gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Sviluppare l'autostima nei bambini e nelle bambine: i giochi per conoscere se stessi

Aiutare i bambini ad avere un senso di sé forte significa aiutarli a capire anche che si è diversi dagli altri e da se stessi: per questo sono importanti i giochi che parlano della storia di ognuno

A cura di Parlare con i bambini

Quando un bambino è molto piccolo, non sono molte le cose che sa fare. Può guardare davanti a sé, e sperare di incontrare un volto che lo guarda. Può piangere, e sperare che qualcuno lo aiuti...

Quando, dopo una gravidanza non del tutto fisiologica e un parto per niente fisiologico, ho scelto l'allattamento al seno, ho capito che i bambini sanno anche mangiare. Sanno mangiare e bere da soli fin dalla nascita. Certo, hanno bisogno della mamma (sempre) a disposizione, però sanno come attaccarsi al seno, sanno quanto mangiare se hanno fame, e quanto bere se hanno sete.



LEGGI ANCHE: Potenziare l'autostima con i giochi rompighiaccio



E non solo lo sanno fare, ma, in qualche modo, sanno anche di saperlo fare - questa, almeno,  è stata la mia sensazione con mia figlia, che ora ha 20 mesi. Ho avuto da subito la sensazione fortissima di una sua consapevolezza nel sapere fare questa cosa così importante. Era un po' come se mi dicesse “Mamma, puoi leggere un libro o guardare un film, qui ora ci penso io da sola, so come fare.” Infatti, rispetto al biberon, era molto più autonoma: non rischiava di bruciarsi o bere troppo o troppo velocemente. Poteva prendere il latte per bere, per mangiare, per consolarsi, per farsi coccolare o per addormentarsi - un numero di cose incredibile se confrontate con il solo alimentarsi in pochi minuti dal biberon.

Quella sensazione di orgoglio e consapevolezza negli occhi di una bambina di un mese mi sono rimasti molto impressi e credo sia importante, qualunque scelta si faccia - rispetto all'allattamento o altro - cercare di ricavare degli spazi perchè il bambino o la bambina possa sentire di essere in grado di fare delle cose, delle cose per sé e poi, con il tempo, anche per gli altri.



LEGGI ANCHE: Attività per potenziare l'autostima nei bambini: i giochi non competitivi



Ma l'autostima non è certo una dote che con cui si nasce e nemmeno un bene immutabile: la fiducia che ha nelle sue capacità una bambina che prende ancora il latte non la mette al riparo da errori, giudizi, incertezze, crisi.... ognuno di noi vive nel tempo esperienze difficili, in cui si mette in discussione. Aiutare i bambini ad avere un senso di sé forte significa aiutarli a capire anche che si è diversi dagli altri e da se stessi, che ci sono momenti di crisi e evoluzione.

Il gioco è l'attività che i bambini sanno fare per eccellenza, in cui anzi sono dei veri maestri e quindi bastano alcuni accorgimenti per rendere efficace questo potenziale per l'autostima. Un esempio è quello di fare delle attività per parlare con il bambino o la bambina della sua storia - cosa di cui sono sempre molto curiosi. Si può disegnare su un grande foglio la sagoma di ogni bambino e aiutarlo poi a caratterizzarla, scegliendo ad esempio abiti, vestiti, colori, parole... Questo gioco permette ai bambini di iniziare a riflettere sulle cose che li rendono uguali agli altri, oppure unici. Se si ha un gruppo di bimbi, può essere interessante giocare ad indovinare a chi corrisponde ogni sagoma (fonte: Laboratorio Autostima. Giochi e attività per bambini dai 5 agli 11 anni).



LEGGI ANCHE: Sviluppare l'autostima nel bambini: iniziare un nuovo gioco



I giochi che parlano della storia di ognuno sono elementi fondamentali nella crescita e permettono anche all'adulto di capire se un bambino ha poca stima di sé e intervenire aiutandolo a superare le sue difficoltà e a sviluppare quella flessibilità emotiva che ci permette di accettare anche gli errori e il cambiamento.

Perchè... “un gioco vero è un gioco che libera lo spirito.
(Opie & Opie )




LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA NOSTRA LINGUISTA
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0