gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

L'istinto naturale dei bambini

/pictures/20150326/l-istinto-naturale-dei-bambini-1387143445[4631]x[1928]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

I bambini piccoli hanno un istinto naturale che li guida nelle prime conquiste della crescita. Quando ci possiamo fidare del loro istinto e quando invece dobbiamo intervenire?

Istinti naturali nei bambini

Fin dai primi giorni dopo il parto una mamma si accorge che il suo bambino appena nato ha l’istinto di attaccarsi al seno materno per alimentarsi, capisce da solo quando è sazio e si lamenta se è troppo coperto. Alle neomamme viene suggerito di fidarsi del loro istinto materno, ma anche i bambini hanno un loro istinto naturale che li aiuta in molte più occasioni di quanto pensiamo.

  • Alimentazione

L’istinto naturale del bambino guida il neonato nell’avvio dell’allattamento. Mentre spesso la neomamma crede di dover stimolare il bambino per attaccarsi al suo seno, lui sa già che è succhiando che otterrà il latte. L’istinto naturale lo accompagna nella crescita come guida per regolarsi nella quantità di cibo da assumere. Alle neomamme infatti viene suggerito di non insistere con latte e pappe perché il bambino ‘si regola da solo’. Il consiglio è valido anche quando i bambini più grandi non stanno bene e forse dovremmo prenderlo maggiormente in considerazione invece di insistere e appesantire un bambino in convalescenza.

I riflessi neonatali tra miti e leggende
  • Dentizione

L’istinto naturale suggerisce ai bambini di cercare qualche cosa da mettere in bocca quando stanno per uscire i denti. Sentono fastidio alle gengive e la loro risposta naturale è cercare cucchiai, giocattoli o carote da rosicchiare. Possiamo fidarci del loro istinto ma è sempre necessario sorvegliare che non mettano in bocca oggetti che possono rompersi e ostruire le vie respiratorie.

  • Primi passi

Quando arriva il desiderio di muoversi da soli, i bambini iniziano a mettersi in piedi. Spesso si aggrappano a oggetti o persone per riuscire ad alzarsi. Il loro istinto naturale li porta a esercitare la muscolatura delle gambe. Alzarsi e abbassarsi è l’inizio della deambulazione. In questa fase i bambini vogliono fare questo e sarebbe poco consigliato interpretare il loro movimento come necessità di camminare dotandoli di girello. Dobbiamo invece sorvegliare che non scelgano come appiglio un oggetto instabile che potrebbe cadere sul bambino.

gpt native-middle-foglia-bambino

  • Scoprirsi

Nei primi anni di vita i bambini sono oggetto di ansie materne per coprirli ed evitare il raffreddore. I medici ripetono spesso che il raffreddore non si prende per il freddo ma per colpi d’aria quando si è sudati. Quando i bambini ci chiedono di poter togliere la giacca o la sciarpa perché sentono caldo, hanno la percezione di aver superato la temperatura corporea di benessere e il loro istinto naturale suggerisce di scoprirsi. In questi casi possiamo assecondarli finché giocano e sono in movimento. Se invece sono sudati dovranno cambiarsi o coprirsi.

  • Giochi

I bambini che ballano, che cullano una bambola, che dipingono alberi blu seguono il loro istinto naturale di creare, dare spazio alla fantasia ed esplorare il mondo che vedono riportandolo nei giochi. Buttare tutto all’aria per sentire che rumore fa o versare l’acqua a terra per entrarci con i piedi è la parte dell’istinto naturale dei bambini che piace meno alle mamme, ma è una forma di apprendimento che fa più bene a un bambino di un gioco ‘fermi e composti’. Ricordiamoci sempre che dobbiamo lasciare ai nostri figli la libertà di essere bambini

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0