NAVIGA IL SITO

E' giusto insegnare ai bambini a leggere e scrivere prima delle elementari?

Ci sono molti bambini che imparano a leggere e scrivere prima di iniziare la scuola elementare: ma è giusto o dovrebbero essere lasciati liberi di giocare senza imparare le nozioni scolastiche prima del tempo?

Bambini a scuola

Tutte le foto < 1 >

Vedi foto di: Bambini a scuola

    Bambina e matematica
    Barbara Leone 28 agosto 2013
    A cura di Mariaelena La Banca

    Fino a qualche tempo fa il mio NO categorico verso le insegnanti di scuola dell’infanzia che insegnavano ai bambini i primi rudimenti dell’ABC era categorico. Ancor più verso le mamme o altri membri della famiglia che istruivano i piccoli in tal senso. Questo perché trovavo ingiusto nei confronti delle bambine e dei bambini il fatto di essere costretti ad imparare delle nozioni scolastiche prima del tempo prestabilito. E’ molto più importante che vengano date le basi per una solida autonomia, per uno sviluppo cognitivo rispettoso dei tempi di ciascuno piuttosto che concentrarsi sugli esercizi di lettoscrittura. E poi, i piccoli che imparano prima del tempo, troveranno una maestra, alla scuola elementare, che sarà preparata e insegnerà col suo metodo, con i suoi testi e con la sua esperienza. Le bimbe e i bimbi che già sanno leggere e scrivere si annoieranno…


    LEGGI ANCHE: Dalla scelta della scuola all'esame di maturità. Il ruolo dei genitori


    Ma poi ho avuto un confronto con mia madre che mi chiedeva come mai non insegnassi a mia figlio a leggere e scrivere visto che “era pronto”. Effettivamente è un po’ che il bambino mi chiede di insegnargli, che scrive le parole sulla lavagnetta di casa, che si diverte a copiare le parole sui fogli. Ma io ho sempre pensato di trattare questa curiosità come tale, senza stimolare la conoscenza o incoraggiare mio figlio ad approfondire.



    Oggi sto rivalutando tutto il mio credo, perché noi viviamo in un mondo preimpostato in cui è stato stabilito che le bambine e i bambini abbiano la capacità cognitiva per saper leggere e scrivere a 6 anni. Il che è vero, per carità. Nella stragrande maggioranza dei casi i piccoli raggiungono la maturità cognitiva che li aiuterà a leggere e scrivere intorno ai 6 anni. Ma tutti quelli che vorrebbero farlo già da prima? Che facciamo? Glielo neghiamo, come ho fatto io finora, perchè “così è deciso?”.


    LEGGI ANCHE: Più successo a scuola per i bambini che amano la lettura



    E dunque, nel momento in cui le bambine e i bambini mostrano interesse e curiosità verso la scrittura, è giusto che, come educatori e come genitori, noi veniamo incontro alle loro esigenze. In questo modo non assisteremo ad una “forzatura” ma risponderemo alla naturale curiosità in modo adeguato.

    insegnare-ai-bambini-a-leggere-e-scrivere-prima-delle-elementari_1

     

    Forse, come pedagogista, ho sviluppato ”l’ansia del bambino competente” nel senso che non tollero gli atteggiamenti di quelli che dichiarano, con soddisfazione, che i propri figli o i propri alunni, sono “avanti” con le tappe dello sviluppo. Quindi, con grande moderazione, a chi mi chiede se sia giusto oppure no che i bambini sappiano scrivere prima dell’ingresso alla scuola elementare, rispondo con fermezza: ”è giusto solo se sono loro a chiederlo”.



    Caricamento in corso: attendere qualche istante...

    3
    Commenti

    Amanda e Paolo sabato, 10 novembre 2012

    Maria Montessori.......

