gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

I bambini italiani non vanno a scuola da soli

Aumenta il numero di genitori che ogni giorno accompagna i figli a scuola e la media italiana è la più alta d'Europa, con il rischio di non rendere i bambini responsabili

I bambini italiani non vanno a scuola da soli. Sono infatti aumentati i bambini che, ogni giorno, vengono accompagnati a scuola dai genitori o da qualche altra persona (nonni o baby-sitter). Nel 2002 l'11% dei bambini si recava a scuola da solo. Ma la percentuale è scesa al 7% nel 2010. E se si confronta con le statistiche europee, la differenza è veramente notevole: in Inghilterra il 41% dei bambini si reca a scuola da solo, mentre in Germania la percentuale è del 40%.



LEGGI ANCHE: Educazione dei figli, gli errori più comuni che fanno i genitori



Segnale che i bambini inglesi e tedeschi sono molto più autonomi negli spostamenti rispetto a quelli italiani. Forse le mamme ed i papà italiani hanno più paura a lasciare i propri figli da soli? Oppure tendono ad essere troppo iperprotettivi? I dati sono stati raccolti per una ricerca effettuata dall'Istc-Cnr e promossa dal Policy Studies Institute di Londra. Oltre ad Italia, Germania ed Inghilterra, sono stati presi in considerazione altri 15 paesi del mondo.

La ricerca è stata svolta attraverso 2 questionari: il primo rivolto a bambini e ragazzi dai 7 ai 14 anni ed il secondo ai loro genitori. In Italia sono state intervistate circa 800 persone che vivono in centri urbani di varie dimensioni e di diverse regioni. Ed il risultato è che la quasi totalità dei bambini va a scuola insieme ai genitori. Per gli spostamenti si utilizza prevalentemente l'automobile e molto meno i mezzi pubblici.



gpt native-middle-foglia-bambino




Come spiega Antonella Prisco, ricercatrice dell'Istc-Cnr: "La mobilità infantile è uno degli aspetti che ha maggiormente risentito della grande trasformazione dell'ambiente urbano, con ricadute negative sul benessere e sullo sviluppo psicofisico. Per il tragitto di ritorno, soltanto l'8% dei bambini italiani lo compie da solo, a fronte del 25% dei coetanei inglesi e del 76% dei tedeschi. Il divario di autonomia con gli altri Paesi sul percorso casa-scuola permane ampio anche per i ragazzi delle medie inferiori: il 34% degli italiani, contro il 68% dei tedeschi e il 78% degli inglesi".

Ed aggiunge Daniela Renzi, ricercatrice dell'Istc-Cnr: "Mentre per i bambini non ci sono differenze tra Italia e Inghilterra, col 3% per entrambi i Paesi, in Germania la percentuale sale all'8%. Maggiori differenze si hanno invece per la scuola secondaria, dove l'Italia resta ferma al 3%, l'Inghilterra passa al 25% e la Germania arriva addirittura al 64%: probabilmente per l'efficienza dei servizi pubblici, ma forse anche per maggiore fiducia dei genitori".



LEGGI ANCHE: L'educazione civica per diventare cittadini del mondo




Dalla ricerca risulta inoltre che, indipendentemente dall'età, i maschi sono più autonomi rispetto alle femmine. I genitori italiani risultano quindi troppo apprensivi nei confronti dei figli rispetto agli altri paesi del mondi. E questo potrebbe causare problemi psicofisici ai bambini, che non vengono lasciati liberi di crescere e di diventare indipendenti. Almeno secondo quanto dichiarano i ricercatori.

Ma, alla fine, è veramente così terribile accompagnare i bambini a scuola?
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0