gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Parlare con il bebè lo fa crescere più intelligente

Uno studio americano conferma che parlare con il bebè o leggere a voce alta migliora il suo sviluppo cognitivo

Migliorare sviluppo cognitivo bambino

Leggete favole a voce alta ai vostri bambini, anche se sono piccolissimi, parlate con loro sin dai primi mesi e non solo per stabilire un legame affettivo profondo ma anche perchè così cresceranno più intelligenti.

Sembra essere questa la conclusione alla quale sono giunti alcuni ricercatori della Stanford University guidati dalla studiosa Anne Fernald.


I genitori non raccontano più le favole della buonanotte


Studi condotti in precedenza hanno dimostrato che i bambini iniziano a memorizzare le parole sin dai primi mesi di vita, il che conferma quanto sia importante parlare con il neonato anche se lui non può rispondere.

L'ultima ricerca condotta dalla Fernald ha preso in esame un gruppo di neonati e i loro genitori che sono stati seguiti negli anni fino al quinto compleanno.
Risultato inequivocabile: i figli dei genitori più chiacchieroni risultavano essere più intelligenti e avere migliori risultati scolastici a sei/sette anni.


Parlare ai bambini in mammese


Al punto che dopo i 5 anni questi bimbi mostravano un vantaggio di ben 24 mesi rispetto ai loro coetanei per ciò che riguarda memoria e linguaggio.


Queste conclusioni dovrebbe, quindi, convincere anche i più scettici, i genitori che si domandano perchè si debba parlare con neonati che non sembrano capire ciò che gli si dice e certamente non possono ancora rispondere.
 

parlare-con-il-neonato


La Fernald spiega che non è necessario impegnarsi più di tanto: è sufficiente parlare con loro quando li nutriamo, li vestiamo, leggere loro delle favole a voce alta.

Piccoli accorgimenti quotidiani che possono avere grandi ripercussioni nel futuro.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0