gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

I giochi pericolosi che fanno bene ai bambini

/pictures/20150715/i-giochi-pericolosi-che-fanno-bene-ai-bambini-597854325[2055]x[855]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

I giochi pericolosi, che tanto spaventano i genitori, possono essere un'occasione di crescita per i bambini. Ecco qualche consiglio per mamma e papà

Giochi pericolosi

Solitamente i giochi pericolosi sono il nemico delle mamme. La paura che un bambino si faccia male, o perda il controllo della situazione, induce a vietare e bloccare sul nascere ogni attività che possa avere di rischi. Il fascino del pericolo non perde il suo effetto sui bambini.

I nostri divieti spesso non riescono a creare quel ‘buon senso’ nei nostri figli che tanto vorremmo, al contrario aumentano la voglia di provare anche di nascosto quel gioco che alla mamma non piace. Non sempre è facile risolvere la questione e forse proprio l’analisi di queste attività può aiutarci a capire meglio i bambini e il nostro modo di porci nei loro confronti.

Quali sono i giochi pericolosi che piacciono ai bambini?

Non parliamo certo di illegalità o delinquenza, ma di quelle attività molto vivaci e un po’ spericolate che i bambini provano spontaneamente a fare nei loro giochi: arrampicarsi sugli alberi, saltare dai muretti, correre sul ghiaccio, pedalare senza mani, per fare qualche esempio.

Quali sono i rischi effettivi?

Statisticamente dobbiamo ammettere che sono poche le occasioni in cui questi giochi hanno realmente portato a ferite o fratture. Spesso è proprio la scarsa esperienza che porta a non sapere come fare un salto senza slogarsi una caviglia perché si cade male.

I giochi pericolosi influenzano il carattere del bambino?

La preoccupazione maggiore è che un bambino spericolato diventi un adolescente senza regole e poco gestibile. La questione delle regole riguarda l’importanza che viene data in famiglia e come vengono impostate. Spiegare a un bambino il modo corretto per fare un gioco evitandone i rischi è sicuramente più utile a livello educativo che non vietarlo per paura che si faccia male. Non capendo il motivo del divieto, i bambini potrebbero esserne maggiormente attratti, ottenendo l’effetto contrario

Troppi bambini si fanno male giocando

L’effetto contrario dei  bambini troppo controllati

Non avere mai occasione di imparare a prendere le misure con i rischi e le altre persone, comporta la possibilità che un bambino non maturi la capacità di valutare da solo le situazioni. Alla prima occasione in cui si trova lontano dal nostro controllo, nella libertà di un contesto che non conosce, potrebbe sbagliare per ingenuità, fidandosi di qualcuno che per strada gli offre un passaggio o accettando la sfida di saltare sopra un canale.

Educare al rischio

Le nuove generazioni hanno meno occasioni delle precedenti di misurarsi con il rischio e il pericolo vero. I bambini oggi vivono in spazi più contenuti di quelli in cui sono cresciuti i loro nonni. Le stesse agende di impegni quotidiani incasellano il tempo libero, riducendo al minimo lo spazio per sperimentare o anche solo sfogarsi. Non possiamo cambiare l’organizzazione, ma possiamo sicuramente adeguare il nostro stile educativo alle necessità di questi tempi:

  •     spiegare ai bambini il rischio di un gioco
  •     insegnare come muoversi per non farsi male
  •     parlare più spesso dei pericoli dei vari contesti
  •     fare fiducia, lasciando provare ma controllando da lontano
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0