gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Gli schiaffi 'educativi' educano davvero?

E' un discorso che vale non solo per bambini piccoli, ma per tutte le età dato che in un noto programma televisivo, una signora di mezza età, facente parte della borghesia romana, dichiarava di aver dato uno schiaffone a un "ragazzino maleducato" per educarlo


Qualche volta sentiamo ripetere, magari da qualcuno più anziano, che per educare i bambini gli schiaffi possono essere utili.
Insomma, ritorna alla ribalta puntualmente la valenza dello schiaffo educativo.

Cosa ne penso?
Vorrei essere più chiara e lineare possibile su questo fatto.


Calci e schiaffi per sgridare i figli, genitori italiani sempre più violenti


Il ruolo educativo di un bimbo ce l'hanno solo i genitori.
Essi devono "fare squadra" ed essere coerenti nell'educazione del bambino: se uno dice no lo farà anche l'altro e viceversa, le eventuali discordie andranno discusse in separata sede lontano dalle "orecchie-sonar" del bambino.

I comportamenti scorretti possono essere puniti ma solo i genitori hanno il diritto di decidere i modi e i tempi della punizione. e solo loro e ripeto, solo i genitori, in extremis, possono decidere di ricorrere alle punizioni fisiche. Che siano buffetti sul sederino, schiaffi o ceffoni, sono consentiti, in ultima ipotesi, solo ai genitori.
Nel momento in cui la famiglia ha bisogno di "aiuto" e decide di lasciare il bimbo CONTINUATIVAMENTE ad una terza persona, anche questa subentrerà nel ruolo educativo e dovrà essere coerente con lo stile educativo proposto dai genitori ma senza però ricorrere alla "fisicità".

schiaffi-educativi


Un discorso a parte farò per i nonni...il loro ruolo non potrebbe e non dovrebbe essere educativo...i nonni sono "fatti per viziare i nipotini".
Quando il bimbo frequenterà la scuola il ruolo educativo dei genitori verrà demandato anche alle insegnanti; è per questo motivo che scuola e famiglia devono collaborare e scambirsi continue informazioni sul comportamento del bambino e decidere congiuntamente eventuali "strategie" da assumere...ma sempre in assoluta assenza di fisicità.


Educazione dei figli, gli errori più comuni che fanno i genitori


Le regole così come i comportamenti corretti, vanno spiegati al bambino innanzitutto con l'esempio. L'imitazione è il primo modo per insegnare qualcosa ad un bimbo piccolo...spiegare i motivi per cui si punisce è fondamentale così come spiegare i motivi per cui si premia, le due cose andrebbero sempre bilanciate...
Detto questo: educare con dolore può essere educativo?  La risposta è ASSOLUTAMENTE NO



firmapollon
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0