gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Il contatto con la mamma diminuisce lo stress della nascita

/pictures/20150626/il-contatto-con-la-mamma-diminuisce-lo-stress-della-nascita-3886388009[5127]x[2138]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Il momento della nascita rappresenta uno stress anche per il bambino, ma grazie al contatto con la mamma nelle prime settimane gli effetti dello stress diminuiscono

Stress della nascita per il neonato

Il parto non è difficile solo per la mamma, ma anche per il bambino, che vive un vero e proprio momento di stress nel passaggio tra lo spazio caldo e sicuro, rappresentato dal ventre materno, al mondo esterno. Uno studio svolto dai ricercatori delle Università di Liverpool a Manchester e Kings College a Londra, avrebbe dimostrato che il contatto con la mamma nelle prime settimane di vita è indispensabile per ridurre lo stress accumulato al momento della nascita e nel corso della gravidanza.

I ricercatori hanno analizzato le conseguenze che potrebbero scaturire nei bambini a causa dello stress accumulato. Secondo alcuni questo potrebbe portare a problemi emotivi e comportamentali. Ma sembra certo che il tocco della mamma nei primi momenti di vita possa influire positivamente sul bambino, facendo diminuire il livello di stress.

Il contatto con la mamma infatti stimola l’attività dei geni che rispondono allo stress. I ricercatori hanno seguito le mamme dalla gravidanza ai primi anni di vita del bambino. Ed hanno dimostrato che esiste un collegamento tra i sintomi della depressione in gravidanza e le successive emozioni nel neonato come paura e rabbia.

Inoltre il tasso di risposta cardiaca allo stress a sette mesi di età cambia in relazione a quanto la mamma accarezza il bambino nelle prime settimane di vita. La dottoressa Helen Sharp, dell’Università di Liverpool, Istituto di Psicologia, Salute e Società, ha così parlato della ricerca:

Nel nostro studio stiamo attualmente seguendo dei neonati Wirral per vedere se vi è un rapporto tra le carezze dalle loro madri nei primi momenti di vita continuino a fare la differenza sullo sviluppo nel tempo. L’obiettivo finale è quello di scoprire se si dovrebbe raccomandare alle madri che hanno vissuto lo stress durante la gravidanza di interagire con carezze [e altri tocchi] con i propri bambini nei primi anni di vita
 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0