gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Gli elfi gentili: nuovi amici da mettere sotto l'albero

/pictures/20141204/gli-elfi-gentili-nuovi-amici-da-mettere-sotto-l-albero-702221396[5000]x[2082]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

La gentilezza aiuta a crescere. Per parlare ai bambini di questo valore, durante il periodo di Natale, possiamo creare gli "Elfi Gentili"

Insegnare la gentilezza ai bambini 

"Le parole hanno il potere di distruggere e di creare. Quando le parole sono sincere e gentili possono cambiare il mondo (Buddha Siddhārtha Gautama). "

Diceva Sofocle che "L'opera umana più bella è di essere utile al prossimo." Lo pensiamo ancora? Forse, la generosità e la gentilezza non sono mai stati di moda, però, secondo qualcuno, sono le virtù delle persone forti e sagge:

Saggi e uomini ignoranti differiscono radicalmente. Gli uomini ignoranti non apprezzano mai la gentilezza mostrata loro, ma i saggi apprezzano e ne sono grati. I saggi esprimono il loro apprezzamento e la loro gratitudine con atti di gentilezza, rivolti non solo al loro benefattore, ma anche a tutti gli esseri viventi (Buddha Siddhārtha Gautama)

gpt native-middle-foglia-bambino

La gentilizza, è vista, dunque, come un elemento di saggezza, e di umanità, perchè la gentilezza aiuta a crescere, insegnando a prendersi curà di sé e degli altri. Rafforza il carattere, insegnando a mettere da parte i propri desideri e a pensarli in una prospettiva più grande. 

Come insegnare ai bambini le buone abitudini

Un'idea interessante per parlare di questo valore con i bambini, adesso che si avvicina al Natale, è quella di creare gli “Elfi Gentili”. La tradizione degli elfi è antichissima: per i popoli germanici, gli elfi sono forze benefiche identificate con elementi della natura e nella nostra tradizione aiutano Babbo Natale a portare i doni ai bambini.

Unendo tradizioni diverse, possiamo provare a superare alcune abitudini e luoghi comuni per trasformare gli elfi in un'occasione di condivisione e educazione. Riassumerò questa proposta in cinque punti, aspettando i vostri suggerimenti sulla pagina FB “Parlare con i bambini”.

  • Gli Elfi Gentili: esistono o non esistono?

Nesssuno di noi si chiede se spiegare ai bambini dell'esistenza o meno di Cappuccetto Rosso o Peppa Pig. I bambini li vivono come creature dell'immaginario collettivo, esattamente quello che sono. Possiamo quindi parlare degli elfi e di Babbo Natale in termini di tradizioni e credenze, andando ad approfondire l'argomento con letture, se interessa. La magia vera, a mio avviso, è quella della mente umana che popola il mondo di creature immaginarie, attraverso i miti, le tradizioni e le storie che leggiamo nei libri.

  • Se non esistono, inventiamoceli!

Si può fantasticare insieme sugli elfi, proporre ai bambini di creare gli 'Elfi gentili' e sentire cosa loro hanno da dire e da inventarsi a loro volta

  • Un atto di gentilezza al giorno...

Ogni elfo gentile può proporre un'azione: gli adulti e i bambini decideranno a turno cosa scrivere sui bigliettini degli elfi e come vivere questi inviti a compiere atti di gentilezza.

Come educare alla gentilezza
  • Nutrire i propri valori

La gentilezza non è una virtù semplice, e si nutre di gratitudine, cura, attenzione, ma anche di errori, riflessioni, crescita lenta. Usare i premi e le punizioni non aiuta la gentilezza: può servire, apparentamente, per ottenere dei buoni comportamenti. Ma i comportamenti davvero gentili non possono nascere dal desiderio di conquistarsi una nuova scorta di giocattoli!

  • Dialogare per crescere

Non ci sono regole che possano metterci al sicuro: non esistono formule magiche che noi adulti possiamo recitare per mettere al sicuro i nostri figli, proteggendoli dal mondo, dagli altri o da se stessi. Quello che possiamo, umilmente, quotidianamente, impegnarci a fare è creare un dialogo di condivisione, in cui accogliere l'esperienza e i pensieri dei bambini sul loro mondo e convidere con loro, con autenticità, i nostri pensieri e valori, per crescere insieme

Approfondimenti e Fonti

 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0