gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Sviluppare il potenziale del linguaggio nei bambini da 0 a 3 anni: i libri da ridere

Quando sono piccoli i bambini cercano il contatto visivo con l'adulto ed il sorriso è uno degli elementi di base della socializzazione: ecco qualche consiglio sui libri divertenti da leggere insieme

a cura di Parlare con i bambini

Forse l'ho già raccontato. Ma non posso dimenticarmi quando ho fatto ridere per la prima volta la mia bimba, che aveva circa un mese e mezzo. Le stavo raccontando la storia di un coccodrillo egoista. Non avevo letto il libro, ma conoscevo la storia grazie al racconto di Letizia (GUARDA IL VIDEO). Qualcosa nella storia o nelle mie espressioni o nella voce, l'ha fatta ridere tantissimo. E da allora ci divertiamo spesso, anche con i libri.



LEGGI ANCHE: I libri con la musica per i bambini



Quando i bambini sono piccoli, cercano il contatto visivo con l'adulto e il sorriso è uno degli elementi di base della socializzazione. Se pensiamo ai nostri amici, è facile che ci vengano in mente immagini di sorrisi e momenti di riso. Se pensiamo ai nostri familiari? E ai nostri bambini? Alla scuola?

Se non ci vengono in mente momenti in cui abbiamo riso insieme, vuol dire che c'è ancora qualcosa che possiamo aggiungere alle nostre relazioni. E i libri, anche in questo caso, sono degli alleati, anche se forse, consigliare dei titoli questa volta non è per niente facile... E' importante infatti non dimenticare che l'ironia e il sarcasmo sono doti molto complesse, che evolvono nel tempo e che per questo è molto importante dosarle in base all'età e alla sensibilità di ogni bambino o bambina (LEGGI).



gpt native-middle-foglia-bambino




Per i più grandi, Nati per leggere consiglia “Storie da ridere” (LEGGI), e noi abbiamo trovato irresistibile Il piccolo Nicolas (LEGGI). Per i più piccoli, possiamo cercare filastrocche, canzoni, oppure i libri con gli animali e gli oggetti, di cui divertirsi a rifare i versi (un classico è L'uccellino fa... - LEGGI). L'importante è che ci mettiamo in gioco, cercando di conoscere i gusti dei nostri bambini, senza mai dimenticare questo consiglio molto significativo di Silvia Vegetti Finzi: “Tutto quello che la mamma sa può esserle d'aiuto soltanto se non diviene un ricettario, se non la induce a cercare la reazione giusta, la risposta esatta, al di fuori del dialogo con il suo bambino".

Quali sono i vostri libri tutti da ridere?



LEGGI ANCHE: I libri tattili per i bambini




gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0