gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Perché è importante parlare correttamente ai bambini

/pictures/20160324/perche-e-importante-parlare-correttamente-ai-bambini-3440247608[991]x[413]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Quale linguaggio usare con i bambini per ampliare il loro vocabolario? La nostra logopedista consiglia di chiamare ogni cosa con il suo vero nome, senza storpiare o semplificare le parole

Quale linguaggio usare con i bambini

Parlare correttamente ti aiuta ad ampliare il vocabolario del tuo bambinoTutte le mamme che si chiedono se il linguaggio del loro bambino è adeguato alla sua età, anche le mamme dei bambini che parlano come delle radioline! Tutte, chi più, chi meno, si interessano all’argomento, ma non sempre sanno come muoversi e come agire, eventualmente, per migliorare la capacità comunicativa del loro bambino.

La competenza linguistica è fondamentale nei rapporti sociali, avere una capacità dialettica ricca e grammaticalmente corretta può distinguerci e darci una spinta notevole in qualsiasi ambito. Sotto questa luce si dovrebbe dare molta importanza a lessico e sintassi, cioè a vocabolario e grammatica. Un lessico carente può essere causa di disturbi della comunicazione correlati (disturbi della fluenza o problemi nell’apprendimento scolastico).

Qui di seguito vi illustro una semplicissima, ma fondamentale regola per fare in modo che il vostro bambino abbia un linguaggio appropriato e possa affrontare serenamente qualsiasi situazione di confronto, soprattutto nell’ambiente scolastico.

gpt native-middle-foglia-bambino

Chiamate ogni cosa con il suo vero nome

Può sembrare banale, ma è una regola di fondamentale importanza. Ogni volta che parliamo con il nostro bambino dobbiamo fare in modo che ci capisca, ma senza storpiare le parole o semplificarle. Se pensate al fatto che prima di acquisire il linguaggio i nostri piccoli non conoscono alcuna parola, vi renderete conto che anche la parola “forchetta” per loro può essere difficile, perciò per quale motivo dovremmo chiamare la forchetta con suo vero nome e il minestrone invece lo chiamiamo “pappa”? Un nome ce l’ha già, ed è “minestrone”!

Comunicare faccia a faccia con il bambino per stimolare il linguaggio

Parlate tanto con loro, qualsiasi età abbiano, non preoccupatevi se credete che non possano capire quello che dite, può sorprendervi la loro capacità di comprensione! Accompagnate ogni gesto, anche il più banale, con un racconto, accentuando molto l’intonazione ed aggiungendo un po’ di aggettivi o informazioni aggiuntive sull’oggetto o sulla situazione che sta vivendo (es. Adesso prendiamo un cucchiaino dal cassetto, toccalo, senti com’è freddo! È di metallo!). In questo modo sapranno che ogni cosa che vedono ha un suo nome preciso e ne faranno un’esperienza diretta.

Come arricchire il lessico del bambino

Per il resto esistono molti strumenti che potete utilizzare per ampliare il lessico del vostro bambino, dai libri fotografici per bambini alle filastrocche, dalle canzoncine al gioco delle rime (scegliete una parola e dite al vostro bambino di scegliere la parola successiva in modo che inizi con la sillaba finale della precedente: mamma-mano-notte-terra e così via).

Un’attività che ai bambini piacerebbe molto consiste nel raccogliere varie immagini in un quaderno, immagini prese dalle riviste, dai volantini del supermercato o anche disegnate da loro stessi, dividendole per categorie (animali, cibo, bevande) o per colore, purché li portino a fare esperienza con esse per aiutare la memorizzazione della parola.

Un concetto generale è fornire al bambino tutte le parole utili a sviluppare i concetti che vuole esprimere, una cosa importantissima è ascoltare i bambini e non interromperli mai mentre cercano di dire qualcosa. Ancora più importante è non correggerli se sbagliano una parola, in questo caso può essere sufficiente ripetere subito dopo la parola pronunciandola correttamente

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0