gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Tante storie per la Settimana di Nati per Leggere

Fino al 23 novembre tante iniziative in tutta Italia per la promozione della lettura a voce alta a cura di Nati per Leggere

Settimana Nazionale Nati per Leggere

Fino al 23 novembre in tutta Italia presso i presidi di Nati per Leggere decine di iniziative ed appuntamenti finalizzati alla promozione della lettura a voce alta.

Siamo nel cuore della seconda edizione della Settimana Nazionale di Nati per Leggere, "Diritti alle storie!": nove giorni di parole, immagini ed emozioni, condivise a bassa voce, avvolti tra le pagine dei libri.

L'evento nasce nella Settimana in cui ricorre la Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, per esprimere con un messaggio deciso e universale, per ricordare che le storie sono un mezzo di relazione, una fonte inesauribile di stimoli che, se offerti precocemente, fin da piccoli, incidono in modo significativo e profondo sulla traiettoria di vita di un bambino.

 

Ma è anche un'occasione per ricordare che

ogni bambino ha diritto ad essere protetto anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo, non solo dalla malattia e dalla violenza

Nella Settimana nazionale Nati per Leggere ci saranno iniziative organizzate in numerose città nelle biblioetche, nei punti lettura, negli spazi pubblici, tutto per far scoprire ai genitori una nuova modalità di stare insieme ai propri bambini, ma anche insieme ad altre famiglie, e ai bambini il piacere della lettura delle storie ad alta voce.

Per tutta la Settimana Nazionale NpL i genitori, e gli insegnanti sono invitati a lasciare la loro testimonianza. Come?  Sui social network si può postare un video di circa 30 secondi in cui si legge un libro caro. Nel video non dovrebbe vedersi il volto di chi legge o chi ascolat, ma solo la copertina, un'illustrazione. Ciò che deve emergere è la voce di chi legge.

Leggere prima e dopo la nascita per creare un legame

Perchè leggere a bambini di pochi mesi?

Nati per Leggere promuove la lettura a voce alta sin da piccolissimi. Un'abitudine che non serve soltanto a rafforzare il legame affettivo tra genitore e bambino, ma anche a favorire lo sviluppo cognitivo e linguistico del piccolo. E non è mai troppo presto. Ecco cosa scrivono i promotori di Nati per Leggere:

Le ricerche dimostrano che nei periodi più sensibili (primi mesi, anni di vita) la quantità di materia grigia (essenzialmente i neuroni e le loro connessioni) può quasi raddoppiare nell'arco di un anno e che questo processo, sebbene la crescita del cervello continui durante tutta l'infanzia, è seguito da una drastica perdita di quella parte di tessuto e di cellule che non vengono utilizzati. Le abilità cognitive associate alla condivisione del libro, come la memoria, la creatività, la comprensione, la nomina e l'indicare le figure, assicurano che le connessioni cerebrali persistano

Numerosi studi hanno confermato i benefici della lettura a voce alta sin dai primi mesi di vita. Leggere insieme al bambino produce numerosi benefici sullo sviluppo del bambino e contribuisce a rafforzare il legame affettivo tra chi legge e chi ascolta. Inoltre studi scientifici hanno dimostrato che leggere ad alta voce con continuità al bambino di età prescolare migliora lo sviluppo cognitivo, favorisce una precoce comprensione del linguaggio e la capacità di lettura.

E nondimeno, leggere ad alta voce fa sì che nel bambino si consolidi l'abitudine a leggere, un'abitudine che si protrae nelle età successive grazie all'approccio precoce legato alla relazione.

Nati per Leggere

Nato nel 1999, il progetto Nati per Leggere si pone l'obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni. Nati per Leggere è presente su tutto il territorio italiano con circa 400 progetti locali  - promossi da bibliotecari, pediatri, educatori, enti pubblici, associazioni culturali e di volontariato - che vedono coinvolti 1195 comuni italiani.

Nati per Leggere è promosso dall'alleanza tra bibliotecari e pediatri attraverso le seguenti associazioni: l'Associazione Culturale Pediatri - ACP che riunisce tremila pediatri italiani con fini esclusivamente culturali, l'Associazione Italiana Biblioteche - AIB che associa oltre quattromila tra bibliotecari, biblioteche, centri di documentazione, servizi di informazione operanti nei diversi ambiti della professione e il Centro per la Salute del Bambino - ONLUS - CSB, che ha come fini statutari attività di formazione, ricerca e solidarietà per l'infanzia

I trucchi per leggere le favole della buonanotte

Filastrocca per Nati per Leggere

Leggimi subito, leggimi forte

Dimmi ogni nome che apre le porte

Chiama ogni cosa, così il mondo viene

Leggimi tutto, leggimi bene

Dimmi la rosa, dammi la rima

Leggimi in prosa, leggimi prima

Bruno Tognolini

Sul sito di Nati per Leggere oppure sulla pagina Facebook è possibile consultare l'intero calendario degli appuntamenti

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0