gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

L'importanza di parlare ai neonati

Recenti ricerche hanno confermato l'importanza del parlare ai bambini fin dalla più tenera età

PARLARE AI NEONATI - Come è bello quando si sente la prima sillaba del nostro bambino. Anche un semplice “ ma “ o “ ba “ e già ci sembra che abbia detto: mamma ti voglio bene, e il nostro cuore si riempie di gioia e amore.

Noi pensiamo che l'azione del parlare inizi con la prima sillaba, la prima parola, ma in realtà non è affatto cosi. Il linguaggio comincia molto prima, già dai primi giorni.

 

LEGGI ANCHE: Parlare con il bebè lo fa crescere più intelligente

 

Non è una novità il fatto che i bambini abbiamo una velocità e capacità di apprendimento superiore a noi adulti ma recenti ricerche hanno confermato cose strabilianti sull'importanza del parlare ai bambini fin dalla più tenera età.

Ovviamente l'acquisizione del linguaggio è uno dei più importanti traguardi di un bambino in quanto lo rende più autonomo e gli permette di esprimere se stesso al meglio ed è bellissimo scoprire come noi genitori possiamo incentivare ed aiutare il nostro bambino in questo apprendimento affinché sia più facile.

È stato infatti dimostrato scientificamente da uno studio americano presso la Stanford University che il linguaggio comincia prima dell'emissione della prima parola. L' apprendimento infatti inizia molto prima dentro al bambino.

Un bambino di 15 giorni non parla, ma ascolta, e ascoltando fa lavorare parti del cervello e del cervelletto che già elaborano e lavorano per coordinare cervello, corde vocali, bocca per poi arrivare alla tanto attesa prima parola. Il cervelletto infatti deve ragionare e elaborare parecchio per far sì che il bambino riesca a collegare le parti necessarie per compiere l' azione del parlare.

 

LEGGI ANCHE: Parlare ai bambini in mammese

 

Non dobbiamo quindi sentirci stupidi quando ci troviamo a parlare al bambino come se stessimo parlando con un adulto, ma anzi dobbiamo conversare il più possibile con i nostri figli, fin dai primi giorni. Da questo studio è stato dimostrato che i bambini con dei genitori “chiacchieroni” apprendono molto più facilmente e ai 2 anni di età sanno molte più parole rispetto ai bambini ai quali è stato parlato poco.

Questo non significa che se lo tempestiamo di discorsi a due mesi sarà un bambino prodigio che già dice frasi complete, ogni bambino ha comunque il suo tempo, ma il dialogare con loro li aiuta nel processo di elaborazione e coordinazione e li rende più ricettivi e stimola la loro intelligenza.

 

LEGGI ANCHE: Il bambino impara a parlare già nel pancione

Quindi cari genitori non abbiate paura di essere presi per matti se parlate, parlate e parlate con il vostro bimbo ancora nella culla, e prendete l'abitudine di leggere anche fiabe.. oltre ad aiutarli nella loro crescita vivrete anche momenti indimenticabili

 

a cura di Monia Uliani

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0