gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

L'educazione sessuale dovrebbe iniziare già all'asilo

L'Organizzazione Mondiale della Sanità invita ad iniziare ad educare alla sessualità sin da piccolissimi

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un enorme cambiamento sociale per quanto riguarda i ragazzi e il sesso. Anche gli ultimi fatti di cronaca confermano che gli adolescenti iniziano ad avere una vita sessuale attiva molto precocemente ma non sono nè maturi nè pronti per questo.


Tabù in famiglia, quali sono i più diffusi?


E per questa ragione l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato una serie di indicazioni per capire quando e come si deve avviare un programma di educazione sessuale, a scuola come a casa.

Non deve sorprendere che le indicazioni partano già prima dei 4 anni, perché i bambini di oggi sono esposti ad una miriade di stimoli, attraverso gli strumenti mediatici e digitali, sin da piccoli ed è opportuno iniziare a parlare, con il linguaggio adatto ad ogni fascia di età, di sesso e sessualità ben prima di quanto non si sia fatto fino ad ora. Anche per dotare i bambini di strumenti utili per poter riconoscere l'abuso sessuale.


EDUCAZIONE SESSUALE AI BAMBINI, MONTA LA POLEMICA


E allora scopriamo che ogni area tematica indicata dall'OMS (“Il corpo umano e lo sviluppo”, “Fertilità e riproduzione”, “Sessualità”, “Emozioni/affetti”, “Relazioni e stili di vita”, “Sessualità, salute e benessere”, “Sessualità e diritti” e “Influenze sociali e culturali sulla sessualità” può essere in qualche modo affrontata nelle diverse fasce di età: 0-4 anni, 4-6 anni, 6-9 anni, 9-12 anni, 12-15 anni, e dai 15 anni in su.

Ma come si può parlare di sessualità ai bambini del nido?
Secondo gli esperti dell'OMS è possibile trasmettere informazioni sulla masturbazione infantile precoce, sulla scoperta del corpo giocando al dottore, mentre tra i 4 e i 6 anni gli educatori potranno cominciare a parlare dell'amore e delle relazioni con le persone.

educazione-sessuale-all-asilo


L'educazione sessuale vera e propria dovrebbe iniziare con la scuola primaria, con lezioni più precise sul corpo, sui metodi contraccettivi, sulla masturbazione e sull'eiaculazione.

Dai 9 anni in su è il momento di parlare delle conseguenze dei apporti sessuali non protetti, mentre dopo i 12 anni di gravidanze indesiderate e di pianificazione familiare, introducendo anche l'argomento dell'aborto. E' questo anche il momento giusto per parlare con ragazzi della prostituzione e della pornografia.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0