gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 1

Perché custodire i ricordi dei propri figli

/pictures/20160324/perche-custodire-i-ricordi-dei-propri-figli-3014657385[955]x[399]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Perché conservare i ricordi dei figli ? La nostra pedagogista ci spiega il valore pedagogico di custodire gli istanti di vita più importanti della vita dei bambini

Perché conservare i ricordi dei figli

Esperienza comune di molti genitori è quella di vedere il tempo che scorre velocemente davanti ai propri occhi, il proprio bimbo che cresce con una rapidità sorprendente e avere la sensazione che tutto stia passando troppo in fretta in un presente talmente bello da essere in qualche modo anche velato già di per sé dalla malinconia e dalla nostalgia, in quanto presto sarà un meraviglioso ricordo.

Per questo motivo mamme e papà hanno piacere e sentono un vero e proprio bisogno di immortalare questi istanti con video, foto, appunti, ecc. e di conservare oggetti che testimonino i momenti più significativi e importanti. Ma quello di conservare i ricordi della storia del proprio bambino, che è di per sé un istinto naturale e un desiderio spontaneo dei genitori, rappresenta a livello pedagogico anche una pratica molto utile e preziosa per i figli. Per un bambino avere dei ricordi e qualcuno che li ha custoditi per lui è fondamentale. Perchè?

La scatola dei ricordi del tuo bambino
  • Ho una storia

Grazie agli oggetti, le fotografie, le immagini e i ricordi in genere che i genitori hanno conservato, il bambino può ripercorrere la propria storia; prende consapevolezza delle proprie origini e delle proprie radici, si rende conto di essere nato e di vivere all'interno di una famiglia e di un gruppo sociale, sviluppa quindi il proprio senso di appartenenza e ha ben chiaro che il presente che sta vivendo è frutto di un passato che c'è alle sue spalle, ossia di un terreno solido da cui può partire per spiccare il suo volo futuro.

gpt native-middle-foglia-bambino

  • Ho un valore

Il bambino rafforza in sé l'idea di essere una persona degna di stima e di valore: “se le mie cose vengono conservate è perché sono importanti, ed esse sono importanti perché io stesso lo sono”. Vedere i propri genitori che custodiscono gelosamente i suoi ricordi come cimeli preziosi aumenta l'autostima del bambino che si rende conto di avere valore per i suoi cari “Ciò che sono, ciò che faccio, è prezioso per gli altri e per me”.

  • Ho chi mi vuole bene e si è preso e si prende cura di me  

La conservazione dei ricordi da parte di mamma e papà rassicura anche a livello emotivo il bambino che c'è chi si è da sempre preso cura di lui, da sempre l'ha amato, desiderato, protetto. Mamma e papà sono i suoi custodi da sempre, lo affiancano, lo sostengono e lo incoraggiano in tutti i passaggi fondamentali della sua vita e ne conservano per lui memoria.

  • Ho fatto dei progressi

Avere sott'occhio il proprio percorso permette anche al bambino di prendere consapevolezza dei propri successi, di rendersi conto della strada percorsa, di vedere come tra sforzi, desideri, fatiche, fallimenti e vittorie ha raggiunto le proprie conquiste ed è arrivato ad essere capace e abile; anche il bambino più in difficoltà si accorge quindi che è in continua crescita, in continua evoluzione, in continuo miglioramento, e il genitore ha “prove” dei suoi sforzi ma anche dei suoi meriti

  • Ho qualcosa da raccontare

Infine il bambino attraverso le proprie memorie può costruire una narrazione di sé non solo per se stesso ma anche per gli altri, (che siano i parenti, gli amici, i fidanzati, i compagni di vita e un domani i figli o le nuove generazioni). Il rafforzarsi nella propria identità apre la possibilità infatti di aver chiaro chi si è, e di essere pronti al confronto con l'alterità: la narrazione diventa in questo senso un dialogo, un confronto, un arricchimento reciproco. Attraverso i ricordi che i genitori conservano per lui quindi un bambino: sa chi è e da dove viene, sa di essere importante e prezioso, sa di essere amato, sa di essere migliorato nel tempo e di poter migliorare ancora e infine si può anche aprire all'altro e confrontarsi con lui in modo più sereno e consapevole.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0