gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Lezioni di vita dalle principesse Disney

/pictures/20150410/lezioni-di-vita-dalle-principesse-disney-3173555240[2483]x[1036]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Le principesse Disney, spesso criticate di trasmettere un'immagine stereotipata della donna, in realtà hanno molto da insegnare alle nostre bambine. Ecco cosa ne pensa una mamma

Principesse Disney

I messaggi che arrivano dalla principesse Disney sono forse più che altro oggetto di critica: a questi personaggi così popolari tra le bambine viene rimproverato di trasmettere un’immagine stereotipata e svilente della donna, in storie dove la bellezza della protagonista gioca un ruolo fondamentale e sembra che l’unico obbiettivo sia accaparrarsi il buon partito di turno. Ma le principesse non sono solo questo: spesso, soprattutto nei film più recenti, si tratta di giovani donne indipendenti, coraggiose e determinate, da cui le nostre bambine hanno molto da imparare.

  • Quale “femminuccia”?

Le due principesse Merida e Mulan farebbero volentieri a meno di abiti sontuosi e gioielli in favore di un cavallo ed una spada, ma la società in cui vivono impedisce loro di essere se’ stesse. Tuttavia, quando la loro famiglia è nei guai, riescono a farsi avanti e salvare la situazione, diventando delle vere eroine.

Le principesse Disney: il troppo stroppia?
  • Lavorare per realizzare i propri sogni

Tiana non è solo bella come una principessa: è una gran lavoratrice e sgobba dal mattino alla sera per onorare la memoria di suo padre e aprire un giorno un suo ristorante. E' questo il suo sogno, e alla fine riesce a realizzarlo - e anche a sposare un principe, ma questo è un di più.

  • Guardare al di là del proprio naso

Prima ancora di conoscere il principe Eric, la sirenetta Ariel è affascinata dal mondo degli umani e sogna, un giorno, di farne parte: non si accontenta di una vita tranquilla nel suo piccolo universo acquatico e non ha timore di esplorare ciò che non conosce.

gpt native-middle-foglia-bambino

  • E’ possibile vincere le proprie paure

La madre adottiva di Rapunzel la tiene segregata in una torre, manipolandola e inculcandole il terrore verso le persone orribili e malintenzionate che popolano il mondo esterno. Dopo essere sopravvissuta anni vivendo solo della propria immaginazione, la ragazza riesce infine a svincolarsi da queste catene immaginarie e uscire dalla sua prigione dorata.

  • Oltre i diamanti c’è di più

Un futuro di ricchezza e potere attende la principessa Jasmine, figlia del sultano: ma quando decide che nessuno dei pretendenti alla sua mano è “quello giusto”, fugge dal palazzo, e lo fa da sola.

  • Bella con un cervello

Nella versione disneyana, Belle non è semplicemente la ragazza più bella del paese: è una donna colta e interessata alla lettura. Proprio all’inizio del film di reca in città diretta alla biblioteca e respinge le avances del bellimbusto di turno, convinto che le donne non debbano "avere strane idee e iniziare a pensare".

  • E’ giusto lottare per superare gli ostacoli

Persino Cenerentola, ridotta praticamente in schiavitù e quasi prigioniera nella sua stessa casa, si rifiuta di accettare il suo triste destino e affronta la matrigna per poter andare al ballo - e alla fine, con un piccolo aiuto, ci riesce!

  • La Natura è meravigliosa

Pocahontas insegna al suo innamorato l’importanza di rispettare la Natura e le differenze culturali, e che "selvaggio" non è necessariamente una brutta parola.

  • Gli adulti sono un passo avanti

Alcune principesse si mettono in grossi guai per non aver ascoltato i consigli delle persone adulte: pensate solo alle conseguenze della disobbedienza di Aurora alle tre simpatiche fatine che si occupavano di lei nella foresta.

  • Il valore della famiglia

Tra fratelli si può litigare, ci si può sbattere porte in faccia e ci si può ignorare per anni, ma nei momenti di difficoltà emerge l'affetto più autentico e disinteressato, come insegnano le due sorelle protagoniste di Frozen.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0