Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-ros
1 5

E' vero che i bambini imparano la lingua da soli ?

E' facile per i bambini imparare le lingue? Ecco come favorire l'apprendimento

adsense-foglia-300
di Jessica Cancila

"Capacità comune a tutti gli esseri umani di apprendere una o più lingue storico–naturali
e di servirsene per ragionare, intendersi reciprocamente, comunicare sia oralmente sia,
tra le popolazioni che conoscono la scrittura, graficamente, scrivendo e leggendo
"
Definizione del Vocabolario della Lingua Italiana - De Mauro

Sulle lingue ci sono in giro tanti 'falsi miti': oggi vorrei discuterne uno che ha molte ripercussioni per i nostri bambini.
Si tratta dell'opinione diffusa secondo la quale i bambini e le bambine sono bravissimi ad imparare le lingue e che, quindi, non devono fare sforzi, ma, soprattutto, che non serve che gli adulti si impegnino, tanto i bambini 'le imparano da soli'.


LEGGI ANCHE: Parlare con i bambini delle differenze tra le culture


Se è vero che tutti, alla nascita, siamo in qualche modo predisposti ad imparare una o più lingue (o dialetti), non tutti gli studiosi sono d'accordo nel dire che questo apprendimento avviene in modo automatico e semplice (LEGGI).

Bisogna anche mettersi d'accordo su cosa significa imparare una lingua: sappiamo tutti quanto possa essere complessa la scuola, imparare a leggere e scrivere, imparare il linguaggio tecnico delle diverse materie, studiare libri di filosofia o fisica. Imparare le lingue è quindi un processo lungo e complesso che inizia nel pancione e non può dirsi mai del tutto concluso.

Per questo, è importante mettere i bambini in grado di ascoltare e usare forme linguistiche sempre più complesse (LEGGI), adatte alle più diverse situazioni, in una o più lingue, fin da piccoli, in un crescendo di stimoli e opportunità di apprendimento.

Con i bambini e le bambine piccoli, questo significa leggere insieme libri, andare in biblioteca, costruire piccoli dialoghi in cui anche i loro silenzi possano trovare spazio e ascolto.


LEGGI ANCHE: Comunicare per crescere e farsi capire


Con i bambini e le bambine più grandi, significa creare occasioni sempre più complesse, attraverso la lettura (LEGGI), la riflessione o il gioco.

Con i bambini e la bambine stranieri, significa creare occasioni di apprendimento individualizzate e significative, occasioni di relazione e gioco, supporto linguistico perchè l'apprendimento vada oltre le nozioni di base.

Sottovalutare la complessità del percorso di apprendimento linguistico può avere molte conseguenze sul piano della scolarizzazione, da quella primaria a quella più avanzata, ma anche sul piano della socializzazione, con il rischio di limitare le possibilità di relazione e inserimento.