gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

L'importanza del silenzio per crescere bambini sereni

/pictures/2017/08/21/l-importanza-del-silenzio-per-crescere-bambini-sereni-947377898[2068]x[862]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-bambino

La psicologa ci parla dell'importanza del silenzio per i bambini, dei benefici dal punto di vista educativo e di crescita personale

L'importanza del silenzio per i bambini

Il silenzio è uno stato di quiete della mente e del corpo, prezioso per il nostro benessere: ci aiuta a riposare, a rigenerarci, a rielaborare ciò che ci è accaduto e molto altro ancora. È nel silenzio che riusciamo a perderci e a ritrovarci, a comunicare senza parole, a riflettere, ad essere presenti. Nel rumore, invece, ci confondiamo, ci distraiamo, siamo in balia della confusione e del non senso, ci affatichiamo e perdiamo energie importanti.

Ecco perché è importante far vivere quotidianamente al bambino il silenzio, educarlo alla quiete, fargli apprezzare la pace. È l'unico modo per creare un equilibrio e solo attraverso l'equilibrio è possibile trovare la via per la serenità e il sano divertimento alla vita.

I benefici dello Yoga e della meditazione per i bambini

Perché non riusciamo più ad apprezzare il silenzio?

Il silenzio è diventato un nemico da vincere e non un prezioso tesoro da custodire. Viene vissuto come un “vuoto” e come tale non riusciamo proprio a considerarlo un'occasione di scoperta, ma un qualcosa di negativo che deve essere al più presto riempito. Di conseguenza al silenzio preferiamo il rumore, anche il più assordante, che ci allontana da noi, che ci porta a non riflettere, che ci fa vivere in modo superficiale. Il rumore è la nostra fuga all'introspezione ma questo nostro fuggire, col tempo, ci porta a vivere sempre peggio.

Facciamo fatica a rimanere in silenzio, a spegnere cellulare, televisioni e musica, ad essere in un luogo senza rumori artificiali. Ci sentiamo persi e abbiamo paura di questo stato della mente. In realtà dobbiamo superare questo nostro timore, tuffarci nel silenzio e farci trasportare da esso: è solo così che possiamo scoprire chi siamo, è solo in questo modo che riusciamo a trovare l'armonia in noi stessi e di conseguenza con il mondo che ci circonda. Se non riusciamo a vivere il silenzio noi adulti in prima persona, non riusciremo mai a farlo vivere in modo sano nemmeno ai nostri figli e questo è un errore grande poiché crescere nel rumore è deleterio per tutti, ma soprattutto per i bambini che immersi nella confusione non riusciranno mai ad avere ritmi, pause vere, momenti preziosi di pace e di quiete.

I benefici del silenzio per i bambini

  • Il silenzio alimenta la concentrazione, la calma, la meditazione, la capacità di gustarsi il presente, la comprensione, l'empatia, la curiosità, l'ascolto e molto altro ancora.
  • Senza il silenzio tutto si perde o viene vissuto in modo molto superificiale.
  • Anche la famosa pedagogista Maria Montessori elogiava il silenzio come momento educativo importante per il bambino, ella scrisse che il silenzio

ci dà, sopra ogni altra cosa, la sorpresa di possedere dentro di noi qualcosa che non sapevamo di avere, la spiritualità, e il bambino piccolo tende a sentire questa vita interiore, perché lui è per eccellenza l’essere interiore

Come far vivere il silenzio ai bambini?

  • È molto importante riuscire a creare in casa un clima di quiete. Più il bambino è piccolo più si dovranno limitare o eliminare i rumori artificiali, adattare il volume della nostra voce a lui, assecondare i suoi ritmi, rispondere ai suoi bisogni in modo sano, costruttivo ed equilibrato.
  • È importante poi non sommergere il bambino di parole, ma riuscire a stare con lui nel silenzio, ascoltarlo, osservarlo durante i suoi momenti di gioco, non disturbarlo mentre è concentrato.
  • Riuscire a portarlo spesso in luoghi naturali come boschi e prati, lontano dal traffico cittadino o da rumori fastidiosi, lo aiuterà ad apprezzare il dolce suono del vento, dei rami, delle foglie. Invitatelo ad ascoltare i suoni della natura, portate spesso la sua attenzione a questo meraviglioso sottofondo naturale che spesso diamo per scontato e che tendiamo a non valorizzare mai abbastanza!
  • Provate poi a fare piccoli esercizi di meditazione insieme al vostro bambino: chiudete gli occhi entrambi e ascoltate i rumori o un dolce sottofondo musicale, create immagini nella vostra mente della vacanza appena trascorsa o di un momento a voi particolarmente caro. Questi piccoli giochi porteranno il bambino ad esercitarsi alla quiete e alla pausa facendogli sperimentare il magico potere del silenzio proprio e anche di quello condiviso!
  • Attenzione poi a distinguere il silenzio sano e attivo da quello passivo e deleterio: un bambino che guarda la televisione (soprattutto se sta guardando programmi non educativi) ed è in silenzio non è in uno stato di meditazione ma di osservazione passiva! Il silenzio, infatti, fa emergere in noi un turbinio di emozioni, pensieri, vissuti, ricordi e immagini che contribuiscono a formare significati, a darci risposte, a porci domande. Non è un silenzio vuoto che non porta a nulla!

I benefici dell'educazione al silenzio

Charlie Chaplin sosteneva che

Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato. I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura, che si rivela solo a chi lo cerca

Il silenzio è davvero un dono che dobbiamo riconquistarci, è uno strumento importante di comprensione e crescita e se i bambini lo vivono quotidianamente riusciranno ad essere più sereni perché vivranno in modo più naturale e armonico. Saranno meno stanchi, più rigenerati, più in grado di dedicarsi al divertimento sano e costruttivo, avranno più energie psichiche da investire. Il valore del silenzio come strumento pedagogico importante viene riconosciuto anche in molte scuole dove la meditazione viene praticata quotidianamente o settimanalmente come momento di riflessione e di comprensione.

Se tutti ci dedicassimo di più al silenzio il beneficio sarebbe a livello personale ma anche mondiale. Provate ad immaginare un mondo più calmo, più paziente, più riflessivo, più introspettivo...

Vi auguro di immergervi e di perdervi nel silenzio, di mettere a tacere tante cose nella vostra vita: paure, preoccupazioni, parole in più, pensieri tenebrosi, rumori, la fretta, l'invidia, la rabbia e tutto ciò che vi porta disagio. Di conseguenza, riuscendo a fare ciò, non dovrete insegnare nulla ai vostri bambini perché respireranno il vostro silenzio e lo faranno proprio: l'educazione vera è quella che il bambino impara dall'autoeducazione del genitore!

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0