gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Come spiegare le mestruazioni ai bambini

/pictures/20150924/come-spiegare-le-mestruazioni-ai-bambini-1043071858[1670]x[697]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come parlare alle figlie (e anche ai maschi) delle mestruazioni?

La prima mestruazione

La comparsa del menarca, la prima mestruazione, è un momento di grandi cambiamenti per la vita delle ragazzine, che devono arrivare preparate per poter vivere questa esperienza con consapevolezza e serenità.
Parlare del ciclo mestruale significa indubbiamente parlare di sessualità e questo può essere fonte di qualche imbarazzo per i genitori, soprattutto per quelli non proprio moderni.
Eppure parlare apertamente con le proprie figlie dell’apparato riproduttivo, del ciclo mestruale e della sessualità significa non solo dissipare dubbi, tabù e paure ingiustificate, ma anche crescere giovani donne forti e sicure di sé stesse.

gpt native-middle-foglia-bambino

Quando bisogna cominciare a parlare ai bambini della sessualità?
In realtà non è mai troppo presto. I bambini, anche piccoli, sono molto curiosi circa le varie parti del corpo, le differenze tra maschi e femmine, pongono domande senza alcun imbarazzo e non c’è motivo per non fornire una risposta che sia sincera e adeguata alla loro età.

In questo modo, se si instaura sin dai primi anni una comunicazione franca e spontanea sul corpo al raggiungimento della pubertà sarà normale affrontare certi argomenti.

E’ importante affrontare l’argomento della prima mestruazione ben prima che questa si presenti, perché così la bambina sa cosa aspettarsi e non si spaventerà quando arriverà il menarca. Inutile rimandare e dare risposte evasive. I bambini sono curiosi e intraprendenti e non si fermano quando vogliono una risposta, se non gliela fornirete voi finiranno col trovarla su Google.

Come ridurre l’imbarazzo quando si affronta questo tema?
Si potrebbe intraprendere la conversazione in auto, così non si deve guardare negli occhi, oppure la sera a luci soffuse. L’importante è rispondere in modo franco, senza cercare di edulcorare l’argomento.

La pubertà arriva a sette anni, come riconoscerla

Pensiamo sempre che a parlare di primo ciclo mestruale debba essere la mamma, ma se invece per una serie di circostanze dovrà farlo il papà?

E’ importante ricordare che non si parla di lui, ma della bambina. Il papà non ha esperienza diretta per cui non può sapere cosa si prova, ma può dimostrare di essere disponibile a ricevere domande e fornire risposte.  In questi casi, se la mamma manca, può essere utile delegare una zia o un’amica per affrontare con la bambina un argomento prettamente femminile.

E come affrontare l’argomento con i maschi?

E’ facile che il bambino si accorga che la mamma ha le mestruazioni e sia incuriosito, perfino spaventato, da questa cosa. Se il piccolo fa domande può essere un’occasione buona per parlare con semplicità e chiarezza, spiegando, ad esempio, che per fare i bambini l’ovetto della donna deve incontrare il semino dell’uomo, se non lo incontra l’ovetto va espulso e così si perde un po’ di sangue.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0