gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Educazione dei figli: quale modello seguire?

Per risolvere i dubbi sull’educazione dei bambini i genitori leggono molti manuali. A molti sarà capitato di leggere teorie tanto diverse tra loro da risultare contrastanti. Quale modello è pù adatto per i nostri figli?

a cura di Daniela Poggi

Per risolvere i dubbi sull’educazione dei bambini i genitori leggono molti manuali. Come gestire i capricci? Come insegnare ai bambini ad addormentarsi? Si inizia con i primi problemi per arrivare a questioni più complesse: come farsi ascoltare? Quali regole dare ai bambini? A molti genitori sarà capitato di leggere teorie tanto diverse tra loro da risultare contrastanti.


8 errori nell'educazione dei figli



C’è chi vorrebbe che le regole venissero fissate e fatte rispettare dai genitori e c’è chi invece le vorrebbe auto imposte dai bambini dopo una prima esperienza. C’è chi suggerisce ai genitori di spiegare ai propri figli i limiti comportamentali che devono rispettare e c’è chi invece sprona alla libertà assoluta. In poco tempo quelli che erano i dubbi dei genitori aumentano e manca una bussola per orientarsi tra tutti i libri che troviamo in commercio.

Dopo aver letto diversi saggi sulle teorie pedagogiche viene spontanea una domanda: chi ha seguito questa teoria che tipo di figli ha cresciuto? Per valutare l’efficacia di un consiglio educativo servirebbe il tempo necessario per vederlo fruttare: una scelta educativa fatta su un gruppo di bambini piccoli potrà essere valutata dopo almeno dieci anni, se vogliamo limitarci alla fase di crescita successiva, oppure attenderne almeno venti o trenta che diventino adulti. E’ una prospettiva piuttosto lunga per chi vuole scegliere se fidarsi o meno di ciò che legge. In realtà molti dei testi che troviamo tra i manuali per genitori sono stati scritti molti decenni fa: alcuni esponevano i principi di tendenze nuove per quei tempi e altri riproponevano un riassunto di teorie precedenti.


16 cose da insegnare a un figlio maschio


Riordinare cronologicamente i manuali rivolti ai genitori è uno dei suggerimenti che si legge nelle prime pagine del libro La famiglia è competente” di Jesper Juul. Per molto tempo si è creduto che le persone con la capacità di essere maggiormente rispettose e capaci di eseguire ordini fossero destinate al successo nella vita, soprattutto lavorativa. Molte generazioni sono state cresciute in quest’ottica, all’interno di famiglie autoritarie e momenti storici altrettanto difficili. Dopo la seconda guerra mondiale la società è andata cambiando, aprendosi a un generale interesse per la democrazia e l’antiautoritarismo. L’epoca delle rivolte, sia femminili che giovanili, è stata accompagnata da una ondata di “permissivismo” da alcuni considerato eccessivo per aver abolito ogni limite alle esperienze dei bambini.


Educazione, dare regole e divieti fa bene al bambino



Le tendenze più recenti sono segnate dalle ricerche sulle intelligenze multiple e in particolare l’intelligenza emotiva che è nodo centrale di molti recenti testi per genitori. Nel libro “L’intelligenza emotiva per un figlio” di John Gottman si aiutano i genitori a capire come indirizzare i propri figli perché siano loro stessi protagonisti delle proprie decisioni.
Se da un lato c’è sempre la mamma che rimpiange il metodo autoritario da caserma e pubblica il libro “Il ruggito della mamma tigre” (Chua Amy), dall’altro c’è quella  risponde con altrettanta decisione che è meglio usare le maniere dolci (“Il metodo maman” di Pamela Druckerman). Ai posteri l’ardua sentenza? Forse sarà la sensibilità di ogni genitore a decidere quale dei due metodi abbia ragione

gpt native-middle-foglia-bambino

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0