gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Discussioni tra genitori: impatto negativo sul bambino

Uno studio americano pubblicato sulla rivista Psychological Science rivela che i conflitti famigliari, e in particolare le discussioni tra genitori, possono avere un impatto negativo sulla sensibilità e il cervello dei bambini

Alcuni ricercatori dell'Università dell'Oregon hanno analizzato l'impatto che le discussioni tra genitori possono avere sulle emozioni (LEGGI) e il cervello dei bambini. E' stato osservato il sonno di piccoli di età compresa tra i 6 e i 12 anni, provenienti da un ambiente famigliare disturbato. Il risultato? Il loro cervello elaborava le diverse emozioni conflittuali che avevano un impatto sul loro sviluppo. Lo studio è stato pubblicato nella rivista Psychological Science, e reso noto dall'Huffington Post.



LEGGI ANCHE: Litigare davanti ai figli



Presi dalla rabbia del momento, spesso facciamo assistere i nostri piccoli a delle scenate furibonde, inconsapevoli del danno che causiamo nella loro sfera emotiva. In questo studio viene analizzato il rapporto che si stablisce tra l'intensità dei litigi e l'impatto potenziale che ha sui più piccoli. Anche un livello moderato di conflitto tra genitori, altererebbe le funzioni di base del cervello nei bambini, provocando una ipersensibilità alle emozioni negative (LEGGI). Sembrerebbe che anche durante il sonno i bambini siano predisposti a rimuginare e ripetere le discussioni. In effetti durante la notte la parte del cervello legato allo stress e alle emozioni sarebbe molto attiva, e il carico di emozioni si trasformerebbe in collera e stress.



LEGGI ANCHE: Migliorare la comunicazione col partner: discutere senza litigare



Inoltre i ricercatori hanno osservato che il cervello dei bambini (LEGGI) che crescono in un ambiente famigliare ostile presenterebbe un'attività anomala. I piccoli, secondo gli scenziati, gestirebbero a loro modo le discussioni dei grandi, e durante il sonno, il momento in cui si è più sensibili, queste riaffiorerebbero.

Occorre sottolineare che la comunicazione tra i genitori ha un forte impatto sulla psiche del bambino dall'età di 6 mesi. In effetti i neonati sarebbero capaci di differenziare le parole dei genitori e di capire se il papà e la mamma stiano litigando o affrontando un discorso in toni pacifici
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0