo scopo di rendere i genitori più lucidi e meno aggressivi.
E' uscito anche l'immancabile libro americano sull'argomento, dall'eloquente titolo When Did I Get Like This? ("Come ho fatto a ridurmi così?"), in cui la scrittrice racconta la propria esperienza con tre figli, tutti sotto i 6 anni. Secondo l'autrice il dato più preoccupante sta nel fatto che si grida anche contro bambini molto piccoli, ignorando gli effetti psicologici che un tale comportamento può avere su di essi.
E'ovvio che ci si sente male dopo aver inveita gridando contro i propri figli che ci avevano fatto imbestialire, ma è anche comprensibile che dopo una giornata intera di lavoro o passata a casa ad accudirli, non sia proprio semplice rimanere calmi e inflessibili, contenendo la rabbia.

Non migliora le cose lo stress che contraddistingue questi nostri tempi convulsi e allora non meravigliamoci se il dottor
Harold S. Koplewicz, fondatore del New York University Child Study Center, fornisce l'identikit del genitore che urla ritraendolo come una persona ansiosa, irritabile, stanca. Vi ci riconoscete? purtroppo siete in buona compagnia

Fonti http://www.nytimes.com/2009/10/22/fashion/22yell.html

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0