    Il bambino è una persona intelligente e come tale deve essere trattato; la responsabilità e la precisione nell'esecuzione di un compito stanno alla base del piacere, anche per i bambini...
    Maria Montessori ha intuito tutto questo cento anni fa... il vero dramma non è che i bambini leggano prima del tempo, il vero dramma è che i tagli fatti alla scuola pubblica hanno impoverito in maniera scandalosa la possibilità di avere, soprattutto nelle grandi città, un percorso didattico di qualità: questo il fine di uno stato che, purtroppo, incentiva il privato. Montessori a parte, se un genitore decide di attraversare percorsi formativi alternativi e di sceglierli per il proprio figlio deve pagare. Se i bambini sono curiosi rispetto alla scrittura e alla lettura è perché ci osservano e non vogliono escludersi dalla possibilità di essere autonomi rispetto alla conoscenza. Ergo fateli leggere, se vogliono, è una cosa bellissima, ma sperate di che, arrivati alle elementari, non incontrino vecchie metodologie che non prevedano il piacere di conoscere ma solo il dovere................

    n° 3
    maria caterina porru giovedì, 22 agosto 2013

    R: Maria Montessori.......

    > Il bambino è una persona intelligente e come tale deve essere trattato; la responsabilità e la precisione nell'esecuzione di un compito stanno alla base del piacere, anche per i bambini...
    >
    > Maria Montessori ha intuito tutto questo cento anni fa... il vero dramma non è che i bambini leggano prima del tempo, il vero dramma è che i tagli fatti alla scuola pubblica hanno impoverito in maniera scandalosa la possibilità di avere, soprattutto nelle grandi città, un percorso didattico di qualità: questo il fine di uno stato che, purtroppo, incentiva il privato. Montessori a parte, se un genitore decide di attraversare percorsi formativi alternativi e di sceglierli per il proprio figlio deve pagare. Se i bambini sono curiosi rispetto alla scrittura e alla lettura è perché ci osservano e non vogliono escludersi dalla possibilità di essere autonomi rispetto alla conoscenza. Ergo fateli leggere, se vogliono, è una cosa bellissima, ma sperate di che, arrivati alle elementari, non incontrino vecchie metodologie che non prevedano il piacere di conoscere ma solo il dovere................

    maria caterina porru giovedì, 22 agosto 2013

    R: R: Maria Montessori.......

    la mia bambina all'eta' di un anno sapeva gia' tutte le letterine,ora ha 4 anni e legge perfettamente tutti i suoi libri e ne vuole sempre dei nuovi,io nn l'ho mai forzata ad imparare,e' stata una sua curiosita'sempre piu' grande. Ora sono indecisa se mandarla a scuola prima del tempo anke perche' lei entrerebbe a 7 anni e mezzo visto ke e' nata a febbraio e sarebbe un peccato bloccarle la sua sete di conoscenza.Pero' nn ho ancora deciso ci pensero' tutto quest'anno....!

    Angy venerdì, 9 novembre 2012

    secondo me...

    secondo me è giusto ma solo se il bambino ha voglia di impare oltre ,quindi è giusto però se il bimbo non vuole si deve rispettare i tempi della scuola cioè l' elementari !!!!!

    n° 2
    sandra giovedì, 8 novembre 2012

    a me è stato utilissimo

    Io ho imparato a leggere prestissimo, e mi è servito, ringrazierò sempre mia nonna che me l'ha insegnato, grazie a lei mi hanno consentito di iniziare le elementari direttamente dalla seconda, saltando la prima. E così ho terminato gli studi un anno in anticipo, fantastico!

    n° 1
    ferdinando sabato, 29 dicembre 2012

    sarebbe molto istruttivo

    Se il bambino imparasse a leggere prima delle elementari, potrebbe poi insegnare a parlare bene alla maestra... ahahaha

    Chiudi
    Aggiungi un commento a E' giusto insegnare ai bambini a leggere e scrivere prima delle elementari?...
    • * Nome:
    • Indirizzo E-Mail:
    • Notifica automatica:
    • Sito personale:
    • * Titolo:
    • * Avatar:
    • * Commento:
    • * Trascrivi questo codice:
    * campi obbligatori