gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Pappa, ciuccio e capricci: ecco i consigli di Tata Adriana

Bio Presto Baby ha organizzato a Milano il Presto Tata Day, una giornata con la Tata Adriana, del programma SOS Tata, che ha affrontato alcuni temi caldi: pappa, ciuccio e capricci

Quando si diventa mamme i dubbi sono tanti: dall’educazione all’alimentazione dei nostri piccoli. Tutte abbiamo desiderato almeno una volta un libretto d' istruzioni "mamma-bimbi" rapido e pronto per l’uso! In questi casi può essere utile confrontarsi con altre mamme che hanno avuto esperienze simili o differenti dalle nostre. Se poi questa mamma è anche un famosa Tata (LEGGI) con tanta esperienza in fatto di bimbi e famiglia... ancora meglio!



LEGGI ANCHE: Sei pronta a diventare mamma? Ecco come scoprirlo



Così è successo al Presto Tata Day, giornata di coaching familiare organizzata da Bio Presto Baby a Milano lo scorso aprile con Adriana Cantisani (GUARDA LE SUE FOTO), alias la Tata Adriana del programma SOS Tata. Insieme alla mamme blogger presenti, l’educatrice ha affrontato alcuni temi caldi del mestiere di mamma tra cui: alimentazione e verdure, ciuccio, capricci.

Vediamo insieme quali sono stati i consigli della Tata:



LEGGI ANCHE: Sos Tata: la famiglia Allegri



Alimentazione e verdure

Quale mamma riesce a far magiare al proprio figlio le 5 porzioni di frutta e verdura (LEGGI) previste al giorno? A parte qualche fortunato caso, la maggior parte delle mamme si trova a dover affrontare la scarsa propensione del proprio figlio a mangiare spontaneamente le verdure. Come si fa?

Innanzitutto si può verificare che dietro il rifiuto di un certo tipo di alimento, non si nasconda un'allergia o un’intolleranza. Inoltre si può scegliere e cercare di trovare le verdure preferite del vostro bambino: “Mangiare verdura non vuol dire mangiare tutte le verdure: possiamo anche sperimentare, trovare quelle che il nostro bambino preferisce e proporgli quelle”.

Un altro utile escamotage per invogliarlo è quello di proporgli piatti colorati, divertenti (in rete si trovano numerose ricette), perché, come ricorda l’educatrice: “I piccoli mangiano anche con gli occhi!”.



LEGGI ANCHE: Gli spuntini sani, ma buoni da preparare ai bambini



Ciuccio: quando eliminarlo

Questo è spesso uno dei passaggi di crescita più delicati e cruciali e anche in questo caso le esperienze sono diverse. Se il nostro bimbo non ne vuole sapere di eliminare il ciuccio, come si fa?

Premesso che l’uso di questo oggetto comporta problemi di dentizione seri dopo i 5 anni (LEGGI): “Il ciuccio per il bambino è consolatorio, gli da sicurezza e rassicurazione”, ricorda la Tata, “ogni bambino ha i suoi tempi, toglierlo contro la loro volontà potrebbe essere una forzatura sbagliata: è una conquista che va fatta insieme”.

Non esistono rimedi per togliere il cuccio, ma esistono modi per rendere il bambino più sicuro di sé: dirgli, per esempio, che è "bravo", se non usa il ciuccio, può farlo sentire incapace e non bravo, perché non riesce a fare senza: “E più si sente incapace - avverte la Tata -, più ne avrà bisogno in una spirale infinita”.



LEGGI ANCHE: I bambini che non vogliono il ciuccio



I capricci

Come si distingue un capriccio da un' esigenza vera?

“Capricci ed esigenze sono la stessa cosa, ecco perché non si distinguono”, spiega la Tata. Sono richieste di aiuto nel linguaggio dei nostri piccolini. Un linguaggio che la mamma deve imparare, con il tempo, la pazienza, e che deve saper ascoltare: “Fame, stanchezza, luoghi troppo affollati sono alcuni fattori che di solito fanno scaturire il capriccio”. Allora, se il nostro bimbo è particolarmente capriccioso, approfondiamo e cerchiamo di capire quale dei suoi bisogni primari insoddisfatti (LEGGI) lo sta irritando... a volte può essere una banale pipì che il piccolo non è ancora riuscito a fare! Una routine quotidiana basata su orari definiti di pappa, nanna, gioco, uscite, inoltre, può aiutare a prevenirli.



LEGGI ANCHE: Sonno, capricci ed educazione: i consigli di Tata Simona



Ma i consigli della Tata non finiscono qui: se volete scoprirne di più, potete consultare il sito Bio Presto Baby dove trovate tanti altri suggerimenti di family coaching


Per ulteriori informazioni:

Bio Presto Baby

A cura di Federica Galimberti
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0